I giudici si incontrano per la prima volta da quando una bozza di opinione trapelata su Ru ha scosso le fondamenta della corte

“Dipende tutto”, una fonte che ha familiarità con la corte I meccanismi interni dicevano: “Sulla quantità di potere che il giudice capo dà al maresciallo”.

L’establishment isolato – orgoglioso della sua indipendenza – deve ora attraversare un periodo difficile per finire il suo lavoro, mentre cerca anche di fermare la fuga di notizie. Se il tribunale si attiene al suo calendario attuale, tutti i casi rimanenti, compreso l’aborto, devono essere giudicati entro l’inizio di luglio, una scadenza autoimposta. in condizioni naturali, Le bozze dei pareri finali a maggioranza vengono di solito fatte circolare internamente entro il 1 giugno, per dare agli oppositori tutto il tempo per rispondere.

Quando si incontrano giovedì nella loro ricca sala conferenze, o si siedono in ordine di anzianità, o partecipano telefonicamente se sono fuori città, i giudici saranno soli. Niente impiegati, niente personale: parteciperanno solo i nove. Possono discutere i prossimi passi dell’indagine.

Fonti della corte che hanno familiarità con la questione affermano che, a meno che il leaker non lasci tracce chiare, questa indagine potrebbe essere un progetto delicato, che solleva domande complesse su quanto Curley possa approfondire la questione. Il modo in cui ogni stanza funziona.

Se il mandato del maresciallo includeva uno sguardo ingiusto alle comunicazioni elettroniche di ciascuna camera in un momento in cui i giudici stavano ancora vacillando per la fuga di notizie e preoccupati per la riservatezza delle loro deliberazioni interne, l’indagine potrebbe fare di più per suscitare tensione che calmare i nervi. Il compito può essere scoraggiante.

Secondo una fonte nota, con la corte, Una cosa sarebbe per Curley dirigere i test informatici forensi per tenere traccia di come è stata distribuita la bozza di parere. Questo può essere fatto a casa, poiché il tribunale ha un forte dipartimento IT. Sarà inoltre possibile interrogare il personale del tribunale al di fuori di apposite stanze. Dopotutto, nell’edificio ci sono persone che lavorano nel supporto alla costruzione, personale della mensa, l’architetto del Campidoglio e infermieri, tutti impiegati che, in teoria, non avrebbero accesso al processo di formulazione delle opinioni.

Se il leaker potesse essere identificato con questi metodi, sarebbe un’indagine semplice.

READ  US election 2020: Supreme Court rejects Donald Trump's bid to overturn election benefits | US News

E quella fonte ha detto che era tutta un’altra cosa: entrare in ogni stanza, ottenere il permesso di perquisire i motori informatici dei giudici, dei loro impiegati e dei loro assistenti amministrativi.

Un’altra fonte – che non lavora in tribunale ma è vicina ad alcuni dei giudici – ha indicato che gli investigatori avranno bisogno dell’approvazione dei giudici per rivedere le comunicazioni nei circuiti, e questo potrebbe sollevare dubbi.

“Se tu fossi un giudice di corte, come ti sentiresti se il maresciallo – sotto la direzione del capo della giustizia – avesse accesso a tutti i tuoi dati elettronici?” ha chiesto la fonte.

Incombe un’indagine difficile

I giudici sono in un edificio, ma gestiscono le loro stanze come nove studi legali separati e ci sono occasionali tensioni tra i vari membri del personale, nonostante gli sforzi per la civiltà e l’amicizia sulla piattaforma. Inoltre, è improbabile che gli impiegati legali si siedano per potenziali colloqui con un funzionario federale senza prima assumere avvocati, un processo che potrebbe ritardare le indagini.

La fonte ha anche chiesto se Curley e la polizia della Corte Suprema sotto il suo controllo si sentirebbero a proprio agio nell’intervistare i giudici stessi se l’indagine avesse raggiunto questo livello, suggerendo che il tribunale potrebbe prendere in considerazione l’assunzione di uno studio legale, appaltatore o avvocato esterno per agire come una sorta di procuratore speciale. La fonte ha affermato che l’ultima risorsa sarebbe delegare gli investigatori di altri rami del governo, come il Field Marshal Service degli Stati Uniti sotto il Ministero della Giustizia. È improbabile che la corte segua questa strada, poiché prende sul serio le preoccupazioni sulla separazione dei poteri.

A meno che l’identità del leaker non sia chiara, l’indagine dei Marshal potrebbe vacillare, sollevando dubbi sul fatto che la fine finale dell’indagine stia assicurando che un’altra fuga di notizie non si ripeta, piuttosto che trovare il leaker, hanno detto due fonti.

Secondo un ex scrittore, i giudici ei loro impiegati hanno accesso a due sistemi informatici separati. Entrambi richiedono che il dipendente comunichi in modo sicuro, ma il sistema utilizzato per formulare opinioni è un’intranet che non consente l’accesso a Internet o alle e-mail esterne. Il lavoro svolto su questo sistema non può essere trasferito facilmente.

READ  Un rapporto della polizia afferma che la polizia metropolitana non riesce a distinguere tra Meghan Markle e Kate Middleton

Ex autore Ha detto che non era a conoscenza di filigrane nascoste utilizzate nelle bozze di opinione. La maggior parte delle stanze ospita da tre a quattro impiegati e tre assistenti amministrativi. I sistemi sono impostati per funzionare su laptop o iPad a casa, ma non su iPhone. Ogni stanza ha più di una stampante, ma a volte le stanze condividono le fotocopiatrici. Più di un decennio fa, ai dipendenti non era permesso portare i laptop nelle loro case e ogni stanza aveva un computer autonomo con accesso a Internet.

A complicare ulteriormente le cose, il documento in questione ha un tag canonico nell’angolo in alto, che indica che è stato copiato da un documento esistente e potrebbe non contenere impronte digitali elettroniche. Inoltre, secondo la fonte Scrittore precedente, la bozza può essere distribuita manualmente o tramite un computer. Alcuni giudici seguono ancora i protocolli che precedono l’e-mail.

Se il progetto di parere contenesse impronte elettroniche che il dipartimento IT potrebbe leggere, il caso sarebbe meno difficile. Ma la fonte ha riconosciuto che la questione si sarebbe complicata se si fosse reso necessario il rilevamento di gas nelle camere.

Tradimento della fiducia e della tradizione

Due ex impiegati hanno detto che gli impiegati ricevono opuscoli e vengono informati su questioni di sicurezza, prima di iniziare il loro mandato.

Inoltre, i giudici stessi hanno le proprie regole. Il senatore repubblicano Mike Lee dello Utah, che ha lavorato per il giudice Samuel Alito, è apparso su Fox la scorsa settimana e ha affermato che le bozze di parere “non vengono spesso stampate”. Quando un dipendente finisce le copie cartacee delle bozze di parere, ha detto, “non le gettano semplicemente nella spazzatura, le mettono in un sacchetto bruciato”.

“Hanno preso il sacchetto bruciato e l’hanno fatto a pezzi due volte, verticalmente e orizzontalmente, creando ritagli colorati”, ha detto.

Janet Yellen e una senatrice repubblicana discutono sull'impatto economico del diritto all'aborto

Un’altra fonte ha aggiunto che i sacchi marroni bruciati con strisce rosse possono essere immediatamente collocati nella troncatrice nelle stanze o collocati in scatole per la triturazione nel seminterrato. Circa una volta al mese, un venditore di terze parti porta i documenti in queste scatole attraverso un camion per distruggere e smaltire i documenti.

READ  Biden, Nikaragua Devlet Başkanı Ortega ve birçok Nikaragualının ABD'ye girişini yasakladı

Ian Samuel, defunto notaio Antonin Scalia nel 2012-2013, ha raccontato a un blog chiamato High School Scotus nel 2018 come Scalia ha gestito i problemi di sicurezza.

“Nulla probabilmente sconfiggerà il giudice Scalia il primo giorno in cui tutti e quattro gli scribi hanno iniziato”, ha detto Samuel.

Secondo Samuel, Scalia ha detto: “Benvenuto a bordo. Sono davvero felice che tu sia qui. Ecco come gestire le stanze. È una porta aperta: se vuoi parlarmi di qualcosa, vieni e parlami .”

Ma, ha detto Samuel, Scalia ha sottolineato qualcos’altro.

“Se mai dovessi scoprire che hai tradito i segreti che circolano in queste stanze, farò tutto ciò che è in mio potere per rovinare la tua carriera”, ha detto Scalia, secondo Samuel.

“Poi ha lasciato tutto in sospeso per un secondo e si è spostato su altri argomenti”, ha aggiunto Samuel.

Sebbene ci fossero sempre alcune fughe di notizie dalla corte, la bozza di parere ha stabilito un nuovo precedente.

“Questa è un’istituzione che sta crollando davanti ai nostri occhi”, ha detto un ex scrittore, stupito dall’audacia della fuga di notizie. “Ci sono state perdite prima, ma questo è un rubinetto.”

La fuga di notizie solleva anche interrogativi sulla sicurezza degli stessi giudici.

Durante il fine settimana, i manifestanti hanno manifestato fuori dalle case di Roberts, Alito e del giudice Brett Kavanaugh. La corte non ha perso tempo a erigere barriere attorno al perimetro dell’edificio la scorsa settimana, e Alito – che aveva scritto la bozza di nota – ha annullato la sua comparizione davanti alla Quinta Corte d’Appello degli Stati Uniti, inviando invece una breve videocassetta. Si è scusato per non essere intervenuto di persona, dicendo che la presenza di persona “è diventata impraticabile”, secondo uno degli avvocati presenti. Negli ultimi anni, la sicurezza intorno ai giudici è stata rafforzata e gli agenti di polizia della Corte suprema hanno svolto un ruolo più importante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.