George Pavlopoulos: Intervista al Rally Internazionale dell’Acropoli Storica e ai Giochi Regolari

Con il ritorno dello storico Rally Internazionale dell’Acropoli dopo 4 anni di assenza, abbiamo colto l’occasione per parlare con George Pavlopoulos, leader della corsa che si svolgerà dall’11 al 13 giugno sulle splendide strade dell’Attica.

Sorridente e allegro come sempre, George Pavlopoulos ha accettato volentieri il nostro invito, nonostante il suo carico di lavoro. La discussione ruotava attorno ai Giochi del Sistema Regolare e in particolare alla Corsa Regolare dell’Acropoli Storica Internazionale. Leggi tutte le cose interessanti che ci ha raccontato!

Intervista: Giannis Tsinafos

Foto: Archivio George Pavlopoulos

George Pavlopoulos e Regularity matchs a affair, come è iniziata davvero tutta questa attività?

“In un primo momento il mio amore per le auto e le corse automobilistiche si è unito all’altro mio amore e alla mia preoccupazione per questa età. Da qui la mia capacità di collezionista. Poi, alla partenza dello storico Rally dell’Acropoli, l’allora Presidente del Comitato Organizzatore Giannis Papabanagioto Ho richiesto l’assistenza dei Direttori Esecutivi del WRC Acropolis, così Hatsimichalis ed io siamo diventati E Draco è la prima squadra principale.Poi, parallelamente allo sport storico, ho iniziato a occuparmi di organizzazione e regolarità e nel 2008 ELPA mi ha proposto, e da allora, con brevi pause, sono diventato membro del comitato rally e salita della FIA Historic Cars”.

Molte persone non sanno cosa siano i giochi di regolarità, e in breve vorremmo dirvi esattamente cosa devono fare le squadre che partecipano a questi giochi.

“Le gare di regolarità sono rivolte ai possessori di auto storiche che, attraverso gare di questo tipo, si divertono a guidare la propria auto preferita. Organizzazioni di questo tipo si affidano alla “precisione” e non alla velocità. Cioè il guidatore è tenuto a percorrere una strada a quota fissa , velocità predeterminata. In altre parole, la persona che raggiungerà Non il miglior tempo di copertura, ma il tempo di copertura adeguato a una data velocità è il vincitore, ad esempio 40,5 km/h. “E sempre a una velocità inferiore a 50 km/h perché queste auto non corrono e gare di questo tipo si svolgono su strade aperte”.

Negli ultimi anni stiamo riscontrando molto interesse per queste gare, soprattutto da parte di un pubblico che non ha nulla a che fare con le corse o il campo del motorsport, come lo spieghi?

READ  Il concept e i suoi ospiti di intrattenimento dovrebbero tenere il passo con lo spettacolo natalizio del lunedì sera su Channel +.

“Guardate le gare di questo tipo, offrono soprattutto il divertimento e il piacere della guida su strada, soprattutto le gare campestri particolarmente interessate alla guida. Allo stesso tempo, i possessori di auto storiche trovano una buona occasione per un giro organizzato con amici, ma anche un’occasione per vivere nuove emozioni attraverso questi eventi.

Giorgos Pavlopoulos

È chiaro che le corse di regolarità nascondono competizione e battaglie per il primo posto, ma allo stesso tempo incontriamo un approccio più puro e romantico diciamo riguardo all’amore per l’auto, cosa ne pensa George Pavlopoulos?

“La competizione è presente in ogni attività umana. È nella natura umana. Ma poi c’è un equilibrio tra competizione e piacere. La partecipazione a una gara regolare con l’obiettivo di godere, per inciso, di un buon risultato porta euforia mentale. “

Ma parliamo del meraviglioso ritorno del consueto Rally storico internazionale dell’Acropoli dopo 4 anni di assenza, quanto siete contenti di questo evento?

“Qualunque cosa facciamo, è un enorme successo per il nostro Paese rigiocare la partita come partita di qualificazione per la Grand Final che metterà in risalto i campioni d’Europa. Molti Paesi hanno cercato questa opportunità e noi siamo uno di loro. Ma questo è solo il inizio. Il nostro obiettivo è raggiungere la Gran Finale in Grecia e credo che possiamo. Siamo in grado di raggiungerlo. Possiamo anche riportare lo storico Rally Acropolis Sport al Campionato Europeo. E lascia che te lo dica, sarei molto felice con l’idea che in qualche modo ho aiutato a realizzarlo.

Giorgos Pavlopoulos

Sappiamo che sei responsabile della lotta, ma quali sono le tue responsabilità?

“Faccio parte della squadra. Forse un po’ scontroso. Ma il progetto è un progetto di squadra. Tutti si presentano in una zona. Una partita funziona quando c’è una squadra ‘stretta e forte’. E sì, te la firmo , siamo un pugno”.

Diamo per scontato che assisteremo a un combattimento meticoloso da ogni punto di vista, ma che cosa aspettarsi di diverso, poiché è nella natura di George Pavlopoulos essere un protagonista.

READ  Come il mazzo dei Tarocchi è diventato un essere divino

Quest’anno è stato difficile. C’era il problema dell’epidemia e c’era un inspiegabilmente lungo ritardo nell’incarico, da OMAE ad ASMA, che ci ha messo molto indietro. Ma siamo abituati alle difficoltà. Con il presidente ASMA Katerina Halivelaki Lady of the Area, con una sensibilità per l’auto d’epoca, con l’esperto Nikos Poriotis e l’esperto team ASMA, il nostro obiettivo quest’anno è quello di avere una gara bella e corretta e se la nuova gestione OMAE deve affrontare la gara in tempo, per organizzare un tempo di gara record”.

È molto importante come pubblicità per il nostro paese, tali istituzioni. Possiamo secondo te, oltre alla parte perfettamente organizzata e concorrente, unire la parte di proiezione?

“I giochi di tipo regolare sono principalmente giochi con una forma turistica che pubblicizza il paese ospitante. Non è un caso che durante la presidenza di Manyatopoulos, il sottotitolo della quarta acropoli storica fosse “Nelle strade della cultura greca” ed era pensato per passare per i siti storici e turistici del nostro Paese: “Con l’aiuto degli organi statali competenti, siamo in grado di far funzionare la lotta come una grande dichiarazione per il nostro Paese”.

Il fatto che abbiamo un altro evento internazionale dovrebbe riempirci di ottimismo, quest’anno è promettente in termini di motorsport?

“No, sfortunatamente. C’è una grande frustrazione e una partenza costante di amministratori delegati esperti e appassionati di spazio, ma anche concorrenti. La politica parziale, gli interessi meschini hanno prevalso e lo spazio ha stabilito “barriere interconnesse e inesperte”. “Il tempo è molto vicino in cui non sarò in grado di sopportare ciò che vedo, dirò ‘Addio’ “Non sono soddisfatto di questo fatto”.

Conclusione Poiché la gara ha anche l’odore di un rally dell’Acropoli, non posso fare a meno di farti la domanda. Come si è sentito George Pavlopoulos quando ha saputo che la nostra gara nazionale è tornata e se aveva in mente il Rally Storico Internazionale dell’Acropoli.

READ  Come trasformare l'esercizio in divertimento

“Voglio confessarti che si è chiamato e ha detto che mi offro di aiutare anche come ultima guardia sulla strada privata più lontana.

Per noi anziani, il Rally dell’Acropoli è la nostra vita. Il grande evento dell’anno. Non ricordo chi vinse le partite nei miei anni da studente, ricordo bene – come oggi – le società con cui guardavamo, i nostri record e i nostri viaggi. Quindi la sensazione non è stata descritta. Non chiedetemi di raccontarvi le sensazioni più belle e intense che abbiamo provato all’Acropoli.

Solo chi l’ha provato lo capisce. Per quanto riguarda l’acropoli storica, come accennavo sopra, la strada è asfaltata. Siamo stati in grado di essere inclusi nella FIA nel 2020 come candidati per l’adesione al Campionato Paneuropeo, ma ciò non è avvenuto a causa della pandemia. Quest’anno abbiamo chiesto al PSC di restituire la domanda alla FIA da quando è stata approvata. Tuttavia, il PSC uscente sembra avere altre priorità.

Speriamo che coloro che si impegnano a trovare i documenti pertinenti agiscano di conseguenza a beneficio dello sport che amiamo”.. _Γ.Τ.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *