Dropbox ha lanciato un fondo di investimento incentrato sull’intelligenza artificiale da 50 milioni di dollari e ha introdotto funzionalità per l’intelligenza artificiale

Dropbox ha lanciato un fondo di investimento incentrato sull’intelligenza artificiale da 50 milioni di dollari e ha introdotto funzionalità per l’intelligenza artificiale

Crediti immagine: Techcrunch

Non contenta di sedersi ai margini della corsa all’IA generativa, Dropbox ha lanciato oggi Dropbox Ventures, un nuovo fondo di rischio da 50 milioni di dollari incentrato sulle startup dell’IA.

Dropbox Ventures, il ramo di investimento senior dell’azienda, fornirà tutoraggio e supporto finanziario per creare prodotti basati sull’intelligenza artificiale che “plasmano il futuro del lavoro”.

“Vogliamo sviluppare l’ecosistema AI e supportare la prossima generazione di startup che assumono un ruolo guida nel plasmare la moderna esperienza di lavoro attraverso il potere dell’IA”, ha affermato. “Dropbox è iniziato come una startup in fase iniziale con una semplice idea che si è evoluta in un servizio utilizzato da centinaia di milioni di persone in tutto il mondo, quindi abbiamo una prospettiva unica su ciò che serve per aiutare questo tipo di aziende a passare alla fase successiva di crescita e di impatto”.

I capitali di rischio (VC) hanno costantemente rafforzato le loro posizioni nell’IA negli ultimi anni, guidati più di recente dalla crescita dell’IA generativa. secondo Secondo GlobalData, solo lo scorso anno le startup AI hanno ricevuto finanziamenti per oltre 52 miliardi di dollari tramite più di 3.300 accordi.

Le iniziative aziendali sono una fonte importante di questo finanziamento. Ad esempio, Salesforce Ventures, la divisione di capitale di rischio di Salesforce, prevede di iniettare 500 milioni di dollari nelle startup che sviluppano tecnologie di intelligenza artificiale generativa. una giornata lavorativa recentemente Ha aggiunto $ 250 milioni al suo fondo di capitale di rischio esistente per supportare le startup di intelligenza artificiale e machine learning. E IA apertaLa società dietro il chatbot virale, ChatGPT, ha raccolto 175 milioni di dollari da investire nelle startup AI.

READ  Il malware FlyTrap Android viene utilizzato per hackerare gli account Facebook

“Abbiamo investito nell’intelligenza artificiale e nell’apprendimento automatico per molto tempo e abbiamo iniziato a integrare l’apprendimento automatico nei nostri prodotti dal 2016 per rendere il lavoro più efficiente per i nostri clienti e aiutarli a risparmiare tempo”, ha affermato Srinivasan. “Negli ultimi mesi, i recenti progressi nell’intelligenza artificiale e nell’apprendimento automatico hanno aperto un intero nuovo mondo di possibilità che crediamo ci aiuteranno ad accelerare… la nostra missione di progettare un modo di lavorare più informato”.

Nuove funzionalità alimentate dall’intelligenza artificiale

Dropbox ha messo i suoi soldi dove andare, annunciando oggi nuove aggiunte basate sull’intelligenza artificiale al suo principale prodotto di cloud storage.

La prima, chiamata Dropbox Dash, è una barra di ricerca “universale” in grado di visualizzare strumenti, contenuti e app da piattaforme di terze parti tra cui Google Workspace, Microsoft Outlook, Salesforce e Notion. Progettato per aiutare a trovare e organizzare diversi tipi di contenuti, Dash “impara, si evolve e migliora” man mano che i clienti lo utilizzano, afferma Dropbox.

Scatto di Dropbox. Crediti immagine: casella personale

“Presto, Dash sarà in grado di estrarre le informazioni tue e della tua azienda per rispondere alle domande ed evidenziare contenuti pertinenti utilizzando l’intelligenza artificiale generativa”, ha scritto la società in un post sul blog. “Non avrai bisogno di setacciare tutti i collegamenti e le pagine interne della tua azienda per scoprire quando sarà la prossima festività aziendale: potrai solo chiedere a Dash e ottenere rapidamente una risposta.”

Oltre a visualizzare i contenuti, Dash può creare pile di collegamenti, fornendo un modo per salvare, organizzare e recuperare gli URL. È possibile accedere alle pile dalla nuova pagina iniziale, che ospita anche scorciatoie per il lavoro a cui si è avuto accesso di recente in Dropbox e nella barra di ricerca di Dash.

La nuova home page di Dropbox. Crediti immagine: casella personale

Un’altra nuova innovazione di Dropbox AI è Dropbox AI, che riassume ed estrae le informazioni dai file archiviati nel tuo account Dropbox.

READ  Avvisi e-mail per notifiche di biglietti falsi

Alimentato dal modello OpenAI tramite l’API OpenAI, Dropbox AI può rivedere e generare riepiloghi da documenti e anteprime video. Può rispondere alle domande in modo simile a un chatbot, attingendo ai contenuti di documenti di ricerca, contratti, registrazioni di riunioni e altro ancora.

Al momento del lancio, Dropbox AI funziona con le anteprime dei file. Ma presto si espanderà a cartelle e interi account Dropbox.

“Dash e Dropbox AI sono solo gli ultimi esempi di come l’IA e il machine learning possono migliorare il modo in cui lavorano i nostri clienti”, ha affermato Srinivasan. “È chiaro che i clienti hanno bisogno di un’intelligenza artificiale più personalizzata e stiamo vedendo applicazioni in tutto il nostro portafoglio per reinventare davvero quelle esperienze… Pensiamo che al mondo del cloud manchi un livello organizzativo in tutto e pensiamo che Dropbox sia particolarmente adatto per essere quell’auto- organizzare un contenitore digitale.” “

Data la tendenza dell’IA a deragliare, ci si potrebbe interrogare sull’accuratezza dei riepiloghi AI di Dropbox. Sono coerenti? Ci si può fidare?

Per dissipare le preoccupazioni, Dropbox ha ribadito il proprio impegno a costruire tecnologie di intelligenza artificiale “il più eque e affidabili possibile”. Naturalmente, le parole dell’azienda non hanno lo stesso peso, ad esempio, di un audit indipendente, ma prendile per quel che valgono.

“In questa nuova era dell’intelligenza artificiale, è più importante che mai proteggere la privacy dei nostri clienti, agire in modo trasparente e ridurre i pregiudizi nelle nostre tecnologie di intelligenza artificiale”, ha scritto Dropbox.

Dropbox Dash è attualmente disponibile in inglese per clienti selezionati in versione beta. L’intelligenza artificiale di Dropbox per le anteprime dei file è in Alpha ed è disponibile negli Stati Uniti per tutti i clienti di Dropbox Pro pre-rilascio per sottolineare la differenza di Dropbox.

READ  A San Jeronimo Sud entrerà in funzione un Centro di formazione sull'innovazione tecnologica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *