Apple afferma che il suo App Store ha impedito transazioni fraudolente per oltre 2 miliardi di dollari l’anno scorso

Apple afferma che il suo App Store ha impedito transazioni fraudolente per oltre 2 miliardi di dollari l’anno scorso

Crediti immagine: Techcrunch

Lo scorso anno l’App Store di Apple ha impedito transazioni fraudolente per oltre 2 miliardi di dollari, ha dichiarato il colosso della tecnologia in una nota comunicato stampa Martedì. La società afferma di aver rifiutato quasi 1,7 milioni di app nel 2022 per non aver soddisfatto gli standard di privacy e sicurezza dell’App Store.

Il comunicato stampa arriva mentre Apple deve affrontare una spinta continua per aprire i suoi iPhone e iPad agli app store di terze parti. L’anno scorso, l’Unione Europea ha approvato un Digital Markets Act che entrerà in vigore nel 2024 e costringerà le principali aziende tecnologiche a consentire app store alternativi sulle loro piattaforme, offrendo agli sviluppatori una scelta nella distribuzione delle app e agli utenti la possibilità di scaricare app da diverse fonti.

Dopo che l’Unione Europea ha approvato il Digital Markets Act, bloomberg Ha riferito che Apple si stava preparando a consentire agli app store alternativi sui suoi iPhone e iPad di conformarsi ai requisiti imminenti. Secondo quanto riferito, la società rilascerà le modifiche come parte del rilascio di iOS 17 quest’anno.

Apple ha discusso a lungo Tale sideload, che si riferisce al processo di installazione di un’app su un telefono o tablet senza utilizzare l’app store ufficiale del dispositivo, esporrebbe gli utenti a rischi per la sicurezza. L’idea del sideload e delle commissioni dell’App Store è stata anche al centro della disputa di lunga data di Apple con Epic. Apple ha pressioni dei legislatori statunitensi sui pericoli del sideload, sostenendo che mantiene uno stretto controllo sulle app nel suo App Store per proteggere gli utenti.

READ  Apple Music introduce nuove funzionalità: playlist collaborative,

Durante il comunicato stampa di oggi, Apple ribadisce che sono le misure di sicurezza, incluso il processo di revisione dell’App Store, che l’hanno aiutata a prevenire transazioni fraudolente. La società osserva che “nell’ultimo anno ha protetto gli utenti da quasi 57.000 app non affidabili da vetrine illecite, che non hanno le stesse protezioni di privacy e sicurezza integrate dell’App Store”. La dichiarazione sottolinea essenzialmente la posizione del gigante della tecnologia sugli app store di terze parti. Apple continua a notare che “i mercati non autorizzati distribuiscono software dannoso che può imitare o modificare app popolari senza il consenso dei loro sviluppatori”.

Nonostante gli sforzi di Apple, va notato che il processo di revisione delle app di Apple non è perfetto e non garantisce che gli utenti iOS siano sempre protetti da truffe e truffe o addirittura da Malware all’interno dell’App Store.

Nel comunicato stampa, Apple ha anche pubblicizzato la sicurezza delle tecnologie di pagamento come StoreKit e Apple Pay, osservando di aver bloccato l’utilizzo di quasi 3,9 milioni di carte di credito rubate per effettuare acquisti fraudolenti e di aver impedito a 714.000 account di effettuare nuovamente transazioni.

La società ha anche indicato di condurre una serie di controlli di sicurezza su ciascuna applicazione prima che raggiunga l’App Store al fine di proteggere gli utenti. L’anno scorso, la società ha rifiutato quasi 1,7 milioni di app per vari motivi, tra cui frodi e problemi di privacy. Quasi 24.000 app sono state bandite o rimosse dall’App Store a causa di violazioni di bait-and-switch.

La società afferma che più di 153.000 app rifiutate dall’App Store lo scorso anno sono risultate essere spam, imitazioni o fuorvianti. Inoltre, quasi 29.000 domande sono state respinte perché contenevano funzionalità nascoste o non documentate. La società afferma che più di 400.000 app sono state respinte per violazioni della privacy.

READ  La versione di prossima generazione è prevista per il 2021, ma non è confermata

Il comunicato stampa continua a notare che lo scorso anno Apple ha chiuso più di 428.000 account sviluppatore per possibile attività fraudolenta. Ha inoltre rifiutato quasi 105 milioni di iscrizioni all’Apple Developer Program a causa di sospette attività fraudolente. Inoltre, Apple ha disabilitato oltre 282 milioni di account cliente associati ad attività fraudolente e abusive e ha bloccato 198 milioni di nuovi account fraudolenti prima che potessero essere creati.

Mentre Apple deve affrontare continue pressioni per aprire i suoi iPhone e iPad agli app store di terze parti, l’azienda utilizza principalmente il comunicato stampa di oggi per pubblicizzare le sue tecnologie di sicurezza e pagamento dell’App Store come un modo per ribadire la sua posizione sul sideload e sul supporto di terze parti. App Store.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *