Una manciata di geni preistorici che hanno guidato la rivoluzione tecnologica dell’umanità (e quali sono state le loro invenzioni)

  • Nicola R
  • Conversazione *

fonte dell’immagine, Getty Images

didascalia,

Mezzo milione di anni fa, alcuni geniali individui hanno inventato gli strumenti che ci hanno permesso di progredire come specie.

Durante il primo milione di anni dell’evoluzione umana, le tecnologie sono lentamente cambiate.

Circa tre milioni di anni fa, i nostri antenati producevano schegge di pietra e mulini primitivi. Due milioni di anni fa, asce manuali.

Un milione di anni fa, i primi umani usavano il fuoco occasionalmente, ma con difficoltà.

Dopo, 500.000 anni fa, il cambiamento tecnologico ha accelerato Quando apparivano le punte di lancia, producevano fuoco, asce, perline e archi.

Questa rivoluzione tecnologica non è stata opera di un solo popolo. Le innovazioni sono nate in diversi gruppi (moderno Homo sapiens, Neanderthal e forse anche Neanderthal) e poi si sono diffuse.

Molte invenzioni importanti erano uniche. Invece di essere inventato da persone diverse in modo indipendente, è stato scoperto una volta e poi condiviso.

Ciò significa che Alcune persone intelligenti hanno fatto molte grandi invenzioni nella storia. E non erano tutti umani moderni.

punta di lancia

500.000 anni fa in Sud Africa, primo Homo sapiens Per la prima volta legò lame di pietra a lance di legno, creando una punta di diamante.

Le punte di lancia furono rivoluzionarie sia come armi che come primi “strumenti combinati” per combinare i componenti.

fonte dell’immagine, Getty Images

didascalia,

Le lance con la punta di pietra furono i primi strumenti per combinare oggetti diversi.

La punta di diamante si è diffusa, apparendo 300.000 anni fa nell’Africa orientale e nel Medio Oriente, e poi 250.000 anni fa in Europa, ed è stata utilizzata dai Neanderthal.

Questo schema indica che la punta di diamante è passata gradualmente da un popolo all’altro, dall’Africa all’Europa.

fuoco ardente

400.000 anni fa, tracce di fuoco, tra cui carbone e ossa bruciate, divennero comuni in Europa, Medio Oriente e Africa.

È successo più o meno alla stessa ora ovunque, e non a caso in luoghi separati, il che indica un’invenzione e quindi una rapida diffusione.

Se è così, allora è probabile che l’uso diffuso del fuoco sia un segno L’invenzione del fuoco d’attrito: un bastone che viene fatto ruotare su un altro pezzo di legno fino a quando non inizia a bruciare, tecnica ancora utilizzata da cacciatori e raccoglitori.

curiosamente, La più antica testimonianza dell’uso regolare del fuoco proviene dall’Europa, allora abitata dai Neanderthal. I Neanderthal hanno governato per primi il fuoco? Perchè no?

I loro cervelli erano grandi quanto i nostri. Lo usavano per qualcosa e vivevano gli inverni dell’era glaciale in Europa, i Neanderthal avevano bisogno del fuoco più dell’Homo sapiens africano.

ascia

270.000 anni fa in Africa centrale, le asce a mano iniziarono a scomparire, sostituite da una nuova tecnologia, l’ascia di base.

Sembravano piccole e robuste asce, ma erano strumenti radicalmente diversi.

Graffi microscopici mostrano che gli assi primari Erano legati con manici di legno, che formava un’ascia con un manico.

fonte dell’immagine, Getty Images

Gli assi si diffusero rapidamente in tutta l’Africa, e poi gli umani moderni li portarono in Arabia, in Australia e infine in Europa.

arredamento

I resoconti più antichi hanno 140 mila anni e provengono dal Marocco.

sono stati fatti perforazione di gusci di lumaca Quindi infilarli con il filo.

A quel tempo, l’antico Homo sapiens abitava il Nord Africa, quindi i suoi creatori non erano gli umani moderni.

Le perle sono apparse più tardi in Europa, da 115.000 a 120.000 anni fa, utilizzate dai Neanderthal e infine adottate dagli esseri umani moderni in Sud Africa 70.000 anni fa.

Arco e freccia

Le punte di freccia più antiche sono apparse in Sud Africa più di 70.000 anni fa e potrebbero essere state realizzate dagli antenati dei Boscimani, che vissero lì 200.000 anni fa.

Gli archi si sono poi diffusi agli umani moderni nell’Africa orientale e nell’Asia meridionale 48.000 anni fa, in Europa 40.000 anni fa e infine in Alaska e nelle Americhe 12.000 anni fa.

fonte dell’immagine, Getty Images

didascalia,

La lancia e le punte di freccia furono tra le prime invenzioni dell’Homo sapiens.

tecnologia commerciale

Non è impossibile che le persone possano aver inventato tecnologie simili in diverse parti del mondo nello stesso periodo, e in alcuni casi questo deve essere successo.

Ma la spiegazione più semplice per i dati archeologici che abbiamo è che invece di reinventare le tecnologie, Molte scoperte sono state fatte solo una volta e poi si sono diffuse ampiamente.

Dopotutto, fare meno innovazioni richiede meno assunzioni. Ma come si è diffusa la tecnologia?

È improbabile che le persone preistoriche percorressero lunghe distanze attraverso terre detenute da tribù ostili (sebbene ci fossero migrazioni significative nel corso delle generazioni), quindi è possibile che gli africani non conoscessero i Neanderthal in Europa, o viceversa.

Invece, la tecnologia e le idee si diffondono, Da un gruppo e tribù all’altro, e poi, in una vasta serie che collegava il moderno Homo sapiens nell’Africa meridionale, gli antichi umani nell’Africa settentrionale e orientale e i Neanderthal in Europa.

Il conflitto potrebbe aver alimentato lo scambio, con persone che hanno rubato o sequestrato strumenti e armi.

I nativi americani, ad esempio, acquistavano cavalli dagli spagnoli attraverso le loro famiglie.

Ma è possibile che le persone fossero spesso limitate a tecniche di scambioSemplicemente perché è più sicuro e più facile.

Ancora oggi, cacciatori e raccoglitori commerciano con pochi soldi. Ad esempio, i cacciatori di Hadzab scambiano il miele con punte di freccia di ferro prodotte dalle tribù vicine.

fonte dell’immagine, Libreria fotografica scientifica

didascalia,

La tribù Hadzabe in Tanzania è considerata una delle ultime tribù di cacciatori-raccoglitori al mondo.

L’archeologia mostra che questo commercio è antico. Perle di guscio d’uovo di struzzo sono state trovate dal Sud Africa, fino a 30.000 anni, Più di 300 km dal luogo di produzione.

Infine, non dobbiamo trascurare generosità umana; Alcuni scambi potrebbero essere solo regali.

Certo, la storia umana e la preistoria erano piene di conflitti, ma allora, come adesso, le tribù potrebbero aver avuto interazioni pacifiche (dolci, matrimoni, amicizie) e potrebbero semplicemente aver ricevuto la tecnologia in dono ai loro vicini.

Geni dell’età della pietra

Il modello che vediamo qui – la singola origine, quindi la diffusione delle innovazioni – ha un’altra notevole influenza. Il progresso può dipendere fortemente dagli individui, piuttosto che essere l’inevitabile conseguenza di forze culturali più vaste.

Considera l’arco. È molto utile che la sua invenzione sia ovvia e inevitabile. Ma se fosse davvero chiaro, vedremmo che le balestre sono state inventate più e più volte in diverse parti del mondo.

Ma i nativi americani non hanno inventato l’arco, né gli aborigeni australiani né i popoli dell’Europa e dell’Asia.

fonte dell’immagine, BBC/Maerid McClain

Sembra invece che un astuto Boscimane abbia inventato l’arco e poi tutti lo abbiano adottato.

L’invenzione di quel cacciatore cambierà il corso della storia umana Per migliaia di anni ha determinato il destino di popoli e imperi.

Il modello preistorico è simile a quello che abbiamo visto in epoca storica.

Alcune innovazioni si sono sviluppate frequentemente: agricoltura, civiltà, calendari, piramidi, matematica, scrittura e birra sono state inventate indipendentemente in tutto il mondo, ad esempio.

Alcune invenzioni possono essere abbastanza ovvie da apparire in modo prevedibile in risposta ai bisogni delle persone.

Ma diverse importanti innovazioni (La ruota, la polvere da sparo, la stampa, le staffe, il compasso) sembra essere stato inventato solo una volta, prima che diventasse pubblico.

così come una manciata di persone (Steve Jobs, Thomas Edison, Nikola Tesla, I fratelli Wright, James Watt, Archimede) ha svolto un ruolo enorme nel guidare il nostro sviluppo tecnologico, il che significa che le persone altamente creative hanno avuto un impatto enorme.

Ciò indica che le prospettive per una grande innovazione tecnologica sono basse.

Forse non era inevitabile che fuoco, punte di lancia, asce, perline o archi sarebbero stati dissotterrati quando furono scoperti.

Allora, come oggi, una persona poteva letteralmente cambiare il corso della storia, con Nient’altro che un’idea.

* Nicola R. Longrich è professore di paleontologia e biologia evoluzionistica presso l’Università di Bath, Regno Unito

Questo articolo è apparso originariamente su The Conversation. Puoi leggere l’originale (in inglese) qui.

Ricorda, puoi ricevere notifiche da BBC News Mundo. Scarica e attiva l’ultima versione della nostra app per non perderti i nostri migliori contenuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.