Gli aggiornamenti Android stanno diventando più veloci, ma stanno anche diventando più sporadici

Gli aggiornamenti Android stanno diventando più veloci, ma stanno anche diventando più sporadici

Negli ultimi anni, il problema di fornire agli utenti importanti aggiornamenti Android è diventato più rapido che mai, ma allo stesso tempo le implementazioni sembrano essere più sporadiche e casuali che mai. E ‘veramente un problema? Discutiamone.


Questa edizione di 9to5Google Weekender fa parte della rinnovata newsletter 9to5Google che mette in evidenza le storie più importanti di Google con commenti aggiunti e altre curiosità. Registrati qui Per riceverlo in anticipo nella tua casella di posta!


Per molti anni gli aggiornamenti Android sono stati lo zimbello del sistema operativo. Uso sporadico di diverse versioni del sistema operativo, disponibilità casuale di funzionalità, periodo di tempo durante il quale gli aggiornamenti sono stati resi disponibili e altro ancora. È stato molto difficile tenere traccia di tutto, dando alla piattaforma una reputazione tutt’altro che ideale. Ma le cose sono cambiate, soprattutto negli ultimi anni molto.

Mentre i primi telefoni Pixel ricevono solo tre anni di aggiornamenti, Google ora supporta la serie Pixel 8 per sette anni leader del settore. Samsung, che impiega regolarmente quasi un anno per rilasciare un importante aggiornamento Android al giorno, sta attualmente lanciando l’aggiornamento Android 14 su dozzine di dispositivi, un processo iniziato appena un mese dopo l’aggiornamento dei telefoni Pixel. Google continua a offrire sempre più flessibilità anche negli aggiornamenti, con molte nuove funzionalità Android introdotte tramite metodi esterni al tradizionale aggiornamento del sistema.

Tuttavia, c’è una tendenza evidente che continua.

Gli aggiornamenti Android, sebbene la loro cadenza sia migliorata, sembrano oggigiorno più sporadici.

Per prima cosa, diamo un’occhiata ai pixel. I rilasci di funzionalità di Google sono diventati un evento trimestrale che attendiamo con ansia, ma le cose sono cambiate rispetto al primo evento. Il primo è arrivato per lo più come una sorpresa ed è riuscito a mettere tutte le sue nuove funzionalità nelle mani dei possessori di Pixel in un giorno. Avanti veloce fino ad oggi e per molti la versione di dicembre 2023 ha impiegato del tempo per arrivare effettivamente. Nei giorni successivi le OTA non erano visibili a molti utenti e, anche dopo l’installazione, alcune funzionalità non erano ampiamente disponibili a tutti.

READ  "La chiamiamo la stanza dei cattivi."

In una certa misura, le implementazioni graduali sono solo una parte del programma di Google. Quando un’azienda annuncia una nuova funzionalità, puoi aspettarti che siano necessari diversi giorni per raggiungere tutti. Ci sono dei vantaggi in questo, di cui parleremo, ma è comprensibilmente frustrante per alcuni.

Un altro esempio evidente, e probabilmente più ampio, della natura sempre più sporadica degli aggiornamenti Android è Samsung.

Il lancio di One UI 6 per i dispositivi Samsung Galaxy è iniziato rapidamente, portando Android 14 su più di una dozzina di dispositivi in ​​poche settimane sui dispositivi Pixel. Ma non c’era molta rima o ragione per l’avvio. La serie Galaxy S23 ha ricevuto l’aggiornamento per la prima volta il 31 ottobre, ma l’aggiornamento non è arrivato in Corea (o ampiamente negli Stati Uniti) per alcune settimane. Gli ultimi dispositivi dell’azienda, Galaxy Z Fold 5 e Flip 5, sono stati aggiornati dopo un po’, ma ci sono volute quasi altre due settimane per completarli. Accedi ai moduli sbloccati.

Le implementazioni Samsung in genere seguono questa strada, in cui gli aggiornamenti impiegano un po’ di tempo per essere implementati completamente in tutte le regioni, varianti e operatori per un determinato dispositivo, ma è comunque molto frustrante. 9to5Google Mantiene un elenco dei progressi degli aggiornamenti di Samsung, ma anche questo non può andare oltre nel dettaglio dove sono disponibili questi aggiornamenti perché è troppo complesso.

Questo ci porta alla domanda importante.

È davvero una brutta cosa?

Gli aggiornamenti Android sono complessi, soprattutto per più dispositivi con un’ampia varietà di varianti. Potrebbero esserci modifiche che richiedono una configurazione separata per alcuni operatori, anche su un dispositivo sbloccato. L’enorme impresa di spingere le agenzie di viaggio online a centinaia di migliaia, forse anche milioni, di clienti contemporaneamente è un’impresa enorme. Pertanto, c’è molto spazio perché qualcosa vada storto, e questo è l’unico caso in cui questo lancio graduale e graduale ha senso.

READ  Riot Games ha ricevuto reazioni negative dopo aver rivelato "2XKO" come nome ufficiale del suo nuovo gioco di combattimento, League of Legends.

Quando gli aggiornamenti iniziano a essere distribuiti, accade qualcosa che causa un problema e abbiamo visto molti esempi di queste distribuzioni interrotte prima che influenzino tutti gli utenti. Nel 2021, Google ha sospeso l’applicazione mensile delle patch per Pixel 6 a causa di problemi di connettività rilevati durante il lancio iniziale. Allo stesso modo, Nvidia si è presa una pausa durante un importante lancio di Android TV per Shield TV per risolvere alcuni problemi.

Tuttavia, era chiaro che Google, almeno in una certa misura, voleva che tutto ciò fosse migliore. Da un po’ di tempo, il pulsante “Verifica aggiornamenti” di Android fa effettivamente quello che dice. Ma ora non sempre funziona. Anche se un aggiornamento viene annunciato ed è disponibile, potresti non essere in grado di ottenerlo immediatamente.

Personalmente, sono sempre stato combattuto su questo argomento, ma sembra che ci sia spazio per un migliore equilibrio nel modo in cui eseguiamo questi aggiornamenti, e potrebbe essere abbastanza semplice. Se la verifica degli aggiornamenti funziona davvero, le aziende che necessitano di verificare la presenza di problemi possono farlo con gli utenti che desiderano immediatamente l’aggiornamento. E per molti, molto Le persone arriveranno online quando arriveranno, proprio come sempre. Mi sembra una vittoria.


Le novità più importanti di questa settimana

Beeper Mini porta iMessage su Android… per pochi giorni

iMessage su Android è stato un sogno per molti anni, ma Apple chiaramente non è interessata a realizzarlo. Pertanto, ci sono stati molti sforzi da parte di terzi per portare il servizio Apple su Android, principalmente attraverso server farm Mac che hanno una sicurezza tutt’altro che ideale. Tuttavia, Beeper Mini era diverso, poiché decodificava iMessage per offrire un’esperienza “autentica”.

READ  Coach Media rinomina PLAION

Ma sfortunatamente, dopo meno di una settimana, l’app sembra aver smesso di funzionare. Ha funzionato benissimo, ma sembra che Apple sia riuscita a fermarlo.

Vedi la nostra copertura di Beeper di seguito.

Google Gemini qui

Nel mondo dell’intelligenza artificiale, Google ha introdotto il suo ultimo grande modello. Gemini è il nuovo cavallo di battaglia del Bard ed è disponibile in tre versioni: Gemini Nano che può essere eseguito sul dispositivo, Gemini Pro che esegue Bard e NotebookLM e Gemini Ultra, che arriverà il prossimo anno con capacità ancora maggiori.

OnePlus 12 è diventato ufficiale in Cina

Nel frattempo, in Cina, OnePlus ha lanciato ufficialmente il suo prossimo fiore all’occhiello, OnePlus 12. Il lancio globale è previsto all’inizio del prossimo anno, ma qui c’è molto da aspettarsi.

Altre storie principali


Dal resto delle 9 alle 5

9to5Mac: I cinturini FineWoven per Apple Watch sono davvero migliori dei cinturini in pelle?

Elettrico: Tesla Model Y è l’auto dell’anno di Electrek

9to5Giocattoli: Il nuovo supporto MagSafe di Elago presenta un design StandBy-first e Macintosh

FTC: Utilizziamo collegamenti di affiliazione automatici per guadagnare entrate. Di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *