Un rapporto dell’intelligence tedesca rivela come l’Iran stia cercando di ottenere la tecnologia nucleare

Un nuovo rapporto dell’intelligence tedesca, dallo stato più settentrionale dello Schleswig-Holstein, ha rivelato informazioni dettagliate sui metodi segreti usati dall’Iran per coprire I suoi tentativi di assicurare la tecnologia illegale alle armi più pericolose del mondo.

I paesi interessati alle armi nucleari, come l’Iran e la Corea del Nord, stanno cercando di aggirare le precauzioni di sicurezza e le normative legali sull’esportazione e nascondere le attività di approvvigionamento illegale. Per farlo, spesso ricorrono a mezzi e metodi cospiratori, secondo il rapporto dell’agenzia di intelligence.

Il documento dell’intelligence, pubblicato dal Jerusalem Post, indicava che “la proliferazione nucleare rimane uno dei compiti centrali del controspionaggio nello Schleswig-Holstein”.

Includere I metodi del regime iraniano per ottenere armi illegali di distruzione di massaSecondo il rapporto dell’intelligence, “la creazione di una società neutrale per ingannare l’acquirente sulla vera natura della vendita e per creare reti di acquisto illegale affiliate a società di facciata e intermediari”.

L’agenzia di intelligence ha affermato che il regime iraniano potrebbe anche utilizzare “consegne distorte attraverso paesi terzi per non determinare l’acquirente finale”.

Secondo l’intelligence, la Repubblica islamica può anche “distribuire attività di approvvigionamento illegale in molte singole consegne ignare per evitare di smascherare l’intera attività”.

Teheran potrebbe anche “nascondere l’utente finale” e “nascondere l’individuo, l’azienda o l’istituzione presso la quale i beni alla fine rimangono”.

Il rapporto afferma che lo stato confinante dello Schleswig-Holstein è un centro per “molte aziende, nonché università, college e università di scienze applicate che hanno conoscenze tecniche sensibili”.

L’agenzia di intelligence ha affermato che nel 2020 ha condotto una conversazione con aziende e istituzioni accademiche per “renderle consapevoli” dei tentativi di “antiproliferazione”. Il regime iraniano è stato citato 19 volte nel rapporto dell’intelligence di 218 pagine che copre le minacce alla sicurezza dello Stato.

READ  20% di etanolo nel petrolio... obiettivo 2025

Nel contesto degli acquisti di proliferazione illegale, il rapporto afferma: “I prodotti che possono essere utilizzati sia a livello civile che militare sono di particolare importanza (i cosiddetti beni a duplice uso) in quanto dovrebbero essere più facili da ottenere. Paesi come l’Iran e la Corea del Nord continuano a cercare tali prodotti e tecnologie. E la conoscenza scientifica “.

Nel 2013, un tribunale di Amburgo ha condannato 3 iraniani di doppia nazionalità tedesca e cittadinanza tedesca per aver violato la legge tedesca sull’esportazione.

Gli uomini usati come negoziatore per la Repubblica islamica per consegnare attrezzature nucleari in Iran. I pubblici ministeri hanno dichiarato nel 2012: “Nel 2010 e nel 2011, si ritiene che i sospetti abbiano contribuito a fornire valvole speciali per costruire un reattore ad acqua pesante in Iran, violando così il divieto sull’Iran”.

Il quotidiano “Jerusalem Post” ha riferito, martedì, che un nuovo rapporto preparato dal servizio generale di intelligence e sicurezza olandese (AIVD) conferma che il regime iraniano ha cercato di ottenere la tecnologia nel 2020 per le armi di distruzione di massa.

Il mese scorso il Washington Post ha anche riferito che l’Agenzia di intelligence statale bavarese in Germania ha affermato che “i paesi interessati e interessati alla tecnologia nucleare, come l’Iran e la Corea del Nord, stanno compiendo sforzi per espandere e modernizzare continuamente le armi di distruzione di massa”.

Lo scorso aprile, il quotidiano ha riferito che l’Agenzia di sicurezza svedese ha rivelato nel suo rapporto di intelligence per il 2020 che l’Iran aveva cercato di ottenere la tecnologia svedese per il suo programma di armi nucleari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *