Secondo l’ECDC, Spagna, Francia, Italia e Polonia sono tra i paesi più sicuri in cui viaggiare

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ha rivelato che Spagna, Francia, Italia e Polonia sono tra i paesi dell’UE più sicuri in cui viaggiare a causa di diverse settimane di bassi tassi di malattia.

Secondo gli ultimi dati raccolti settimanalmente e pubblicati dall’ECDC, è stato riscontrato che la maggior parte delle regioni dei suddetti paesi ha identificato meno di 50 casi di coronavirus per 100.000 abitanti e ha avuto un tasso di positività inferiore al 4% negli ultimi due settimane.

Pertanto, tutte le seguenti regioni elencate di seguito sono attualmente colorate in verde:

  • Regioni Italia: Puglia, Molise, Abruzzo, Umbria, Sardegna, Piemonte, Liguria, Lombardia, Friuli Venezia Giulia
  • Regioni della Francia: Bretagna, Normandia, Haut-de-France, Grand Est, Bourgogne-Franche-Comte, Centre Val-de-Loire, Nuova Aquitania
  • Regioni della Spagna: Galizia, Asturie, Castiglia e León, Estremadura, Andalusia, La Rioja, Navarra, Murcia, Valencia
  • Regioni della Polonia: Pomerania, Cuiavia-Pomerania, Wielkopolskie, Lubusz, Bassa Slesia, Opole Slesia, Piccola Polonia, Bassi Carpazi, Provincia della Santa Croce, ód


Ciò significa che i viaggiatori non sono più scoraggiati dal viaggiare da o verso i paesi, in particolare le aree sopra menzionate, poiché il rischio di contrarre un’infezione è relativamente basso, riporta SchengenVisaInfo.com.

Questa è una buona notizia per tutti, soprattutto per coloro che intendono viaggiare durante le vacanze autunnali e invernali, poiché significa che non saranno tenuti a seguire le regole di ingresso una volta arrivati.Ritornare nei loro paesi finché queste aree rimangono nell’elenco di aree sicure.

Inoltre, qualsiasi viaggiatore che può dimostrare di essere stato completamente vaccinato contro il virus o di essersi ripreso può recarsi in questi paesi senza dover seguire le regole dei test e dell’autoisolamento. Tuttavia, in casi speciali, potrebbero dover soddisfare altri requisiti, come la compilazione di un modulo di registrazione.

READ  Gerapetritis: la ristorazione e l'intrattenimento si dividono in due categorie

Per questo motivo, al fine di evitare qualsiasi disinformazione e inconveniente, si consiglia a tutti di verificare le regole di ingresso del proprio paese di destinazione prima di mettersi in viaggio.

Uno dei motivi principali per cui la maggior parte delle regioni di Spagna, Francia, Italia e Polonia sono inserite nella lista verde è dovuto al successo delle campagne di vaccinazione nei paesi. Inoltre, l’obbligo di munirsi di tessera sanitaria COVID-19 per recarsi in luoghi diversi ha svolto un ruolo essenziale nel miglioramento della situazione epidemiologica.

Attualmente il Corridoio Verde Italiano, estensione della certificazione digitale UE COVID-19, è obbligatorio per tutte le persone, turisti compresi, che vogliono accedere a bar, caffè, ristoranti, teatri, musei, eventi sportivi, parchi tematici, convegni e meeting , tra gli altri. Inoltre, la carta è obbligatoria anche per chiunque desideri partecipare a uno qualsiasi dei mezzi di trasporto.

Allo stesso modo, tutte le persone che intendono recarsi in Francia devono avere un certificato digitale UE COVID-19 valido o altro certificato equivalente che dimostri che sono state vaccinate, curate o risultate negative nelle ultime 48 ore, poiché il paese richiede a tutti di avere un certificato medico card in modo da poter accedere alla maggior parte dei luoghi e dei servizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *