Percezione della disponibilità all'apprendimento interprofessionale tra i medici etiopi residenti presso l'Università di Addis Abeba: uno studio con metodi misti | Educazione medica BMC

Percezione della disponibilità all'apprendimento interprofessionale tra i medici etiopi residenti presso l'Università di Addis Abeba: uno studio con metodi misti |  Educazione medica BMC

progettazione dello studio

Abbiamo scelto un disegno multimetodo parallelo e abbiamo confrontato i risultati dei dati quantitativi e qualitativi, raccolti dal 1 maggio al 30 giugno 2021. Triangolando i dati, abbiamo mirato a una comprensione più profonda delle percezioni dei residenti. Prepararsi per l'IPL.

Strumenti di raccolta dati, produttori e determinazione della dimensione del campione

Per quanto riguarda i dati quantitativi, i dati sociodemografici e le percezioni sulla preparazione dei residenti riguardo ai dati di apprendimento professionale sono stati raccolti utilizzando un questionario strutturato sviluppato per questo studio. È stato somministrato il questionario cartaceo strutturato sviluppato (che comprende anche il questionario RIPLS). Il questionario RIPS (Readiness for Professional Learning Scale) è stato somministrato per esaminare la percezione dei residenti sulla preparazione all'IPL. La scala RIPLS è stata scelta perché considerata uno strumento valido per misurare la disponibilità degli operatori sanitari post-laurea a impegnarsi nell'apprendimento interprofessionale in diverse parti del mondo. [21], sebbene non sia stato specificamente convalidato nel contesto etiope o africano. Il questionario è stato sperimentato su dieci specializzandi chirurgici; Non sono stati individuati problemi di chiarezza. Sono stati inclusi tutti gli specializzandi di medicina interna e neurologia del 2021 che hanno dato il consenso informato. Il questionario RIPLS è stato autosomministrato agli specializzandi di medicina interna e neurologia nel periodo di studio immediatamente dopo la sessione di incontro mattutina (durante la pausa caffè). Un raccoglitore di dati addestrato ha facilitato il processo di raccolta dei dati. Per lo studio sono stati reclutati 104 soggetti. Tre soggetti sono stati esclusi a causa di dati incompleti. I soggetti utilizzati per l'analisi erano 101. La dimensione del campione pianificato era di 119 soggetti, per un tasso di risposta allo studio pari all'87%.

Studiare la popolazione e il contesto

L'Università di Addis Abeba è l'unico centro di formazione per neurologi in Etiopia. L'ospedale principale è l'ospedale universitario specializzato Tikur Anbesa. L'ospedale universitario specializzato Tikur Anbesa è un ospedale universitario terziario con un totale di 700-800 posti letto. L'ospedale offre formazione (sia universitaria che post-laurea) in varie specialità importanti tra cui medicina interna, ostetricia e ginecologia, pediatria, chirurgia, psichiatria, medicina d'urgenza e medicina di famiglia. Fornisce inoltre formazione sub-specialistica. Abbiamo preso di mira specificamente i residenti del Dipartimento di Medicina Interna e Neurologia tenendo presente che questi gruppi di residenti trascorrono esattamente tre anni di formazione, le specialità hanno ampie interazioni interspecialistiche e rappresentano residenti con molteplici interazioni interspecialistiche; Ciò li rende un gruppo ideale da studiare in termini di apprendimento professionale. In media, ci sono 130-150 residenti ogni anno in entrambe le contee. L'ospedale specialistico Tikur Anbesa è stato scelto perché è l'unico ospedale universitario che attualmente offre formazione post-laurea in Neurologia nel paese. Per quanto riguarda la formazione interna in neurologia e medicina interna, l’IPL non è stato integrato nel curriculum, anche se l’apprendimento interprofessionale informale avviene tra gli operatori sanitari in questo contesto.

READ  Crollo di un tunnel in India: i soccorritori portano tutti i 41 lavoratori intrappolati fuori dal tunnel nel nord dell'India

Il RIPLS contiene 23 item auto-riferiti e per analizzare le risposte dei residenti è stata utilizzata una scala Likert a 5 punti (fortemente d'accordo = 5, d'accordo = 4, neutrale = 3, in disaccordo = 2 e fortemente in disaccordo = 1). Lo strumento ha tre campi diversi. Il dominio 1 si concentra sugli aspetti del lavoro di squadra e della collaborazione. L’ambito 2 enfatizza la centralità del paziente. L’ambito 3 si concentra sul senso di identità professionale. Per gli item della sottocategoria identità professionale è stata utilizzata la codifica inversa. È convalidato in diversi paesi [14, 15, 21]. Un punteggio più alto indica una maggiore disponibilità all’apprendimento interprofessionale nelle sottoscale “Lavoro di squadra e collaborazione” e “Focalizzazione sul paziente”, mentre un punteggio inferiore indica una maggiore disponibilità all’apprendimento interprofessionale riguardante l’identità professionale.

Per raccogliere dati qualitativi, abbiamo condotto interviste semi-strutturate per acquisire una comprensione più profonda delle risposte fornite nei questionari. È stata sviluppata una guida per interviste semistrutturate basata su una revisione della letteratura sull'apprendimento interprofessionale. La guida all'intervista si è concentrata sui punti chiave relativi alla conoscenza e alla preparazione dei residenti all'apprendimento interprofessionale. La guida all'intervista semistrutturata è stata sperimentata su due specializzandi chirurgici per verificare la chiarezza delle domande e l'assenza di problemi di chiarezza. Non sono stati segnalati problemi di intelligibilità durante il periodo di raccolta dei dati. Abbiamo selezionato i residenti dei dipartimenti di medicina interna e neurologia. Alla fine del questionario RIPLS, a tutti i residenti è stato chiesto se fossero interessati a offrirsi volontari per le interviste. Il loro indirizzo di contatto viene documentato se forniscono il consenso a tal fine. I partecipanti all'intervista sono stati selezionati casualmente da entrambi i gruppi per le interviste.

READ  Il sergente maggiore della SAF schierato nell'ambito dell'operazione Vikela muore in Mozambico

Abbiamo utilizzato il concetto di “potere informativo” per guidare una dimensione del campione adeguata per il nostro studio qualitativo. Il potere informativo significa che più informazioni contiene un campione che sono rilevanti per lo studio vero e proprio, minore è il numero di partecipanti richiesti. La dimensione di un campione che ha un potere informativo sufficiente dipende da cinque aree: l’obiettivo dello studio, la privacy del campione, l’uso della teoria consolidata, la qualità del dialogo e la strategia di analisi. [22]. Sulla base dell'analisi di cui sopra, lo scopo del nostro studio era ristretto, i partecipanti allo studio avevano caratteristiche molto specifiche dell'obiettivo dello studio, lo studio applicava prospettive teoriche specifiche e la qualità del dialogo era forte perché l'intervistatore aveva una conoscenza di base superiore alla media sull'argomento di studio. studio (un professionista della sanità pubblica con il livello accademico di professore assistente) e la nostra strategia di analisi era un'analisi approfondita dei dettagli narrativi o di dialogo. Considerando l'analisi del potere delle informazioni di cui sopra per il nostro studio, avevamo bisogno di 6 partecipanti per ottenere informazioni sufficienti per raggiungere l'obiettivo dello studio.

Interviste semistrutturate sono state condotte da un professionista della sanità pubblica utilizzando una guida all'intervista per una durata media di 50 ± 5,4 minuti. Le interviste sono state audio registrate e trascritte in preparazione per l'analisi dei dati. La domanda dell'intervista copriva argomenti tra cui la conoscenza dei residenti dell'educazione interprofessionale, questioni di apprendimento orizzontale, questioni di dinamica nel processo di apprendimento, sfide nell'implementazione dell'apprendimento interprofessionale e suggerimenti per un'implementazione di successo dell'IPE.

analisi dei dati

Per i dati quantitativi, i dati raccolti sono stati controllati per completezza e inseriti nei pacchetti software SPSS/PC versione 25 per l'analisi statistica. Le statistiche descrittive sono state riassunte come media e deviazione standard per i dati continui, nonché frequenze e percentuali per descrivere le variabili categoriche. Abbiamo calcolato un punteggio medio totale e un punteggio medio per ciascun elemento della scala RIPLS. Sono stati calcolati gli odds ratio e gli intervalli di confidenza al 95%. UN S Si è ritenuto che un valore inferiore a 0,05 presentasse una relazione statisticamente significativa tra le variabili valutate. Per i dati qualitativi, i ricercatori hanno sviluppato un codice collettivo per guidare l'analisi continua dei dati. Per ricodificare le interviste in cui abbiamo utilizzato il concetto di “potere dell’informazione” è stato utilizzato un codebook. Tutte le interviste sono state audioregistrate. Le interviste sono state trascritte dall'amarico all'inglese dallo stesso raccoglitore di dati che le ha condotte. Gli autori hanno controllato l'accuratezza dei testi, avendo cura di preservare concetti e sfumature importanti della lingua locale. Una selezione di traduzioni inglesi è stata confrontata con i testi amarici originali dal ricercatore principale e non è stata osservata alcuna differenza significativa. I dati sono stati analizzati utilizzando l’analisi tematica in sei fasi [23] (definizione, codifica, generazione di temi, revisione di temi, identificazione e denominazione di temi e scrittura). Le registrazioni sono state trascritte parola per parola e rilette più volte. Ogni intervista è stata analizzata scomponendola in sequenze di conversazione ed esaminandola frase per frase. I ricercatori hanno discusso sulla denominazione degli argomenti secondari associati a ciascuna categoria. L'elenco dei temi identificati è stato commentato, rivisto e rivisto per garantire coerenza interna. I ricercatori hanno eliminato le sovrapposizioni tra diversi argomenti. I temi centrali sono stati descritti attentamente per individuarne i significati. Durante l'analisi dei dati è stata utilizzata la scrittura di promemoria per garantire la credibilità e l'accuratezza dello studio.

READ  L'inviata speciale per il monitoraggio e la lotta all'antisemitismo, l'ambasciatrice Deborah Lipstadt, visita la Tunisia

Considerazione etica

L'approvazione del protocollo è stata ottenuta dal Comitato di Revisione Etica del Dipartimento di Formazione Professionale Sanitaria e dal Comitato di Revisione Istituzionale (IRB) della Facoltà di Scienze della Salute, Università di Addis Abeba. I soggetti dello studio hanno fornito il consenso informato scritto.

Framework teorico

Nel valutare l'iniziativa IPL, ci affidiamo al costruttivismo come teoria dell'apprendimento che tiene conto del processo di apprendimento. Mentre il costruttivismo sociale crede che l’apprendimento individuale sia mediato dall’ambiente; Questo approccio è meglio caratterizzato dalla teoria della teoria dell'apprendimento socioculturale. Dato che l'obiettivo di questo studio era quello di determinare la conoscenza e la preparazione degli specializzandi medici per l'apprendimento interprofessionale, la teoria dell'apprendimento socioculturale ci fornisce un quadro teorico coerente con l'obiettivo dello studio di valutare la percezione della preparazione degli specializzandi per l'apprendimento interprofessionale. La Figura 1 colloca la teoria dell’apprendimento sociale e culturale all’interno delle teorie dell’apprendimento più ampie come quadro teorico per lo studio [24].

Grafico 1

Il quadro teorico dello studio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *