Il Ministero per la sicurezza alimentare e farmaceutica della Corea del Sud mette in guardia i cittadini dal mangiare stuzzicadenti fritti virali

Il Ministero per la sicurezza alimentare e farmaceutica della Corea del Sud mette in guardia i cittadini dal mangiare stuzzicadenti fritti virali

Il Ministero per la sicurezza alimentare e farmaceutica ha lanciato un avvertimento ai cittadini coreani, avvertendoli di non mangiare stuzzicadenti fritti.

Il consiglio arriva in risposta alla proliferazione di video “mukbang” che mostrano persone che si abbandonano a stuzzicadenti fritti, in particolare quelli fatti con amido di mais o fecola di patate mescolato con sorbitolo, allume e coloranti artificiali.

Il Ministero dell'Alimentazione ha spiegato, in un comunicato stampa martedì, che gli stuzzicadenti rientrano nella categoria dei prodotti sanitari, non negli alimenti. Pertanto, la sua sicurezza per il consumo non è stata confermata. L'annuncio arriva sulla scia della crescente popolarità dei video mukbang “inamidare uno stuzzicadenti” su piattaforme come YouTube, soprattutto tra bambini e adolescenti.

Molti risultati di ricerca per “stuzzicadenti di amido fritti” sono apparsi su YouTube, con alcuni video che hanno raccolto milioni di visualizzazioni. In uno di questi video, uno YouTuber frigge gli stuzzicadenti, ci versa sopra la salsa e poi li consuma davanti alla telecamera, sottolineandone il gusto.

Le preoccupazioni dei genitori sono emerse nei forum online, dove i bambini hanno espresso il desiderio di mangiare patatine fritte dopo aver visto questi video. La preoccupazione nasce dalla possibilità che i bambini possano imitare ciò che vedono, il che solleva considerazioni sulla sicurezza e sulla salute.

Gli stuzzicadenti amidacei, costituiti da amido di mais o fecola di patate mescolato con sorbitolo, allume e coloranti artificiali, potrebbero non causare danni in piccole quantità. Tuttavia, un consumo eccessivo può portare a effetti avversi come vomito, diarrea e infezioni. Il Ministero dell'Alimentazione ha confermato che questi stuzzicadenti sono classificati come prodotti sanitari, sottolineando che sono destinati ad essere utilizzati direttamente o indirettamente con il corpo.

READ  Un sondaggio svela le ragioni per cui migliaia di bambini sono assenti da scuola

Sebbene il Ministero desideri garantire standard di sicurezza per i componenti, i processi di produzione e l’uso dei prodotti sanitari, sconsiglia esplicitamente il consumo di stuzzicadenti amidacei a causa della mancanza di certezza che siano sicuri per il consumo. Questa posizione di avvertimento mira a proteggere i cittadini dai potenziali rischi per la salute associati alla tendenza al consumo di questi prodotti alimentari non convenzionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *