Settimana nazionale dell'acqua: Zim viene in soccorso di Mzansi!

Settimana nazionale dell'acqua: Zim viene in soccorso di Mzansi!

Il ministro dell'Acqua e dei servizi igienico-sanitari Senzo Mchunu e il suo omologo dello Zimbabwe, il ministro del territorio, dell'agricoltura, della pesca e dello sviluppo rurale Dr Anchius Jongoi Masuka, hanno firmato un memorandum d'intesa per il trasporto dell'acqua trattata a Musina. Fotografia di Thembi Siaga

Dopo molti anni di accesso inaffidabile all’acqua a Musina, nel Limpopo, i residenti tireranno presto un sospiro di sollievo.

Ciò è avvenuto dopo che il ministro dell’Acqua e dei servizi igienico-sanitari, Senzo Mchunu, e il suo omologo dello Zimbabwe, il ministro del territorio, dell’agricoltura, della pesca e dello sviluppo rurale, dottor Anchius Jongoi Masuka, hanno firmato un memorandum d’intesa giovedì 14 marzo.

Mchunu ha tenuto un altro incontro con i leader e i membri della comunità venerdì 15 marzo.

Questo accordo storico segna uno sforzo di collaborazione per affrontare le sfide idriche di Musina attraverso il trasporto di acqua trattata. Il progetto dovrebbe essere completato entro il 2026.

Per molto tempo, i residenti di Musina hanno sofferto le conseguenze di un approvvigionamento idrico irregolare, affrontando interruzioni quotidiane ai loro mezzi di sussistenza e al loro benessere.

Ha detto la residente Cassandra Tiffany Sole quotidiano La situazione li costringe a percorrere lunghe distanze portando secchi sulla testa per andare a prendere l'acqua dalla stazione dei vigili del fuoco locale.

Leggi anche | Servizi di giocattoli Gatful Gogos Toy!

“A volte dobbiamo comprare l'acqua per R5 per container, cosa che non tutti possiamo permetterci. Non vediamo l'ora di ricevere acqua pulita dallo Zimbabwe e speriamo che il comune non ci faccia pagare fatture esorbitanti dato che la maggior parte di noi è disoccupata”, ha detto.

READ  Covid, cancellato il Natale a Londra: scatta il lockdown duro | Johnson: "Agire contro nuova variante del virus"

È interessante notare che la decisione arriva dopo che i residenti hanno protestato più volte, chiedendo la fornitura continua di acqua. I residenti si sono lamentati del fatto che a volte ricevono acqua due volte a settimana e rimangono senza acqua per due settimane. Hanno chiesto perché il comune addebitava loro fatture elevate sulla base di presupposti errati per l'uso dell'acqua.

Rickson Matamela, presidente di Sanco Musina Urban, ha detto che sarebbero felici se la risoluzione affrontasse la questione dell'acqua.

Ha aggiunto: “La nostra gente è stata colpita negativamente per molti anni e quando non pagano le bollette dell'acqua, tagliano l'elettricità”.

“Abbiamo avuto un incontro con il comitato in cui volevamo sapere quanto siamo impegnati ad affrontare il problema. Ci auguriamo che il nostro rapporto con lo Zimbabwe cresca ulteriormente”, ha detto Mchunu.

“Sono molto lieto che oggi sia a nome di Sua Eccellenza il dottor Emmerson Mnangagwa”, ha affermato Masuka. “Questa giornata ha dato i suoi frutti perché ci sono voluti anni di negoziati. Le sfide idriche trascendono i confini geografici e amministrativi, quindi richiedono cooperazione. Ci auguriamo che questa cooperazione possa alleviare i problemi idrici.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *