Origini del linguaggio: gli esseri umani parlano da (molto) più tempo di quanto immaginassimo

Origini del linguaggio: gli esseri umani parlano da (molto) più tempo di quanto immaginassimo

È particolarmente difficile tracciare l’evoluzione del linguaggio umano. Studi basati sui dati fossili e genetici esistenti fino ad oggi hanno indicato che la sua origine può essere fatta risalire a sottopopolazioniHomo sapiens Anatomicamente moderno, visse tra 150.000 e 200.000 anni fa nell'Africa orientale o meridionale. Tuttavia, l’archeologo britannico Stephen Mithen sostiene che il primo protolinguaggio potrebbe in realtà essere otto volte più antico.

Questo è un professore di preistoria antica All'Università di Reading (Inghilterra) Pubblica i nuovi risultati del sondaggio nel marzo 2024 nel libro Il puzzle linguistico: come siamo riusciti a uscire dall'età della pietra (“Il mistero delle lingue: come siamo usciti dall’età della pietra con la parola”).

Il resto è sotto questo annuncio


La natura si prende il suo tempo..
Metti mi piace a questo annuncio!


La natura si prende il suo tempo..
Metti mi piace a questo annuncio!

Le più belle immagini della Sicilia realizzate dalla community GEO

Chiesto prima L'indipendenteSpiega che il suo studio approfondito delle prove archeologiche, paleoanatomiche, genetiche, neurologiche e linguistiche già disponibili rivela che i primi esseri umani potrebbero aver sviluppato le prime forme di linguaggio circa 1,6 milioni di anni fa.

Il linguaggio, abilitato innanzitutto dal cervello e dal corpo

Secondo lui, la raccolta delle prove suggerisce che la nascita del linguaggio sia avvenuta come parte di una serie di sviluppi avvenuti tra 2 e 1,5 milioni di anni fa. Il cervello in particolare aumentò di dimensioni, il che permise la riorganizzazione della sua struttura interna e l'emergere del lobo frontale, l'area principale associata alla produzione e alla comprensione del linguaggio.

Il resto è sotto questo annuncio

L'area del cervello specificamente associata a questa elaborazione è chiamata area di Broca. Sembra che si siano evoluti da strutture precedenti, che aiutavano i primi esseri umani a comunicare usando i gesti delle mani e delle braccia. Tuttavia, una nuova ricerca condotta dall’archeologo sembra suggerire che anche i miglioramenti nella memoria di lavoro, cruciale nell’elaborazione delle informazioni in tempo reale – e, quindi, nella formazione delle frasi – potrebbero aver avuto un ruolo nell’emergere di quest’area.

Altri sviluppi evolutivi si rivelarono necessari per la nascita di questo famoso linguaggio primitivo. Lo specialista cita l'emergere di una forma più avanzata di bipedismo circa 1,8 milioni di anni fa. Oltre ai cambiamenti nella forma della gru umana, consente modifiche alla forma e alla posizione del tratto vocale, una serie di cavitazioni (voci dei respiratori, laringe, gola, bouche) vengono applicate nella produzione del figlio e la modifica di questo voce.

Il resto è sotto questo annuncio


La natura si prende il suo tempo..
Metti mi piace a questo annuncio!


La natura si prende il suo tempo..
Metti mi piace a questo annuncio!

È un fenomeno che coinvolge anche la società e la cultura

Anche le prove provenienti dalla documentazione archeologica indicano questa data approssimativa di 1,6 milioni di anni. Le moderne analisi dello sviluppo anatomico umano, così come degli strumenti in pietra e dei resti di animali, mostrano che i nostri lontani antenati, membri della specie Homo habilis Sono i più sospettati – lo sono Divennero cacciatori-raccoglitori almeno due milioni di anni fa. Una capacità che avrebbe avuto un’accelerazione intorno a 1,6 milioni di anni fa, con la nascita e la trasmissione culturale di tecnologie di utensili litici più elaborate e sofisticate.

READ  Sydney – Hobart: Temporali, grandine e venti “inaspettati” rovinano la festa

Tuttavia, questi esseri umani (Umanoidi) non erano particolarmente forti rispetto ad altri animali. Per compensare questo “debolezza fisica relativa”Come la chiama Stephen Mithen, l'evoluzione del linguaggio è stata senza dubbio, oltre ai nuovi strumenti, un'eccellente strategia di compensazione: quando cacciavano o raccoglievano spazzini, i primi esseri umani avevano bisogno di maggiori capacità di coordinazione… cosa che la facilitava notevolmente.

Il resto è sotto questo annuncio


La natura si prende il suo tempo..
Metti mi piace a questo annuncio!

Infine, allo stesso modo, sarebbe stato utile per la sopravvivenza in diverse zone ambientali e climatiche. Ad esempio, durante il passaggio da fitti habitat forestali ad ambienti aperti e più secchi durante la transizione paleoclimatica in Africa, tra 5,3 e 16 milioni di anni fa. Uno studio recente mostra che questo spostamento, che ha costretto i nostri antenati ominidi dagli alberi alla terra, potrebbe aver influenzato in modo permanente la loro comunicazione vocale.

Esistono ancora oggi le parole primitive?

Va notato che la prima evoluzione linguistica avvenuta 1,6 milioni di anni fa era probabilmente limitata a poche decine di suoni e gesti delle braccia diversi, utilizzati in contesti molto specifici.

Il resto è sotto questo annuncio


La natura si prende il suo tempo..
Metti mi piace a questo annuncio!


La natura si prende il suo tempo..
Metti mi piace a questo annuncio!

Tuttavia, il dottor Stephen Mithen afferma che è ancora presente in qualche modo nelle lingue moderne, dove le parole sono intuitivamente associate a concetti visivi che possono assomigliare, in termini di suono o lunghezza, a quelli pronunciati dai primi esseri umani.

READ  Si avvicina una cometa unica che vedrai solo RAZ per tutta la vita!

Nonostante i percorsi suggeriti, non ci sono prove concrete per tracciare il percorso esatto dal passato pieno di grugniti al presente loquace. I reperti fossili sono ancora scarsi e il tessuto cerebrale è scomparso…

anche se, “Lo sviluppo della capacità umana di parlare è stata senza dubbio la chiave che ha reso possibile gran parte della successiva evoluzione fisica e culturale dell’uomo”.“, dice l'autore a The Independent. “È per questo che datamo l’emergere delle prime forme di linguaggio [du moins, tenter de s’en approcher, ndlr] molto importante.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *