Tutto quello che devi sapere!

Tutto quello che devi sapere!

Tempi dell'eclissi lunare per marzo 2024

L'eclissi lunare di penombra del 25 marzo inizierà alle 5:53 ora di Parigi (04:53 GMT) e raggiungerà il picco alle 8:12, per terminare alle 10:32. Con una durata totale di 4 ore e 39 minuti, questa eclissi può essere osservato nella costellazione della Vergine.

Come possiamo osservare l'eclissi lunare del 24 marzo?

Per visualizzare l'eclissi, si consiglia di osservare la luna vicino all'eclissi massima, che avverrà il 25 marzo alle 8:12. Assicurati di poter vedere la luna dalla tua posizione di osservazione ed evita ostacoli come edifici di grandi dimensioni.

Cos'è un'eclissi lunare penombrale?

Un'eclissi lunare penombrale si verifica quando l'ombra esterna della Terra, la penombra, tocca il disco lunare. La penombra di questa eclissi avrà una magnitudo di 0,956, rendendola visibile anche ad un osservatore casuale.

A differenza di un'eclissi lunare totale, un'eclissi lunare penombrale non presenta un'evidente tinta rossastra. Il disco lunare apparirà leggermente scuro, con pochi cambiamenti evidenti fino a raggiungere i due terzi della penombra.

Fonte immagine: IMCEE IMCEE

In quali parti del mondo sarà visibile l’eclissi di marzo 2024?

L’eclissi sarà completamente visibile dalla maggior parte delle Americhe, con visibilità parziale dall’Europa occidentale, dall’Africa occidentale, dall’Australia e dall’Asia orientale. Utilizza app come Sky Tonight per determinare se l'eclissi è visibile dalla tua posizione.

Fonte immagine: IMCEE

Eclissi nel 2024

L'eclissi lunare penombrale di marzo sarà la prima di una serie nel 2024, che includerà anche un'eclissi solare totale ad aprile, un'eclissi lunare parziale a settembre e un'eclissi solare anulare ad ottobre. Rimani informato sui prossimi eventi astronomici!

Non perderti la profonda eclissi lunare penombrale dal 24 al 25 marzo 2024! Con i suoi tempi e le sue caratteristiche speciali, sarà un evento astronomico interessante da guardare.

READ  Viviamo in una simulazione al computer? Un nuovo studio esamina questa domanda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *