Gli attacchi di Chris Christie a Trump potrebbero essere il suo perfetto contraltare nel New Hampshire

Gli attacchi di Chris Christie a Trump potrebbero essere il suo perfetto contraltare nel New Hampshire

Lui gioca

MERRIMACK, NH – La massima priorità di Greg Weiner in questa stagione delle elezioni presidenziali è trovare un candidato che “non viva in una realtà alternativa”. Finora, il 54enne ritiene che l’ex governatore del New Jersey Chris Christie sia l’unico contendente repubblicano all’altezza.

Dice che Christie è l’unico concorrente che ha il coraggio di affrontare l’ex presidente Donald Trump.

“Altri candidati repubblicani si nascondono dietro di lui”, ha detto a USA TODAY Weiner, un sedicente moderato del New Hampshire. “Non vogliono essere definiti come l’estrema destra del partito”.

Weiner fa parte di un piccolo ma fondamentale collegio elettorale di elettori dalla mentalità indipendente nel New Hampshire su cui Christie conta per promuovere la sua candidatura di lunga data alla Casa Bianca.

Da quando ha lanciato la sua candidatura a giugno, l’ex governatore ha condotto una campagna quasi esclusivamente nel Granite State, presentandosi come la principale voce anti-Trump in corsa e corteggiando elettori come Weiner insoddisfatti della direzione del GOP.

Tuttavia, a soli due mesi dalle prime primarie del paese, la strategia di Christie finora non è riuscita a suscitare un sostegno schiacciante sul campo.

Sondaggi Pubblicato proprio la settimana scorsa Ha mostrato che l’ex governatore del New Jersey era in svantaggio di almeno sei punti dietro l’ex governatore della Carolina del Sud Nikki Haley 28 punti dietro Trump nel New HampshireAnche se ha trascorso più tempo di loro due nel Granite State.

Gli strateghi del GOP sono arrivati ​​a considerare gli attacchi di Christie a Trump almeno come parte del problema: il fattore X che attira gli elettori e gli impedisce di ottenere un sostegno più ampio.

Colpire il soffitto

Quando Christie annunciò la sua candidatura alla presidenza nel 2024, definì immediatamente la sua candidatura come anti-Trump, arrivando al punto di definire l’ex presidente un “maiale specchio solitario, egoista ed egoista”.

READ  【全球疫情10.7】国家科学院院士:Delta发生逃避抗体突变机会不大 |闻天清 COVID-19 | 病毒 | 欧洲

Charlie Basso, Ex membro del Congresso degli Stati Uniti del 2° distretto del New HampshireHa detto che questo approccio ha rapidamente distinto Christie dagli altri candidati e gli ha permesso di consolidare presto un’ampia coalizione di elettori che i suoi rivali non potevano raggiungere.

“Li chiamo repubblicani morbidi, e se non c’è un ragazzo come Christie al ballottaggio, voteranno per Biden”, ha detto Bass dei principali sostenitori di Christie, che sono per lo più costituiti da repubblicani moderati, elettori non dichiarati e democratici che schede perse. Affiliazione al partito per sostenere Christie nelle prossime primarie repubblicane.

Christie ha per lo più mantenuto questi sostenitori. recentemente Sondaggio condotto dall’Università del New Hampshire e dalla CNN L’ex governatore ha dimostrato di avere il sostegno del 33% di coloro che si definiscono moderati.

Il problema è che Christie “ha lottato per sfondare quel tetto” e attirare elettori più conservatori nella sua coalizione, ha detto Jim Merrill, uno stratega del Partito repubblicano del New Hampshire.

“Penso che la sua sfida sia stata che è uscito allo scoperto e si è definito così: ‘Inseguirò Trump’. ‘Lo prenderò a pugni ogni giorno'”, ha detto Merrill. ho visto, c’è una certa riluttanza in gran parte della base ad ascoltare quel messaggio”.

Piccola protuberanza nel sondaggio

Mentre tre sondaggi pubblicati la scorsa settimana, incluso un sondaggio dell’ONU/CNN, mostravano Christie lentamente alla guida del governatore della Florida Ron DeSantis, il suo sostegno è rimasto stagnante negli ultimi mesi.

Andrew Smith, direttore dell’UNC Survey Center, ha affermato che le fluttuazioni nei recenti numeri dei sondaggi sono il risultato di altri cambiamenti nella corsa, incluso l’allontanamento da DeSantis nel New Hampshire e un restringimento del campo dei contendenti che ha visto il senatore della Carolina del Sud. Tim. Scott e l’ex vicepresidente Mike Pence si ritirano.

“Ha guadagnato un po’, ma non molto,” di slancio, ha detto Smith, notando un modesto salto di quattro punti per Christie da settembre, rispetto al salto di otto punti di Haley.

READ  Nel Regno Unito sono stati emessi avvisi di temperatura severi poiché si prevede che le temperature raggiungeranno livelli record

In mezzo alla stagnazione dei sondaggi, la campagna di Christie ha indicato un’altra cifra nel sondaggio delle Nazioni Unite/CNN come un segno di speranza: Il numero di elettori repubblicani alle primarie che trovano il Jersey Boy poco attraente è diminuito. A settembre, il 60% degli intervistati ha dichiarato che non voterebbe per Christie in nessuna circostanza. Adesso è al 47%.

Carl Rickett, portavoce della campagna di Christie’s, ha detto che il calo “mostra ciò che non significa mai” ed è un segno che “c’è tutto il tempo” perché l’ex governatore possa fare progressi con gli elettori repubblicani.

E Cristo Durante la sua apparizione alla CNN Ha definito il declino “previsto”.

“Le persone sono deluse dal fatto che qualcuno dica la verità su Donald Trump. Ora che sentono di più su Donald Trump, sono meno preoccupati per me e più preoccupati per lui”, ha detto alla CNN. Presenta Dana Bash.

Ma quel 47% lascia la campagna con “posti limitati dove andare” per espandere il proprio sostegno, ha detto Smith, sottolineando che “non ci sono molti altri repubblicani che non sono lì”.

La sfida di Trump

Molti di questi repubblicani che non si sono mai uniti a Christie possono essere annoverati tra quel 42% dei probabili elettori di Trump che sono delusi dai suoi attacchi regolari al carattere e alle capacità dell’ex presidente. Più di otto su dieci di questi elettori affermano che sosterranno sicuramente Trump, limitando il numero di elettori che l’altro candidato può attrarre.

Ma non sono gli unici esitanti a sostenere Christie.

Se Trump verrà eletto, Pam McGrath, 64 anni, di Exeter, New Hampshire, prenderà in considerazione l’idea di attraversare il confine settentrionale con il Canada. McGrath, un indipendente autoidentificato che favorisce i politici più moderati, è tra i principali dati demografici degli elettori che la campagna di Christie sta cercando di attrarre.

READ  【新聞看點】央視罕見評疫情重 印度神童又命中 | 林書豪 | 揚州疫情 | 台灣

Tuttavia, ha detto che gli attacchi di Christie contro l’ex presidente l’hanno irritata.

“Tutto quello che sta facendo è attaccare Trump, il che è frustrante perché ho la sensazione che gli stia dando più pubblicità invece di parlare di cosa lo preoccupa e cosa lo risolverà”, ha detto McGrath, fuori da un raduno di Nikki Haley.

Anche se McGrath non ha ancora deciso chi sosterrà, ha detto che si sta orientando verso il governatore della Carolina del Sud a causa dell’attenzione di Haley su questi temi.

Gli strateghi del GOP come Merrill lo vedono L’approccio orientato ai problemi di Healy La strategia di aggirare Trump è tra i principali fattori che guidano la sua ascesa nel New Hampshire, in diretto contrasto con l’approccio conflittuale di Christie.

Nikki Haley è riuscita finora a spostare l’ago della bilancia, a far valere le sue credenziali conservatrici e a rivolgersi indirettamente a Trump, ma in un modo che non alieni alcuni elettori a cui potrebbe piacere Trump ma che non sono necessariamente pronti a votare per lui. Meryl glielo ha detto questa volta.

Dopo il terzo dibattito repubblicano, sia Merrill che Bass si sono chiesti se la campagna di Christie si stesse muovendo verso un approccio simile al dibattito su Trump, notando che Christie sembrava più riservata e meno aggressiva nel perseguire Trump dalla fase del dibattito.

Ma la campagna di Christie’s ha negato qualsiasi cambiamento di strategia e ha affermato che l’ex procuratore federale è più impegnato che mai a chiarire le sue divergenze con il favorito.

Tuttavia, senza un aggiustamento, gli strateghi vedono un percorso incerto per l’ex governatore del New Jersey.

“La domanda per lui è: riuscirà a trovare un modo per rompere lo stereotipo del candidato anti-Trump in questo momento e trasformarsi in qualcosa di più grande”, ha detto Merrill. “C’è tempo per farlo. La domanda è: riuscirà a farlo?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *