Felix Placencia ha accusato la Colombia di essere un portavoce degli Stati Uniti prima di Celac

Felix Placencia

Il ministro degli Esteri venezuelano, Felix Plasencia, sabato ha accusato la Colombia di essere “il portavoce degli Stati Uniti” e di “difendere il golpe” nel suo discorso alla 22a riunione dei ministri degli Esteri del Gruppo degli Stati dell’America Latina e dei Caraibi (CELAC). Metti questo giovedì e venerdì in Argentina.

“Finalmente diamo il benvenuto al rappresentante (Presidente della Colombia, Evan) Duca Ha preso parte all’incontro con Celak senza sgattaiolare fuori dalla porta sul retro come ha fatto in Messico. Anche se si capisce che è andato ad esercitare il suo triste ruolo di portavoce americano in difesa del colpo di stato in atto nell’Organizzazione degli Stati americani». Questo è ciò che Placencia ha detto su Twitter.

Il viceministro colombiano per gli affari multilaterali, Maria Carmelina Londono, venerdì ha criticato il “silenzio opportunistico” di Celak sulle violazioni dei diritti umani nei “tre paesi” membri dell’organizzazione.

, ha detto Londono dopo aver letto la lettera scritta dal ministro degli Esteri colombiano Marta Lucia Ramirez .

Il funzionario colombiano ritiene che Celak debba agire “coerentemente” nel difendere questi principi e ha proposto, in maniera segreta, la sospensione dell’adesione di quegli Stati membri che violano le basi del meccanismo regionale, creato nel 2010.

Queste dichiarazioni si inseriscono nel quadro della critica internazionale alla situazione dei diritti umani a Cuba, Nicaragua e Venezuela, i tre membri della CELAC, ma la Colombia non li ha menzionati direttamente.

Felix Plasencia si riferisce al governo di Ivan Duque

A questo proposito, il ministro degli Esteri venezuelano, presente anche lui all’incontro, ha definito “contraddittorio” il discorso del funzionario colombiano e ha accusato il governo di quel Paese di aver silurato gli accordi di pace.

READ  Astronaut: మీకు తెలుసా.. వ్యోమ‌గాముల విషయంలో అంత‌రిక్షంలో అలా జరుగుతోందట..

Paradossalmente, la Colombia, che sta cercando di attaccare i suoi vicini, sembra deplorarsi nella sua retorica, di fronte alle numerose violazioni dei diritti umani commesse nel 2021 a causa del malgoverno di Ivan “il massacro di Duque”, la cui unica eredità sarà quella di silurare gli accordi di pace.

Durante il suo discorso alla 22a riunione della CELAC, Plasencia ha criticato le misure “coercitive e unilaterali” da parte degli Stati Uniti. Ha chiesto il “rafforzamento del multilateralismo” degli Stati membri della CELAC.

In questa riunione dei ministri degli esteri della Comunità degli Stati dell’America Latina e dei Caraibi, composta da più di trenta paesi dell’America Latina e dei Caraibi, l’Argentina ha raggiunto il consenso necessario per assumere la presidenza ad interim del blocco nel 2022.

Il giornalismo indipendente ha bisogno del supporto dei suoi lettori per andare avanti e assicurarsi che le notizie scomode che non vogliono farti leggere rimangano a portata di mano. Oggi, con il tuo supporto, continueremo a lavorare duramente per un giornalismo senza censure!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *