Gruppo sanitario dell’Unione africana critica il produttore di farmaci per la “disuguaglianza nei vaccini”

Gruppo sanitario dell’Unione africana critica il produttore di farmaci per la “disuguaglianza nei vaccini”

Una donna riceve la sua seconda dose del vaccino Pfizer-BioNTech da un operatore sanitario durante una campagna di vaccinazione a Katlehong, a est di Johannesburg, Sud Africa, 1 ottobre 2021. (Foto d'archivio: AP) – Foto: 2024

Scritto da Lisa Vives, Rete mondiale dell'informazione

Nuova York | 22 aprile 2024 (IDN) — Moderna, l'azienda farmaceutica nota soprattutto per i suoi vaccini contro il coronavirus, ha abbandonato i piani per costruire fabbriche di vaccini in Kenya, attirandosi le critiche dell'agenzia di sanità pubblica dell'Unione africana secondo cui l'azienda non è impegnata nell'”equità dei vaccini”. “

I Centri africani per il controllo e la prevenzione delle malattie (Africa CDC) hanno espresso disappunto per la decisione dell’azienda farmaceutica di “sospendere” i suoi piani per costruire un impianto di produzione di vaccini da 500 milioni di dollari – il primo del suo genere – in Kenya.

L’azienda biofarmaceutica ha fatto notizia nell’ottobre 2021 quando ha annunciato che avrebbe prodotto fino a 500 milioni di dosi iniettabili all’anno.

Il Memorandum of Understanding (MoU), firmato nel marzo 2022, ha identificato il Kenya come sede della fabbrica di mRNA dell'azienda.

“È importante per Moderna avere una fabbrica in Africa, semplicemente perché il suo futuro portafoglio di prodotti terapeutici si concentra su molti dei virus respiratori e delle malattie tropicali più diffusi nel continente”, ha annunciato la società al momento della firma.

Ma dopo due anni, Moderna ha rivalutato i suoi piani poiché la domanda in Africa di vaccini contro il COVID-19 era diminuita dopo la pandemia e non era sufficiente a sostenere la redditività della fabbrica progettata in Kenya, secondo la sua dichiarazione ufficiale.

READ  Il ministro Dangiwa chiede la cooperazione tra Shelter Afrique e UN-Habitat per affrontare la crisi abitativa in Africa

“Moderna non ha ricevuto ordini di vaccini per l’Africa dal 2022 e ha dovuto affrontare cancellazioni di ordini precedenti, con conseguenti perdite e svalutazioni per oltre 1 miliardo di dollari”, ha affermato la società farmaceutica.

“Costruire una struttura che non verrà utilizzata, quando avremo abbastanza capacità produttiva distribuita a livello regionale per garantire la fornitura di vaccini all’Africa, non contribuirà positivamente all’agenda della sanità pubblica, che rimane la nostra priorità”, ha affermato Shannon, responsabile legale di Moderna. Timo Klinger.

L’Africa CDC ha respinto la giustificazione di Moderna

Ma il CDC per l’Africa ha respinto questa giustificazione. “Incolpare il CDC e l’Africa per la carenza di vaccini contro il Covid-19, e quindi perché i piani per la produzione di vaccini in Africa sono stati sospesi, non fa altro che perpetuare le disuguaglianze che hanno caratterizzato la risposta alla pandemia di Covid-19”.

Inoltre, il CDC per l’Africa ha affermato: “Mentre altri produttori di vaccini stanno portando avanti i loro piani e la costruzione in Africa, Moderna sta abbandonando il suo impegno nella costruzione di capacità di produzione di vaccini rilevanti e tanto necessarie in Africa. Ciò dimostra che Moderna non è impegnata a farlo”. “Equalizzando l’accesso ai vaccini costruendo la produzione in Africa”.

Poiché solo l’1% dei vaccini somministrati in Africa viene prodotto localmente e il resto viene importato, espandere la produzione locale di vaccini, strumenti diagnostici e terapeutici è essenziale per rafforzare la sicurezza sanitaria regionale e globale, scrive la pubblicazione medica DownToEarth, un’organizzazione no-profit con sede a Mumbai. . organizzato.

Il continente deve diventare autosufficiente, soprattutto di fronte ai principali produttori di vaccini come BioNtech che si allontanano dalle loro parole.

READ  Il corridoio ferroviario più trafficato degli Stati Uniti ha ricevuto un incremento di 16,4 miliardi di dollari: perché una somma così enorme?

I casi di coronavirus in Sud Africa al 13 aprile 2024 hanno raggiunto 4.076.463. Il Sudafrica ha registrato il maggior numero di vittime, superando i 100.000 morti. Numero di persone guarite: 3.912.506.

Altre società che si stanno ritirando dai piani di sviluppo includono GlaxoSmithKline (GSK) e la sua controllata Halion, ha affermato GSK in un comunicato stampa.

Secondo Business Insider Africa, GlaxoSmithKline opera in Nigeria da oltre 51 anni. Il rapporto rileva che GlaxoSmithKline sta lasciando la Nigeria – e allo stesso modo sta lasciando il Kenya – a causa di complicazioni sui tassi di cambio, preoccupazioni sulla sicurezza, maggiori spese operative e incertezze politiche. [IDN-InDepthNews]

IMMAGINE: Una donna riceve la sua seconda dose del vaccino Pfizer-BioNTech da un operatore sanitario durante una campagna di vaccinazione a Katlehong, a est di Johannesburg, Sud Africa, 1 ottobre 2021. (Foto d'archivio: AP)

IDN è l'agenzia leader per le organizzazioni no-profit Sindacato internazionale della stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *