4.000 immigrati americani si sono trasferiti in Israele nel 2021, il numero annuale più alto dal 1973

Un totale di 27.050 nuovi immigrati sono arrivati ​​in Israele nel 2021, con un aumento del 30% rispetto ai numeri particolarmente bassi dello scorso anno, hanno annunciato mercoledì il Ministero dell’immigrazione e dell’assorbimento, l’Agenzia ebraica e Nefesh Benfish.

Tra i nuovi arrivati ​​c’erano 4.000 immigrati dagli Stati Uniti, il numero più alto dal 1973 e un aumento del 30% rispetto allo scorso anno. Le cifre hanno mostrato che dal Canada sono arrivati ​​400 immigrati in più, portando il numero totale di immigrati dal Nord America nel 2021 a oltre 4.400 immigrati.

La Francia ha visto un balzo del 40%, con 3.500, il numero più alto in quattro anni. Ci sono stati 7.500 immigrati dalla Russia, in aumento del 10% rispetto al 2020, e 3.000 dall’Ucraina quest’anno, con un aumento del 5%.

Anche altri paesi hanno visto un aumento, con 900 in arrivo dall’Argentina – il 55% in più rispetto allo scorso anno – 630 dal Regno Unito, 550 dal Sud Africa, 550 dal Brasile e 280 dal Messico.

I dati hanno anche mostrato che 1.636 immigrati dall’Etiopia sono giunti in Israele nell’ambito dell'”Operazione Visit Israel”, che ha rinnovato l’immigrazione di ebrei dal Paese dopo una pausa di anni.

Complessivamente, l’immigrazione è aumentata del 30% quest’anno rispetto al 2020, sebbene sia ancora inferiore ai numeri annuali registrati negli anni precedenti la pandemia di COVID-19.

A titolo illustrativo: nuovi immigrati dal Nord America arrivano su un volo organizzato da Neves Benfish all’aeroporto Ben Gurion, 14 agosto 2019 (Flash90)

Il numero totale era identico al 2016. Nel 2017, c’è stato un leggero aumento a 29.000 e che è continuato nel 2018 con 30.000, raggiungendo un record di 35.000 nel 2019. Tuttavia, con l’inizio della pandemia di coronavirus e le restrizioni ai viaggi internazionali, si è ritirato Numeri.

READ  Coronavirus | ELMER HUERTA | PANDEMIA | SALUD | El COVID-19 se transmite por el aire | TECNOLOGIA

Nel 2020 solo 22.000 si sono trasferiti lì Israele Per iniziare una nuova vita lì.

Il ministro dell’immigrazione Pnina Tamano Shata ha accolto queste nuove figure, lodando il contributo degli immigrati ebrei alla società israeliana.

“Aley continua a battere record. Nonostante la pandemia e le restrizioni imposte, l’immigrazione in Israele non si è fermata e siamo felici di accogliere le decine di migliaia di immigrati che hanno scelto di emigrare quest’anno”. “Gli immigrati sono un incredibile motore di crescita per l’economia israeliana e sono una forza nazionale, economica e morale per la nazione”.

Tamanu Shata ha Ha attribuito l’alta immigrazione Ai miglioramenti apportati dal suo dipartimento nella rimozione degli ostacoli all’immigrazione, nella digitalizzazione del processo e nel miglioramento della cooperazione con i consolati all’estero.

La campagna nazionale per incoraggiare l’immigrazione, chiamata Israeli Horizons, ha un budget di 35 milioni di shekel (11,4 milioni di dollari).

sei serio lo apprezziamo!

Ecco perché veniamo a lavorare ogni giorno – per fornire ai lettori più esigenti come te una copertura imperdibile di Israele e del mondo ebraico.

Finora abbiamo una richiesta. A differenza di altre testate giornalistiche, non abbiamo messo in atto un paywall. Ma poiché il giornalismo che facciamo è costoso, invitiamo i lettori che The Times of Israel è diventato importante per aiutare a sostenere il nostro lavoro unendosi La comunità di Times of Israel.

Per soli $ 6 al mese, puoi aiutare a sostenere il nostro giornalismo di qualità mentre ti godi The Times of Israel Annunci gratuiti, così come l’accesso a contenuti esclusivi disponibili solo per i membri della comunità di Times of Israel.

READ  Big change in South Africa’s Covid-19 vaccine strategy

Unisciti alla nostra community

Unisciti alla nostra community

sei già un membro? Accedi per non vedere più questo contenuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *