World Sheepdog Trials: quindicenne “adatto” per competere

World Sheepdog Trials: quindicenne “adatto” per competere
  • Scritto da Louise Cullen
  • Corrispondente per l’agricoltura e l’ambiente della BBC NI

Commenta la foto,

Peter Morgan ha detto che suo figlio Peter Ogg (a destra) è “assolutamente qualificato” per la competizione mondiale di pascolo

Per quanto riguarda i quindicenni, Peter Og Morgan potrebbe essere descritto come straordinario.

Mentre alcuni si concentrano sui risultati ai Giochi, un adolescente della contea di Down si sta preparando a competere per essere il migliore nel gioco Prove di pastore globaleInsieme al suo fedele compagno.

“Andavo alle prove canine ogni fine settimana con mio padre e mia nonna.

“Il giorno del mio undicesimo compleanno, mio ​​padre mi ha dato un consiglio, quindi ho deciso di iniziare a sperimentare – e questo mi ha portato ai World Sheepdog Trials”, ha detto.

Commenta la foto,

I conduttori comunicano con il loro cane da pastore in sole sei parole

Suo padre Peter Morgan, vicepresidente del comitato organizzatore, sosterrà suo figlio con un misto di orgoglio e forse un po’ di invidia.

“Non ero qualificato per questo [the Worlds] “Io stesso, sfortunatamente, non sono mai stato in grado di farlo.”

“Ma auguro buona fortuna a lui e a tutti gli altri concorrenti.

“È perfettamente adatto. Ci sono stati dei sabati difficili con lui che tornava a casa in macchina e ti picchiava quando avevi 15 anni.”

Spiegazione video,

Esortare i giovani a praticare l’addestramento dei cani da pastore

Il World Sheep Dog Trials si terrà per la prima volta in Irlanda del Nord.

Duecentoquaranta cani e conduttori provenienti da più di 30 paesi scenderanno nella Gill Hall Estate nella contea di Down quando l’evento inizierà mercoledì.

Le prove sono il luogo in cui i cani da pastore d’élite e i loro addestratori vengono messi alla prova.

I cani hanno già trascorso diversi anni a qualificarsi e questa è l’occasione per il loro allenatore di diventare il migliore al mondo.

I conduttori comunicano con il loro cane attraverso solo sei parole, spesso tradotte in segnali acustici.

Commenta la foto,

Alistair Little, agricoltore della contea di Fermanagh, ha due cani in competizione all’evento

Con diversi titoli già al suo attivo, il coltivatore della contea di Fermanagh Alastair Little sa cosa ci vorrà per vincere questa settimana.

“È un evento molto prestigioso nel calendario dei cani da pastore. Si tiene ogni tre anni al World Trial”, ha detto.

“Il solo fatto di far parte della squadra irlandese è sicuramente un grande risultato, e soprattutto avere due cani in competizione, è una bella posizione in cui trovarsi.”

Commenta la foto,

Alistair Little fischia

Le sue speranze riposano su Tom (tom in gallese) di sei anni e mezzo e Mick di cinque anni, che sono apprendisti come pastori di pecore nella fattoria di confine di Alistair nel sud-ovest.

“Questi cani devono fare il loro lavoro, devono guadagnarsi da vivere e devono anche competere”, ha aggiunto.

“Alcune persone pensano che ci sia un diverso tipo di cane di cui hai bisogno per lavorare e competere, ma ho bisogno che i cani facciano entrambe le cose.”

Ottimo corso

Il presidente del comitato organizzatore John McCullagh ha descritto la sessione alla Gill Hall come “fantastica”.

1.200 pecore di collina scozzesi dalla faccia nera, provenienti da Larne, Carnlough e Castlewillan, sono state portate sul luogo della competizione.

Nei primi due giorni si svolgeranno i turni di qualificazione, con tre gare che si svolgeranno contemporaneamente.

Ciò ridurrà il campo a soli 16 cani per la finale.

Commenta la foto,

John McCullagh è il presidente del comitato organizzatore

Dovranno completare un giro consistente nel riunire due gruppi di 10 pecore in un gruppo e portarli a fare una passeggiata prima di dividere cinque pecore dal collare rosso e metterle in un recinto.

“Sarà fantastico chi uscirà da qui come campione del mondo”, ha detto John.

“Chi vincerà questa competizione su questa fantastica pista sarà davvero un campione del mondo”.

READ  I referendum e la crisi RTÉ dominano l’agenda politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *