Uno studente di un master in salute pubblica fa luce sui sistemi alimentari sostenibili

Uno studente di un master in salute pubblica fa luce sui sistemi alimentari sostenibili

Insetti per cena? Può sembrare una scena di un film di fantascienza, ma gli insetti commestibili si stanno facendo strada sotto i riflettori per un motivo convincente: potrebbero essere la chiave per un futuro più sano e più verde. Mentre il pensiero di mangiare insetti può spaventare alcuni, gli insetti sono stati usati per cibo e medicine da molte culture per secoli: ben l’80% dei paesi del mondo, specialmente ai tropici, mangia insetti. Mentre il nostro pianeta è alle prese con crescenti sfide come il cambiamento climatico e l’insicurezza alimentare, l’idea di passare agli insetti commestibili come opzione eco-compatibile sta attirando l’attenzione dei ricercatori di salute pubblica, tra cui Shaylee Warner, neolaureata della Colorado State University Scuola di sanità pubblica.

Shaylee ricorda allegramente la sua esperienza infantile di mangiare insetti, che alla fine ha suscitato il suo interesse nell’esplorazione del mondo degli insetti commestibili. Il suo viaggio verso lo studio degli insetti come fonte di cibo sostenibile è stato favorito dal suo precedente servizio negli US Peace Corps in Ghana. Durante il suo servizio lì, e prima della sua evacuazione durante il COVID-19, Shaylee ha ricevuto una formazione su come migliorare l’accesso all’acqua pulita e al cibo in una comunità rurale. Motivata dal suo desiderio di avere un impatto significativo sul campo, Shaylee è stata attratta dal ColoradoSPH della CSU e si è concentrata sulla salute globale e le disparità sanitarie.

Sotto la guida di Heidi Hausermann, Ph.D., professore associato di salute globale e disuguaglianze sanitarie, salute comunitaria e comportamentale della Colorado School of Public Health e antropologia e geografia presso la Colorado State University, Shaylee ha approfondito il mondo dell’allevamento di insetti , raccolta, consumo e la loro profonda interconnessione con l’ambiente. In qualità di antropologo, Hausermann ricerca la relazione tra insetti commestibili e salute pubblica e sottolinea l’importanza di questa ricerca.

READ  I dati dell'UNHCR sull'attraversamento del Mediterraneo mostrano un grafico dell'aumento del bilancio delle vittime e delle tragedie in mare

“Quando pensiamo alla salute, pensiamo al sistema in cui una persona vive e mangia, lavora e dorme, gioca e va a scuola, tutto”, ha spiegato Hausermann. Considerando le cimici come una fonte di cibo, i ricercatori stanno esaminando le intersezioni tra diverse scelte alimentari, sostenibilità ambientale, pratiche culturali e salute.

“La salute pubblica sta esaminando i sistemi e scomponendoli e vedendo dove possiamo fare di meglio, e penso che i bug siano piuttosto divertenti da esplorare, specialmente in termini di cambiamento climatico”, ha aggiunto Shaileh.

“Nella sanità pubblica, pensiamo molto al cibo e le persone non ne hanno abbastanza. Il cibo è commercializzato in un modo che fa sentire le persone come se non fossero legate al cibo. Non sempre c’è una tradizione culturale. E così , Penso che considerare gli insetti come cibo porti anche al lato culturale delle cose.” Ha spiegato Shail.

La ricerca di Shaylee con Hausermann ha rivelato come le pratiche degli insetti commestibili possano essere collocate in un contesto agricolo più ampio, poiché molti agricoltori e le loro comunità a Veracruz, in Messico, apprezzano profondamente il valore di sussistenza, medicinale e culturale fornito dagli insetti. Viaggiando in cinque piantagioni di caffè rurali a Veracruz come studentessa ricercatrice, ha visto in prima persona la natura intrecciata di questo lavoro “in una fattoria, osservando tutte le cose, vedendo come l’errore fa parte di un sistema molto ampio che è stato mantenuto e prodotto da generazioni.”

Shaylee, la dott.ssa Hausermann e Penelope Velasco, un’altra studentessa del ColoradoSPH, hanno reclutato 14 partecipanti di diversa estrazione, inclusi funzionari governativi, coltivatori di caffè, chef, produttori di insetti e parti interessate nel settore degli insetti commestibili. Attraverso interviste semi-strutturate e attività di osservazione dei partecipanti, i ricercatori hanno documentato le percezioni e le conoscenze dei partecipanti sugli insetti commestibili nella comunità, sui sistemi alimentari e sui sistemi del caffè. La ricerca ha coinvolto diversi contesti, tra cui dimostrazioni di cottura di insetti commestibili, raccolta di insetti nelle piantagioni di caffè e operazioni di produzione nella casa di un produttore locale di insetti. I ricercatori hanno anche accompagnato i contadini nei campi per raccogliere gli insetti e hanno partecipato ad attività di monitoraggio tra cui il consumo di insetti e la raccolta di bruchi e lumache. I tour agricoli guidati dai partecipanti hanno fornito approfondimenti sugli agroecosistemi, gli effetti del cambiamento climatico sui sistemi del caffè, le pratiche agrochimiche e la conoscenza indigena delle piante medicinali e degli insetti nelle comunità del caffè.

READ  كوريا الشمالية تطلق صاروخاً باليستياً من غواصة فوق بحر اليابان

La ricerca di Shaylee mostra che i coltivatori di caffè, con la loro profonda conoscenza e connessione con le piantagioni di caffè, sono stati in grado di resistere ai volatili mercati globali del caffè mentre affrontavano la riduzione dei raccolti a causa del cambiamento climatico. Tuttavia, la crescente portata e gravità dei fattori di stress sul sistema ha portato alla fame stagionale e alla povertà per gli agricoltori, le loro famiglie e le comunità rurali. Lo studio sottolinea la necessità di dare priorità ai mezzi di sussistenza, alla salute e al benessere di coloro che lavorano instancabilmente per combattere il cambiamento climatico e l’importanza di preservare gli agroecosistemi delle piantagioni di caffè messicane.

Il lavoro di Shaylee su questo progetto ha instillato una passione per tutta la vita per il settore degli insetti commestibili. Ha in programma di esplorare diverse strade in questo campo, utilizzando le sue competenze e il suo background per contribuire a questa affascinante e promettente area di ricerca. Come parte del suo progetto principale, ha utilizzato la tecnologia GIS per creare una mappa delle aziende di produzione e coltivazione di insetti commestibili negli Stati Uniti e in Messico, fornendo preziose informazioni per ulteriori esplorazioni.

Man mano che i confini delle scelte alimentari tradizionali si espandono e la società diventa più consapevole della sostenibilità e della nutrizione, lo studio degli insetti commestibili sta emergendo come un’affascinante via di indagine. L’esperienza unica di Shaylee all’MPH ha riunito la curiosità della sua infanzia, le esperienze internazionali e l’esperienza accademica. Spera di avviare conversazioni e aprire menti sugli insetti commestibili, rimuovendo decenni di stigma nel processo.

“Voglio continuare a evidenziare come le persone consumano insetti nella loro vita quotidiana – in effetti in modo molto sostenibile – perché va avanti dall’inizio dei tempi”.

READ  Shin Hye Sun non ha paura di affrontare Jo Yoon Seo con il supporto di Ji Chang Wook e della sua città natale in "Benvenuti a Samdalri"

Storia di Rachel Larson, MPH ’23, Colorado, assistente studentesca per il marketing e le comunicazioni e alunna.





Categorie:

Scuola di sanità pubblica del Colorado
Dipartimento di salute e comportamento della comunità|


tag:

Notizie per studenti ed ex studenti di ColoradoSPH


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *