Un enorme fossile di pesce di 66 milioni di anni è stato scoperto dopo essere stato erroneamente scambiato per un rettile volante

Il più grande fossile di antichi pesci di acque profonde che si pensava fosse estinto è stato trovato di recente, completamente per errore.

Ai paleontologi del Regno Unito è stato somministrato quello che è stato detto loro era un osso di pterodattilo, ma dopo un attento esame il team ha capito che non era un singolo osso.

L’esemplare è stato identificato come un sottile osso piatto appartenente ai celacanti, un pesce apparso sulla scena 200 milioni di anni prima della comparsa dei primi dinosauri e che nuota ancora oggi.

Uno degli aspetti più strani del Colacanth è che ha un antico polmone, forse dal momento in cui i suoi antenati sono strisciati a terra.

I ricercatori hanno determinato che il fossile era in realtà ossa polmonari fusate di celacanti, vissute 66 milioni di anni fa.

Gli scienziati credono da tempo che i celacanti siano morti eoni fa, fino a quando uno è stato visto vivo nelle acque al largo del Sudafrica negli anni ’30.

Scorri verso il basso per visualizzare il video

I paleontologi dell’Università di Plymouth hanno scoperto un fossile di polmone alto 16 piedi appartenente a un celacanto, il più grande mai registrato. Nella foto: viste del polmone coilacanth che mostrano l’intreccio delle placche ossee

A David Martell, un paleontologo dell’Università di Portsmouth, è stato chiesto di identificare un grande osso acquistato da un collezionista privato, che sospettava che potesse essere parte del cranio di uno pterodattilo.

Martell ha presto stabilito che il fossile era in realtà costituito da molte sottili placche ossee “disposte come una botte, ma con bastoni che ruotano piuttosto che dall’alto verso il basso”, spiega.

READ  Nuovi dettagli rivelano un sistema di 7 esopianeti, a 40 anni luce dalla Terra | video

“Solo un animale ha una simile struttura, e questo è il celacanto”, ha detto. Abbiamo trovato un polmone ossuto per questo pesce meraviglioso e dall’aspetto strano.

Il collezionista era deluso dal fatto che non avesse un rettile alato tra le mani, ma Martell ei suoi colleghi erano felicissimi della scoperta.

Il fossile, come è stato originariamente portato a Martill, è incorporato in fosfati, gesso e rivestito con vernice.  Poiché era vicino alle ossa di pterosauro, il suo proprietario credeva che fosse il cranio di uno pterosauro

Il fossile, come è stato originariamente portato a Martill, è incorporato in fosfati, gesso e rivestito con vernice. Poiché era vicino alle ossa di pterosauro, il suo proprietario credeva che fosse il cranio di uno pterosauro

Il fossile (nella foto) è stato scoperto in depositi di fosfato in Marocco, dove è stato trovato il primo colacanto.

Il fossile (nella foto) è stato scoperto in depositi di fosfato in Marocco, dove è stato trovato il primo colacanto.

Il fossile è stato scoperto in depositi di fosfato in Marocco, ed è il primo celacanto che si trova lì.

È stato trovato accanto a pterodattili, risalenti al periodo Cretaceo – circa 66 milioni di anni fa – e ha spiegato l’errore di riconoscimento del collezionista.

I biologi marini hanno scoperto che l’inafferrabile pesce di acque profonde aveva un vecchio polmone in agguato nello stomaco nel 2015.

Milioni di anni fa, gli antenati del Colacanth probabilmente lo usavano per respirare.

Questo potrebbe spiegare come sia sopravvissuto all’evento di estinzione 66 milioni di anni fa che spazzò via tutti i dinosauri non aviari e la maggior parte degli altri esseri viventi dalla Terra, così come quelli che vivevano in acque poco profonde.

Il polmone osseo era probabilmente presente sul corpo del pesce mentre era vivo

Il polmone osseo era probabilmente presente sul corpo del pesce mentre era vivo

Martell ha detto che questo polmone apparteneva a un colacanto “molto massiccio”, forse 16 piedi o più.

In confronto, i grandi squali bianchi sono lunghi circa 15 piedi e i celacanti moderni crescono solo fino a circa sei piedi e mezzo.

READ  Quanto è pericolosa la mutazione Covid-19 rilevata?

“Questo particolare pesce era enorme – un po ‘più lungo della lunghezza di una tavola da paddle verticale e forse il più grande celacanto che sia mai stato scoperto”, ha detto Martell.

I celacanti moderni crescono solo fino a circa sei piedi e mezzo.  Nella foto: imbalsamatori di tassidermia montano un colacanto in una vasca del Museo Nazionale di Storia Naturale

I celacanti moderni crescono solo fino a circa sei piedi e mezzo. Nella foto: imbalsamatori di tassidermia montano un colacanto in una vasca del Museo Nazionale di Storia Naturale

I paleontologi credevano che i pesci morissero alla fine del Mesozoico fino a quando un colacanto non fu trovato vivo in Sud Africa nel 1938. Nella foto: un intero fossile di celacanto

I paleontologi credevano che i pesci morissero alla fine del Mesozoico fino a quando un colacanto non fu trovato vivo in Sud Africa nel 1938. Nella foto: un intero fossile di celacanto

Il fossile era impregnato di fosfatazione, gesso e ricoperto di vernice, che li rendeva marroni.

Il team di Martill ha dovuto tagliare il resto del polmone dalla piastra più grande e rimuovere il rivestimento utilizzando strumenti odontoiatrici e una spazzola sottile.

Lunghezza del colacanto

Nel 2015, gli scienziati hanno identificato i celacanti, noti anche come Latimeria chalumnae, per avere un polmone.

Il polmone non è più funzionale, ma fornisce indizi su come vivevano i suoi antichi parenti 410 milioni di anni fa.

La Latimeria non ha un “polmone calcificato” come i suoi predecessori.

Tuttavia, i raggi X mostrano che la specie ha un polmone ben sviluppato e potenzialmente svolge la sua funzione nei feti in fase iniziale.

Man mano che cresce, il polmone diventa inattivo.

La struttura è inutile per le specie viventi, che respirano con le branchie, come tutti gli altri pesci.

Il polmone osseo è stato restituito al Marocco per essere aggiunto alle collezioni dell’Università Hassan II di Casablanca.

Il Colacanth è apparso per la prima volta 400 milioni di anni fa – 200 milioni di anni prima dei primi dinosauri – ed è sopravvissuto all’estinzione che ha ucciso i dinosauri.

READ  La NASA ha rivelato che un grande asteroide entrerà in collisione con la Terra il 2 maggio 2022

Si pensava a lungo che fosse morto alla fine dell’era mesozoica, ma nel 1938 un Colacanth fu trovato vivo al largo delle coste del Sud Africa.

Da allora, pochi altri pesci individuali, così come membri di specie affini, sono stati trovati al largo delle coste dell’Indonesia.

Ma il pesce silacan, che è considerato in via di estinzione, è una creatura davvero unica in molti modi.

Ad esempio, ha pinne a forma di lobo che si muovono in uno schema alternato, simile a un animale selvatico con quattro arti.

Questo movimento ha spinto gli esperti a ipotizzare che potesse essere stato un membro di un gruppo di pesci che per la prima volta strisciarono sulla Terra per trasformarsi in animali con le zampe.

Questo pesce grigio-marrone può pesare fino a 200 libbre e vivere fino a 60 anni.

Ha una spina dorsale cava e piena di liquido, denti rivestiti di smalto e una mascella articolata che gli consente di aprire la bocca per inghiottire grandi prede.

Poco si sa su come vivevano i pesci, cosa mangiano, come si riproducono o quanti pesci sono rimasti.

Fino a poco tempo, il Colacanth era conosciuto come un “fossile vivente”, poiché non è cambiato molto in centinaia di milioni di anni. Gli scienziati ora ritengono che abbia subito un’evoluzione più fondamentale di quanto si pensasse in precedenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *