Scoperto in Brasile un nuovo tipo di anfibio gigante più antico dei dinosauri!

Scoperto in Brasile un nuovo tipo di anfibio gigante più antico dei dinosauri!
Illustrazione del gigantesco anfibio Coatisuchus rosae, scoperto nel Rio Grande do Sul. Foto: Márcio Castro/Unibamba.
Paolo Buono Paolo Buono Meteorite del Brasile 6 minuti

Quando pensiamo agli anfibi, solitamente immaginiamo piccoli animali come rane, rospi, salamandre e serpenti ciechi. Ma non è sempre stato così Diversi milioni di anni fa, questi animali erano giganteschi e dominavano interi ecosistemi!

Tra le rocce di una fattoria nella zona rurale della cittadina di Rosario do Sul, nell'interno dello stato brasiliano del Rio Grande do Sul, i paleontologi guidati dall'equipe del Laboratorio di Paleobiologia dell'Università Federale della Pampa ( Unipampa) hanno scoperto Il teschio di una nuova specie di anfibio gigante vissuto circa 250 milioni di anni fa!

Prima della comparsa dei dinosauri, all'inizio del Triassico, gli anfibi erano animali giganti che dominavano l'ambiente, e il loro aspetto e il loro stile di vita erano molto simili a quelli dei coccodrilli e dei caimani che si trovano oggi.

In realtà, Il cranio è stato ritrovato durante gli scavi condotti nell'agosto 2022. Tuttavia, dopo il ritrovamento, il teschio ha dovuto subire un lungo e meticoloso processo di pulizia, per essere ripulito da eventuali resti delle rocce in cui era stato ritrovato, e poi studiato nel dettaglio presso le strutture di Unibamba.

Dopo essere stato analizzato e identificato come una nuova specie di anfibio gigante, la specie è stata chiamata Coatisuchus roseae. La parola “coati” fa riferimento al termine “topi”, che significa “muso lungo”, perché la testa dell'animale scoperto era lunga e appuntita come quella degli odierni coccodrilli. Il secondo nome “Rosae” è in onore del paleontologo Attila Stock da Rosa, dell'Università Federale di Santa Maria (UFSM), pioniere nell'identificazione dei siti fossili – aree che forniscono condizioni favorevoli per la formazione e la crescita della riserva. Di fossili: da questo momento, uno di questi è il luogo in cui è stata trovata questa nuova specie.

READ  Il sito preistorico mostra che gli uomini moderni non sono stati i primi a cambiare il mondo

Coatesaux era uno dei sopravvissuti. Viveva in un ambiente devastato dalla più grande estinzione di massa nella storia del pianeta – spiega Felipe Pinheiro, paleontologo di Unibamba e coordinatore della ricerca.

Il Coatisuchus appartiene al gruppo dei Temnospondyles, che è un anfibio carnivoro. Sono generalmente di grandi dimensioni e sono molto abbondanti negli ecosistemi acquatici, ma si trovano anche negli ecosistemi terrestri. La lunghezza di questi animali può raggiungere i 5 metri, Ma si stima che il Coatisuchus scoperto fosse un animale di taglia media, lungo circa 1,5 metri.

I temnospondili erano molto diversi e vivevano in diverse parti del pianeta, Oltre a sopravvivere alla più grande estinzione di massa di tutti i tempi. Gli scienziati responsabili di questa nuova scoperta sono rimasti sorpresi Per scoprire che i parenti più stretti di Coatessuchus erano tutti in Russia, Il che dimostra che ad un certo punto della storia della Terra c'è stata una connessione tra la fauna selvatica del Brasile e quella della Russia.

Coatisuchus rosae
Immagini del cranio dell'anfibio Kwatisuchus rosai scoperto nella Republika Srpska. Foto: Felipe Pinheiro/Unibamba.

“A quel tempo, i continenti erano uniti in un continente gigante chiamato Pangea e la distanza tra Brasile e Russia era minore. Tuttavia c’erano delle barriere. È incredibile trovare questo animale e altri che potrebbero essere riusciti a superare questi ostacoli. “Partecipare alla scoperta di questa nuova specie è stato molto emozionante e le somiglianze tra questa e la specie russa spingono a ulteriori studi per capire come avvengano queste connessioni”, ha detto all'incontro dell'università Areli Fabricio Machado, ecologo e paleontologo, ricercatore presso l'Unibamba. sito web di notizie.

READ  Solo pochi geni riescono a trovare il numero nascosto 1 tra i sette

Questa non è la prima scoperta di una specie animale più antica dei dinosauri nello stato del Rio Grande do Sul. L'anno scorso i ricercatori del Laboratorio di Paleontologia, sempre dell'Unibamba, La scoperta di un cranio completo e di parti dello scheletro di Bambaphonus, risalenti a circa 265 milioni di anni fa, ha fornito… Il più antico grande predatore terrestre del Sud America.

Riferimento articolo:

https://unipampa.edu.br/saogabriel/descoberta-anfibio-gigante-mais-antigo-que-dinossauros-e-encontrado-no-rio-grande-do-sul

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *