Psicologia: i modi migliori (e peggiori) per ingannare qualcuno – BBC News in serbo

Getty Images

La squadra di agenti di sicurezza di Thomas Ormerod deve affrontare un compito apparentemente impossibile.

Negli aeroporti di tutta Europa, è stato chiesto loro di interrogare i passeggeri sul loro passato e sui piani di viaggio.

Ormerod ha dato alla manciata di persone che vengono al posto di sicurezza una storia falsa e piani inventati – e la sua squadra ha dovuto smascherarli.

Infatti, solo una persona su mille che verranno intervistate mentirà loro.

Identificare un bugiardo era facile come trovare un ago in un pagliaio.

Invece dei metodi precedenti per rilevare le bugie, puoi comodamente lanciare una moneta.

Cosa hanno fatto dopo? Un’opzione è concentrarsi sul linguaggio del corpo o sui movimenti oculari, giusto?

Non avrebbe successo.

Diversi studi hanno dimostrato che i tentativi, anche da parte di agenti di polizia addestrati, di scoprire bugie basate sul linguaggio del corpo e sulle espressioni facciali sono spesso destinati a essere semplici coincidenze.

Secondo uno studio, solo 50 persone su 20.000 sono state in grado di stimare correttamente, con un’accuratezza superiore all’80%.

La maggior parte di loro può anche lanciare una moneta.

La squadra di Ormerod ha provato qualcos’altro e nella maggior parte dei casi è riuscita a rilevare passeggeri falsi. il loro segreto?

Hanno rifiutato molti segni accettati di inganno e hanno voltato pagina usando tecniche sorprendentemente semplici.

Negli ultimi anni, il mondo della ricerca sull’inganno è stato afflitto da risultati deludenti.

I lavori precedenti miravano principalmente a rivelare le intenzioni dei bugiardi studiando il loro linguaggio del corpo o i loro volti: guance arrossate, risate nervose, uno sguardo turbato.

L’esempio più famoso di questo è Bill Clinton che si tocca il naso mentre nega la sua relazione con Monica Lewinsky – all’epoca si pensava senza dubbio che indicasse una bugia.

La linea di fondo, dice Timothy Levine dell’Università dell’Alabama a Birmingham, è che l’atto di mentire suscita potenti emozioni – nervosismo, senso di colpa e persino l’eccitazione di essere sfidati – che sono difficili da nascondere.

Si pensava che anche quando pensiamo che il nostro viso sia pietrificato, facciamo ancora piccoli movimenti, noti come “micro-espressioni”, che possono rivelarci.

Ma più gli psicologi studiano da vicino, più inverosimili diventano tutti questi indicatori.

Il problema è la grande diversità del comportamento umano.

Se conosci bene qualcuno, potresti accorgertene solo quando ti dicono la verità, ma è probabile che le altre persone agiscano in modo molto diverso; Non esiste un dizionario universale del linguaggio del corpo.

“Non ci sono segnali permanenti che appariranno sempre come un inganno”, afferma Ormerod, che è all’Università del Sussex.

“Rido nervosamente, qualcun altro fa sul serio, qualcuno guarda negli occhi, qualcun altro evita.”

READ  Uno studio ha rivelato che lo scioglimento delle calotte polari distribuisce abbastanza acqua da causare uno spostamento orizzontale nella crosta terrestre

Levin è d’accordo: “L’evidenza è molto chiara che non ci sono indicatori affidabili che separino la verità dalle bugie”.

E sebbene sentirai che il nostro subconscio può notare questi segni anche quando non ne siamo consapevoli, si dice che siano stati smentiti.


Guarda il video: Cosa rende una persona bugiarda

The Dark Trinity – Quali tratti della personalità determinano se diventi un bugiardo, un impostore o un assassino
British Broadcasting Corporation

Nonostante questi risultati sfavorevoli, la nostra sicurezza dipende ancora spesso da questi indicatori mitici.

Prendiamo, ad esempio, i controlli che alcuni passeggeri devono superare prima di un lungo volo: solo nel 2012, prima delle Olimpiadi, a Ormerod è stato chiesto di controllare questo processo.

Secondo lui, i funzionari usano più spesso questionari “sì/no” sulle intenzioni dei passeggeri e sono addestrati a individuare “segni sospetti” (come il linguaggio del corpo nervoso), che può rivelare l’inganno.

“Non c’è possibilità di ascoltare ciò che stanno dicendo e di pensare alla credibilità della dichiarazione e di osservare un cambiamento nel comportamento: questi sono gli aspetti principali nell’individuare le bugie”, afferma.

Dice anche che i protocolli esistenti sono soggetti a parzialità: i funzionari, ad esempio, avevano maggiori probabilità di rilevare segni sospetti in alcuni gruppi etnici.

“Il metodo attuale rende impossibile rilevare l’inganno”, dice.

Mentire, mentire, mentire

Getty Images
Se solo il linguaggio del corpo potesse esporre l’inganno

Chiaramente, è necessario un nuovo metodo.

Ma visti i risultati devastanti del laboratorio, in cosa dovrebbe consistere?

La risposta di Ormerod è stata molto semplice: spostare l’attenzione dai comportamenti sottili alle parole che le persone effettivamente dicono e toccare con attenzione i punti appropriati per abbattere la facciata sbagliata del truffatore.

Ormerod e il suo collega Coral Dindo dell’Università di Wolverhampton hanno stabilito una serie di principi di conversazione che dovrebbero aumentare le possibilità di rilevamento delle frodi:

Fai domande aperte. Questo costringe il bugiardo a diffondere la storia fino a quando non rimane impigliato in una rete delle sue stesse bugie.

Usa il fattore sorpresa.

Gli esaminatori devono aumentare il “fardello cognitivo” dei bugiardi ponendo domande inaspettate, che potrebbero confonderli un po’, o chiedendo loro di raccontare un evento in tempo: questi metodi renderanno loro difficile mantenere una falsa facciata.

Cerca i dettagli più fini che possono essere verificati.

Se un viaggiatore dice di essere di Oxford, chiedigli di dirti com’è il suo modo di lavorare.

Tuttavia, se incontri una contraddizione, non mostrarla: è meglio lasciare che la fiducia in se stessi del bugiardo cresca con un mucchio di bugie piuttosto che correggerle.

Notare il cambiamento nella fiducia in se stessi.

Presta molta attenzione al cambiamento di stile di un potenziale bugiardo di fronte a una sfida: un bugiardo può essere loquace perché pensa di controllare la conversazione, ma la sua zona di comfort è molto limitata e potrebbe stare zitto se si sente fuori controllo.

READ  Basteranno le misure Covid prese dal Codeco per evitare il peggio? Aspettative dei ricercatori nella modellazione matematica

L’obiettivo è iniziare una conversazione casuale, non un interrogatorio teso.

Tuttavia, sotto questa moderata pressione, il bugiardo si tradirà opponendosi a lui o le sue risposte diventeranno manifestamente sbagliate o errate.

“È importante sapere che non esiste una bacchetta magica; prendiamo il meglio e formiamo un approccio cognitivo”, afferma Ormerod.

Ormerod ammette apertamente che la sua strategia sembra essere il buon senso.

“Un amico ha detto che stiamo cercando di ottenere un brevetto per la capacità di parlare”, dice.


Guarda il video: Chi mente di più – uomini o donne?

Gli uomini mentono più delle donne, ma non sono neanche più veri.
British Broadcasting Corporation

Ma basta guardare i risultati.

Il team ha preparato un gruppo di falsi passeggeri con mappe e documenti di viaggio mascherati.

Hanno avuto una settimana per preparare la loro storia, e poi hanno avuto il permesso di mettersi in fila con altri passeggeri reali negli aeroporti di tutta Europa.

Gli ufficiali addestrati nell’applicazione delle tecniche di interrogatorio di Ormerod e Dendo hanno avuto più di 20 volte più successo nell’individuare passeggeri falsi rispetto alle persone in cerca di segni sospetti, esponendoli nel 70% dei casi.

“È davvero impressionante”, afferma Levine, che non è stato coinvolto nello studio.

Ritiene che sia particolarmente importante che l’esperimento venga condotto in aeroporti reali.

“È lo studio più realistico disponibile”.


bugiardo contro bugiardo

nPuoi fingere un truffatore

L’ironia è che si scopre che i bugiardi sono più bravi a rilevare le bugie.

Jeffrey Bird dell’University College di Londra e i suoi colleghi hanno recentemente messo in scena un gioco in cui gli intervistati hanno rilasciato dichiarazioni vere e false su se stessi.

È stato anche chiesto loro di valutare la loro onestà.

Si scopre che le persone che hanno più successo nel fare intrugli sono anche in grado di individuare le bugie degli altri, forse perché imparano i trucchi.


Abilità di persuasione

L’esperimento di Levine si è rivelato ugualmente efficace.

Come Ormerod, pensa che le interviste intelligenti, progettate per esporre le scappatoie nella storia delle bugie, siano molto meglio che cercare di riconoscere i segni nel linguaggio del corpo.

Ha organizzato un quiz in cui gli studenti hanno giocato a coppie e ha ricevuto cinque dollari per ogni risposta corretta.

Quello che non sapevano era che i loro partner erano attori, e quando il capo del test ha lasciato brevemente la stanza, ha suggerito di dare una rapida occhiata alle risposte, per barare.

Un gruppo di studenti ha accettato la proposta del partner.

Un esperto è riuscito fino al 100% dei casi, rilasciando 33 interviste.

Più tardi, tutti gli studenti sono stati interrogati da veri agenti federali sul fatto che fossero stati truffati.

READ  Salute mentale, un buon reddito non basta per sentirsi bene

Utilizzando domande tattiche per riesaminare la loro storia, piuttosto che concentrarsi sul linguaggio del corpo o su altri segni, sono stati in grado di rilevare le bugie con una precisione superiore al 90%; Un esperto è riuscito fino al 100% dei casi, rilasciando 33 interviste: un risultato sorprendente, incommensurabilmente più accurato dell’analisi del linguaggio del corpo.

Ancora più importante, il seguente studio ha scoperto che anche i nuovi arrivati ​​possono raggiungere una precisione vicina all’80%, semplicemente utilizzando domande aperte appropriate, come, ad esempio, come il loro partner potrebbe raccontare la loro storia.

Gli investigatori, infatti, sono spesso riusciti a persuadere i truffatori ad ammettere apertamente ciò che avevano fatto.

“Gli esperti sono incredibilmente abili”, afferma Levine.

Il loro segreto sta in un semplice trucco che i maestri della persuasione conoscono: inizieranno la conversazione chiedendo agli studenti quanto siano onesti.

Inducendoli a dimostrare che stanno dicendo la verità, li stanno costringendo ad essere più onesti in seguito.

“Le persone vogliono essere oneste ed è per questo che iniziano a collaborare”, ha detto Levine.

“Anche quelli che sono disonesti lottano [posle ovoga] Fingono di collaborare, quindi spesso puoi dire chi è il truffatore”.

Un trucco è chiedere alle persone quanto sono oneste.

È chiaro che tali trucchi potrebbero essere già stati utilizzati da alcuni investigatori professionisti, ma data la forte convinzione nel linguaggio del corpo, vale la pena sottolineare come la forte persuasione sia paragonabile alla dubbia scienza del linguaggio del corpo.

Nonostante i successi, Ormerod e Levine vogliono disperatamente che altri provino a replicare ed estendere le loro scoperte, per assicurarsi che siano all’altezza di situazioni complesse.

“Dobbiamo stare attenti alle grandi generalizzazioni”, ha detto Levine.

Sebbene questi metodi aiutino principalmente con le forze dell’ordine, gli stessi principi possono aiutarti a rilevare le bugie nella tua vita. “Lo applico regolarmente ai bambini”, dice Ormerod.

La cosa più importante è ricordare che la tua mente dovrebbe essere aperta e non affrettare le conclusioni: solo perché qualcuno sembra nervoso o non riesce a ricordare i dettagli di base, non significa che sia colpevole. Invece, dovresti cercare le principali contraddizioni.

Non esiste un modo completamente efficace per individuare le bugie, ma con un po’ di tatto, intelligenza e persuasione, puoi sperare che alla fine la verità emerga.


Seguici Sito di social network Facebook io Twitter. Se hai un argomento suggerito per noi, per favore contatta [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *