Gli scienziati hanno in programma di perforare un foro di 500 metri nel ghiaccio dell’Antartide

Foto: Pixabay

Il Times of India riporta che gli scienziati indiani stanno pianificando di praticare un foro a 500 metri di profondità nel ghiaccio in Antartide.

Questo progetto sarà portato avanti dalla 41a spedizione scientifica indiana, che inizia i lavori nel continente ghiacciato.

Il primo gruppo di esploratori polari, composto da 23 scienziati e personale di servizio, è già arrivato alla Maitrey Research Base in India, situata nell’oasi di Schirmacher in Antartide. Entro la metà di gennaio 2022 arriveranno altre quattro squadre di specialisti indiani, riferisce BTA.

Il programma di lavoro della missione prevede la perforazione di un foro profondo vicino a Maitrey, che aiuterà a comprendere meglio il clima antartico, il ghiaccio marino e i gas serra. La perforazione del ghiaccio sarà effettuata in collaborazione con il British Antarctic Service e il Norwegian Polar Institute.

Gli scienziati indiani si stanno anche preparando a condurre uno studio geologico sulla piattaforma di ghiaccio di Emery nell’Antartide orientale. Secondo loro, potrebbe essere utile studiare la relazione tra India e Antartide in passato, durante il subcontinente indiano Gondwana (750-530 milioni di anni fa).

La storia del programma Artico indiano risale al 1981. Il Paese ha tre basi di ricerca in Antartide, due delle quali pienamente operative.

READ  Il materiale di programmazione Artec supporta Microsoft Hacking STEM | Comunicato stampa Artec Co., Ltd.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.