Perché il film è stato bandito per 14 anni in…

Perché il film è stato bandito per 14 anni in…

Il Grande Blu, vero capolavoro della settima arte, è uscito nelle sale cinematografiche nel 1988. Tuttavia gli italiani hanno dovuto aspettare fino al 2002 prima di poter scoprire finalmente questo film nelle sale. Oggi Tele Star ti svela il perché.

Gli amanti del cinema saranno in paradiso il 28 luglio 2019 TMC Il capolavoro verrà trasmesso nuovamente Luca Besson, Grande blu, dalle 22:25 nella sua versione lunga. Ricordiamo che questa versione è stata pubblicata nel 1989, cioè un anno dopo la versione originale, contiene 35 minuti di scene aggiuntive e la durata della trasmissione si avvicina alle 3 ore. Tuttavia, non tutti gli spettatori hanno avuto l'opportunità di scoprire questo lungometraggio una volta uscito nelle sale. Da allora questo è stato particolarmente vero per il pubblico italiano Grande blu In Italia non è stato distribuito fino al 2002.

Quindi gli spettatori italiani hanno dovuto attendere 14 anni prima di poter finalmente scoprire il celebre lungometraggio Luca Besson Sul grande schermo. L'attesa può essere spiegata con un'azione legale. per memoria, Grande blu Ispirato alla vita di due apneisti Jacques Mayall E Enzo Maiorcarispettivamente prima Jean-Marc Barr E Jean Reno. Non essendo stato informato del progetto, a differenza Jacques Mayall Chi ha lavorato al film come consulente, Enzo Maiorca Ha chiesto di cambiare nome.

Querela per diffamazione

Anche se il campione italiano di apnea è stato ribattezzato Enzo Molinari Nel film non apprezza il lungometraggio e decide di sporgere denuncia per diffamazione Luca Besson. Quest'ultimo impedirà per 14 anni la distribuzione del film in Italia. Grande blu È uscito finalmente nelle sale d'Oltralpe nel 2002 in versione ridotta. Tra le scene tagliate troviamo quella Enzo Molinari Viene pagato per salvare la vita di un uomo che sta annegando e per il ruolo caricaturale di sua madre.

Presentazione prodotta da Sandric Vasseur

READ  L'Inghilterra ha bisogno di intensificare la partita del Sei Nazioni contro l'Italia per evitare ulteriori sconfitte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *