. Pavlopoulos: Ioannis Kapodistrias è stato il meglio che la Grecia potesse avere

Aggiornamenti in tempo reale: Aggiornato da

Il ritratto del primo sovrano del paese, Ioannis Kapodistrias, è stato dipinto al sesto forum di Delfi dall’ex presidente della Repubblica, Procops Pavlopoulos.

L’ex Presidente della Repubblica è partito dal periodo precedente all’elezione di Ioannis Kapodistrias come primo governatore, affermando che non sapeva se questa fosse l’unica opzione che avevamo allora per governare la Grecia, eppure era la migliore che avevamo.

“Il personaggio di Ioannis Kapodistrias era, con tutte le sue credenziali, il meglio che la Grecia potesse avere. Un uomo di tale brillantezza e portata internazionale e allo stesso tempo un uomo che ha portato la Grecia con sé. “L’atteggiamento di Capodistria verso la rivoluzione, che era la ragione principale del suo scontro con Cesare, mostra che Kapodistrias, e come ministro di Cesare, è sempre stato greco in tutti i sensi della parola.” Pavlopoulos.

Ha poi fatto riferimento alla situazione che Ioannis Kapodistrias ha trovato in Grecia. Kapodistrias vide una persona benestante, prese i suoi doveri, rinunciò al suo stipendio e tutto e considerò una vergogna avere beni personali e poter vivere, fino a quando non ottenessi la Fenice (la moneta che diede) dal tesoro pubblico, disse Il signor Pavlopoulos.

Ha anche descritto la posizione di Ioannis Kapodistrias come responsabile e istituzionalmente impeccabile, sottolineando il “senso di responsabilità di questo grande greco”.

Riferendosi al governo di Ioannis Kapodistrias, ha osservato di aver realizzato l’impossibile in 3,5 anni. Le basi dell’istituzione della Scuola della Guardia, in sostanza l’inizio dell’organizzazione dell’esercito, le prime strutture nella magistratura, il Codice di procedura civile, le prime scuole, la creazione di un orfanotrofio e il primo museo archeologico presso la menta, una scuola agraria.

READ  Il villaggio in Italia ci ricorda qualcosa dell'Egeo

Evidenziando il suo contributo, ha tipicamente osservato: “Non sappiamo cosa dobbiamo a Ioannis Kapodistrias per come siamo arrivati ​​al Protocollo di Londra”, e ha aggiunto che la corrispondenza mostra quanto le grandi potenze siano dipendenti da esso. Tutto questo in 3,5 anni – ha confermato l’ex presidente della repubblica.

Infine, Procops Pavlopoulos credeva che se Ioannis Kapodistrias avesse completato il suo mandato di sette anni, come previsto dalla Costituzione di Trozina, la tragedia del suo assassinio non avrebbe mediato, con il popolo greco fianco a fianco, e la costituzione sarebbe diventata così . Non saremmo arrivati ​​alla proprietà. A questo punto, si noti che il regno di Dio è estraneo alla mentalità dei greci.

Fonte: ΑΠΕ-ΜΠΕ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *