“Mostro” preferito nella commedia italiana

Hugo Tunazzi fu un vero rappresentante della grande scuola di attori del dopoguerra, che, insieme a tutti i grandi nomi del suo tempo, contribuì alla creazione del cinema italiano, la cui influenza raggiunse tutte le parti del mondo, anche a Hollywood.

Può anche essere descritto come uno dei più grandi successori di Tutu, poiché aveva una vena comica e carismatica, mentre poteva facilmente ruotare interpretativamente e passare dalla commedia al dramma, da un personaggio clown a uno tragico alla volta come dice. Un tipico esempio della sua interpretazione è nel film The Tragedy of a Silly Man, che è tornato con Bernardo Bertolucci e gli ha assegnato il premio a Cannes, nonostante abbia dato molte delle migliori interpretazioni della sua poliedrica carriera.

Commedie popolari e … commedie sessuali

Tuttavia, Hugo Toniatsi può anche essere descritto come l’attore principale di un genere cinematografico, dopo essere stato dimenticato per due decenni, negli ultimi anni si è tentato di rianimarlo senza molto successo. Fa parte della commedia popolare, la cosiddetta “commedia sessuale” in cui lo solleva. “Commedia sessuale” (un genere che combina la commedia con l’erotismo, l’infedeltà coniugale, i desideri proibiti, ecc.) Prima del suo declino negli anni ’80, forniva momenti ludici mentre commentava le questioni sociali, politiche e culturali del paese vicino. Oggi, per gli intenditori e gli appassionati di cinema, questi film sono un culto, mentre per altri sono il massimo dell’intrattenimento.

Ma Hugo Tonsi non era l’unico. Potrebbe essere un nome quasi sconosciuto per i giovani di oggi, ma per gli italiani e i giovani amici del cinema di allora, negli anni ’60 e ’70, era un simbolo di divertimento, avere il dono della risata anche con le immagini che i cinema estivi avevano ragione accanto al botteghino. Purtroppo Toniatsi ha lasciato questo mondo vuoto 30 anni fa, e sebbene avesse ancora molto da offrire, il 27 ottobre 1990 ha avuto un ictus, che ha causato lutto ai suoi fan e a coloro che sono cresciuti con i suoi film.

READ  Programma TV di mercoledì 28 aprile: Our Choice

Dal salame alla lavagna

Hugo Tunazzi nasce a Cremona il 23 marzo 1922, e all’età di 14 anni inizia a lavorare nel salumificio fino allo scoppio della guerra e si ritrova in Marina Militare, dove si esibisce nell’animazione per uomini in divisa. Nel 1945 sarà a Milano per trovare un lavoro e dopo varie avventure sarà nel campo degli spettacoli. Il 1955 è un anno cruciale, poiché salirà sul palco dello spettacolo “Doctor of Women”, mentre diventa più conosciuto con la sua apparizione televisiva alla RAI come co-conduttore di uno spettacolo.

Mostri

Nel 1961 avrà il suo primo grande successo nella commedia comica di Luciano Sals “Il fascista”, mentre l’anno prossimo avrà la possibilità di recitare accanto al mostro sacro Vittorio Jassmann, nell’eccellente commedia antifascista del regista Dino Rizi “March in Rome, “The Making of Farms Un ribelle, per mangiare un pezzo di pane, si unisce al fascista Mussolini, su sollecitazione di Gasman, che si atteggia unicamente a truffatore africano. Nel 1963 arriva il grande successo di “Monsters”, che raggiungerà gli Oscar. Una commedia rave standard di Ritzi, con Gasman e altri famosi comici.

Carati meravigliosi

Il suo nome decolla e diventa protagonista in grande formato. Solo alcuni dei film che si distingueranno e lasceranno un’impronta personale nel cinema sono “100 Minutes of Truth”, “The Temptation”, “When I Saw Her Naked”, “A Wonderful Cuckold”, “Come Home to Meet the Donna “,” Chi dorme con mia moglie “,” Grande folla “,” mostri moderni “,” immorale “,” vogliamo il colonnello “,” vieni a bere un caffè con noi “…

Cari amici

Tuttavia, ci sono tre film che ancora oggi rappresentano un riferimento al cinema mondiale, hanno una propria storia scritta, riprodotta e hanno tentato di ricrearli attraverso produzioni moderne senza il minimo confronto con gli originali. Questi i film: “The Cage with the Crazy”, diretto da Molinaro e interpretato da Michelle Siro, che rimane uno dei più grandi successi negli Stati Uniti. La classica, amara commedia nera di Marco Ferreri “To Megalo Fagopoti”, con i grandi Michel Piccoli, Marcelo Mastroianni e Philip Noir, e la scandalosa commedia classica “My Honest Friends” (che comprendeva altre due parti) è un film la cui storia ha è stato copiato in molti, forse più del “Sogno di una notte d’estate” di Shakespeare.

READ  "Del Posto", il nuovo italiano di Fouliagmeni, ha in serbo sorprese gastronomiche, focus - ristoranti

Hugo Tunaci, che ha anche scritto sceneggiature e diretto alcuni film (ha vinto l’Orso d’Oro nel 1967 al Festival di Berlino per la commedia “The Blowing of the Nose”), si è sposato due volte e ha avuto quattro figli, che hanno tutti partecipato a un cinema. Negli ultimi anni, frustrato dal corso del cinema italiano, ha sofferto di depressione, una malattia che, per gli stessi motivi, e del suo amato amico Vittorio Jasman.


Immagine principale © Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *