Microsoft fa marcia indietro: i vecchi PC potranno eseguire Windows 11 in modo non ufficiale

a lui attribuito: Microsoft

Microsoft ha dichiarato venerdì che la società sta facendo marcia indietro rispetto ai requisiti minimi per Windows 11, consentendo agli appassionati che comprendono i rischi del download e dell’aggiornamento di Windows 11 su dispositivi meno recenti e non supportati. Tuttavia, i dettagli esatti rimangono oscuri a causa di rapporti contrastanti e della mancanza di una dichiarazione ufficiale da parte di Microsoft.

Utenti che scelgono di scaricare un file ISO di Windows 11 autonomo (come mostrato in Come eseguire l’aggiornamento alla versione di prova di Windows 11) per eseguire Windows 11, anche se il tuo PC non è tecnicamente qualificato per aggiornare il sistema operativo. Rapporti di ZDNete il bordoe Windows Central, E Thurrott.com Includeva tutte le funzionalità non prese dai portavoce Microsoft che affermano che gli utenti saranno in grado di eseguire Windows 11 su dispositivi non supportati. Alcuni post hanno indicato che ci sarà una serie di requisiti hardware minimi che Microsoft implementerà, mentre altri semplicemente li ignoreranno.

Ma quali sono i requisiti? Questo è quello che diceva ogni post. Il dettaglio più oscuro sembra essere se i TPM saranno necessari per eseguire Windows 11 su un PC non supportato.

  • il bordo: “Ma per coloro che sono felici di installare Windows manualmente, le specifiche minime effettive per Windows 11 significano che le generazioni di CPU non contano, purché si disponga di un processore a 64 bit da 1 GHz con due o più core, 4 GB di RAM e 64 GB di spazio di archiviazione.”
  • Thurrott.com: “Dietro le quinte, Microsoft consentirà agli appassionati che desiderano aggiornare i PC più vecchi e incompatibili a Windows 11. Questi aggiornamenti non saranno ufficialmente supportati, ma coloro che desiderano aggiornare manualmente un PC a Windows 11 saranno autorizzati, mantenendolo nel programma Windows Insider o creando manualmente il supporto di installazione di Windows 11 utilizzando lo strumento di creazione multimediale, è possibile farlo.
  • ZDNet: “Ma se hai TPM 1.2 abilitato, un minimo di 64 GB di spazio di archiviazione, 4 GB di RAM e una CPU dual-core, come minimo, sarai in grado di continuare l’installazione di Windows 11, anche se ti verrà comunicato che hai aggiornato e il dispositivo sarà in stato Non supportato”.
  • Centro Windows: “Gli unici requisiti che verranno verificati durante un aggiornamento o un’installazione manuale sono se il computer ha o meno TPM 1.2 abilitato, un minimo di 64 GB di spazio di archiviazione, 4 GB di RAM e una CPU dual-core”.

Da parte sua, Microsoft afferma ancora che Windows 11 richiederà requisiti hardware minimi, la maggior parte dei quali non è cambiata. “Abbiamo scoperto che Processori a 64 bit compatibili Specifico, 4 GB di memoria, 64 GB di spazio di archiviazione, UEFI Secure Boot, requisiti grafici e TPM 2.0 sono i requisiti minimi di sistema appropriati per fornire i principi che abbiamo creato per supportarti al meglio”, un blog creato dal “Windows Team” Lei disse Venerdì.

READ  Thermaltake Floe RC Ultra: raffreddamento AiO per CPU e RAM con doppio schermo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *