Blue Origin “Project Jarvis” accusato di aver copiato il design di SpaceX-News-cnBeta.COM

Di recente, la società Blue Origin del fondatore di Amazon Jeff Bezos ha utilizzato il trasporto modulare per installare il primo acciaio inossidabile di Project Jarvis a Cape Canaveral, in Florida. Il serbatoio di prova è stato installato sulla rampa di lancio di Complex 36. La foto mostra che la parte è sorprendentemente simile al serbatoio di stoccaggio nel prototipo del razzo super pesante SpaceX di Elon Musk.

essere capace di:

Alibaba Cloud “88 Gangbang Festival”: accesso gratuito a business plan, script di comunicazione, strumenti di contabilità intelligente

Blue Origin sta sviluppando rapidamente il progetto Jarvis, che mira a sviluppare uno stadio superiore completamente riutilizzabile per il razzo New Glenn. Un portavoce dell’azienda ha affermato che questo serbatoio di prova potrebbe iniziare una serie di test già il mese prossimo per determinarne la forza e la capacità di trattenere il carburante in pressione.

Sebbene Blue Origin non abbia discusso pubblicamente i dettagli del piano riutilizzabile superiore per il missile New Glenn, le fonti hanno affermato che l’obiettivo principale dell’azienda è ridurre il costo totale di lancio del missile New Glenn. Lo stadio superiore del veicolo di lancio ha un diametro di 7 metri, contiene due motori BE-3U ed è molto costoso. Affinché Blue Origin possa competere con il sistema di lancio spaziale interstellare di SpaceX, è essenziale rendere New Glenn completamente riutilizzabile.

Il test del progetto del serbatoio di stoccaggio è una parte importante della creazione di un livello superiore riutilizzabile, un altro aspetto è la selezione e la finitura del design del secondo livello. Entrambi i progetti stanno lavorando in Advanced Development Project Management presso Blue Origin e stanno facendo progressi.

READ  I telefoni da gioco di nuova generazione aderiscono a un display 1080p con frequenze di aggiornamento di 144 Hz

Il “Progetto Jarvis” comprende serbatoi di stoccaggio, destinati a costruire rapidamente serbatoi di prototipazione per resistere al test rigoroso di più lanci e ritorni. Gli ingegneri di Blue Origin stanno studiando l’uso dell’acciaio inossidabile come materiale per questi serbatoi, proprio come SpaceX produce veicoli spaziali interstellari e booster ultra pesanti. L’acciaio inossidabile è più economico e più resistente al riscaldamento atmosferico che rientra nell’atmosfera, ma il suo peso è circa 5 volte quello dei materiali compositi.

Al fine di muoversi rapidamente e testare se il concetto di design iterativo di SpaceX può essere emulato, Bezos, fondatore di Blue Origin, ha autorizzato gli ingegneri che guidano il “Progetto Jarvis” a innovare in un ambiente privo di rigorosi processi di gestione e scartoffie. Ciò ha indotto il rapido sviluppo della ricerca e sviluppo di serbatoi di stoccaggio e li ha inviati alla rampa di lancio.

Nel frattempo, un altro team ha studiato tre diversi modi per progettare e caricare gli aerei, ha detto la fonte. Il primo è installare un’ala massiccia al livello superiore, in modo che assomigli e funzioni come una navetta spaziale, si separi dal booster e trasporti il ​​carico utile, per poi tornare sulla pista.

Il secondo metodo prevede l’utilizzo del motore Aerospike, che funge da scudo termico al rientro nell’atmosfera terrestre. Questo metodo ha un grande potenziale, ma potrebbe richiedere la progettazione e la costruzione di nuovi motori, il che sarebbe un processo costoso e dispendioso in termini di tempo.

Il terzo metodo è simile al concetto di veicolo spaziale interstellare di SpaceX: utilizzare una combinazione di alette e combustione a spinta per far atterrare il veicolo verticalmente. Questa sembra essere l’opzione migliore tra le tre e Blue Origin dovrebbe prendere una decisione definitiva entro la fine di quest’anno.

READ  Risparmia $ 360 su Surface Pro con le migliori offerte del fine settimana

Ma indipendentemente dal progetto finale, i serbatoi di stoccaggio del carburante in tutti e tre i design saranno cilindrici, consentendo al team del progetto Jarvis di continuare a sviluppare il proprio piano di sviluppo. È stato riferito che la velocità di costruzione di questo serbatoio di prova è molto più veloce di altri progetti Blue Origin, che potrebbero utilizzare uno sviluppo rapido e frequente per verificare gli esperimenti di Bezos.

“Bezos ora vuole porre una forte enfasi sull'”andare avanti” con il nostro logo”, ha detto una fonte dello slogan di Blue Origin “Gradatim Ferociter” (latino, che significa passo dopo passo, andare avanti coraggiosamente).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *