L’esposizione al monitoraggio dei voli sconvolge miliardari e cattivi

Immagine del file .AFP

WASHINGTON – In che modo le compagnie di navigazione russe, Elon Musk, le autorità cinesi e Kylie Jenner si preoccupano in una volta? Segui i loro aerei.

I siti Web di monitoraggio dei voli e gli account Twitter offrono visualizzazioni in tempo reale del traffico aereo – e talvolta notizie importanti come il viaggio di Nancy Pelosi a Taiwan – ma tale esposizione porta a un calo che va dai reclami agli scoppi di messa a punto delle apparecchiature.

Che si tratti di compagnie aeree russe, proprietari di aerei sauditi o altri, Dan Struvert ha affermato che il suo gruppo riceve dozzine di “richieste” ogni anno per interrompere la pubblicazione degli aerei.

Non ho ancora scaricato nulla. Queste sono tutte informazioni generali. Struvert, fondatore del sito web di monitoraggio dei voli con sede negli Stati Uniti ADS-B Exchange, ha aggiunto.

In alcuni casi si applicano dei limiti, ma i gruppi che compilano gli itinerari indicano che la principale fonte di informazioni è legalmente disponibile e aperta a chiunque disponga dell’attrezzatura adeguata.

Le basi statunitensi richiedono che gli aeromobili in determinate aree siano dotati della tecnologia ADS-B che trasmette le posizioni degli aeromobili utilizzando segnali che apparecchiature relativamente semplici possono captare.

Un servizio come Flightradar24, con sede in Svezia, ha 34.000 ricevitori presidiati da volontari in tutto il mondo per acquisire segnali, una fonte chiave di informazioni che viene reindirizzata a una rete centrale e combinata con i dati sugli orari dei voli e le informazioni sugli aerei.

Sapere o confermare a chi appartiene veramente l’aereo potrebbe richiedere un po’ di spionaggio, il jet tracker Jack Sweeney, che ha presentato una richiesta di documentazione pubblica al governo degli Stati Uniti, ha affermato di aver presentato una richiesta di documentazione pubblica al governo degli Stati Uniti che ha presentato un modulo con la firma di un particolare proprietario di aeroplano: il capo Tesla Corporation, Elon Musk.

READ  myanmar protest army | ഉലയാതെ മ്യാന്‍മാര്‍ ചൈനീസ് ഫാക്ടറിക്ക് തീയിട്ടും, 38 പ്രക്ഷോഭകാരികളെ വെടിവച്ച് കൊന്നും പട്ടാള അട്ടിമറി

Sweeney ha attirato un po’ di attenzione con il suo account Twitter che traccia il jet-track del miliardario e ha persino rifiutato l’offerta di $ 5.000 di Musk per chiudere ElonJet, che ha più di 480.000 follower.

“C’è molta grinta e sto facendo qualcosa di giusto. La cosa famosa: la gente ama vedere cosa fanno le celebrità, questo e tutto ciò che riguarda le emissioni”, ha detto all’AFP, riferendosi alle preoccupazioni sull’impatto dei gas serra degli aerei .

“Metterlo su Twitter rende facile per le persone l’accesso e la comprensione”, ha aggiunto Sweeney.

Tracceremo qualsiasi cosa

Un altro account Sweeney su Twitter, supportato dai dati dell’ADS-B Exchange, ha mostrato a luglio che l’aereo di Kylie Jenner ha impiegato solo 17 minuti per volare in California.

Internet non è stato contento e ha dovuto affrontare una raffica di critiche sui social media per le preoccupazioni sul messaggio che ha inviato sul cambiamento climatico.

juliphoria ha twittato, in un esempio di indignazione: “Ci dicono che le persone della classe operaia si sentono male per il nostro volo una volta all’anno per una vacanza tanto necessaria mentre queste celebrità salgono a bordo di jet privati ​​a giorni alterni come se fosse Uber”.

Né Sweeney né Struvert hanno invocato una linea rossa distinta che temevano di poter attraversare pubblicando i dati di volo.

“Tracceremo qualsiasi cosa perché francamente, se qualcuno è davvero un pessimo attore e vuole sapere dove sono queste cose, puoi costruire l’elettronica per $ 100 e distribuire i ricevitori per catturare tu stesso gli stessi segnali”, ha affermato Streufert di ADS. b scambio.

“I dati sono già lì. Li sto solo ridistribuendo”, ha detto Sweeney.

Ci sono anche soldi da fare, ma non è chiaro quanto – Streufert ha ammesso di guadagnarsi da vivere ma ha rifiutato di fornire dettagli, e Sweeney ha detto che il suo lavoro di monitoraggio dei voli ha fruttato circa $ 100 al mese. Flightradar24 non ha riportato le sue entrate.

Le informazioni sui servizi – come recentemente dimostrato dalle centinaia di migliaia di spettatori che hanno osservato se Pelosi sfiderà gli avvertimenti della Cina – hanno un grande potenziale di influenza ben oltre l’imbarazzo delle celebrità o l’ira dei miliardari.

Ad esempio, i dati di ADS-B Exchange sono stati citati in un rapporto di un gruppo no-profit in cui si afferma che l’agenzia di frontiera europea Frontex ha lavorato per impedire ai migranti di attraversare il Mediterraneo, mentre i media statunitensi li hanno utilizzati per mostrare aerei di sorveglianza che sorvolano le proteste per la giustizia razziale in Washington nell’anno 2020.

In effetti, dozzine di membri del Congresso degli Stati Uniti hanno risposto alle rivelazioni firmando una lettera in cui esortava l’FBI e altre agenzie governative come la Guardia Nazionale a “smettere di monitorare le proteste pacifiche immediatamente e permanentemente”.

In alcune parti del mondo, i governi hanno chiarito che la tecnologia e le informazioni che ne derivano non sono le benvenute.

I media statali cinesi hanno riferito nel 2021 che il governo aveva recentemente confiscato centinaia di ricevitori utilizzati per il monitoraggio dei voli da parte del pubblico, adducendo il rischio di “spionaggio”.

“In molti casi, sono i regimi autoritari a cui non piace quell’esposizione”, ha detto Struvert.

Storie correlate

L’aereo statunitense che ha portato Pelosi in Malesia si dirige a nord, nelle Filippine

Le compagnie aeree hanno cancellato più di 700 voli a causa della crisi del lavoro e del tempo

Iscriviti alla nostra newsletter quotidiana

leggi quanto segue

Non perdere le ultime notizie e informazioni.

partecipazione a INQUIRORE PIÙ Per accedere a The Philippine Daily Inquirer e a oltre 70 titoli, condividi fino a 5 widget, ascolta le notizie, scaricali già dalle 4 del mattino e condividi articoli sui social media. Chiama l’896 6000.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.