L’ex presidente taiwanese Ma Ying-jeou ha unito gli sforzi per formare una lista congiunta dell’opposizione per le elezioni presidenziali del prossimo anno

L’ex presidente taiwanese Ma Ying-jeou ha unito gli sforzi per formare una lista congiunta dell’opposizione per le elezioni presidenziali del prossimo anno
I due partiti favorevoli alla Cina continentale hanno avuto colloqui il mese scorso per elaborare una sfida comune Vicepresidente William Lai Cheng Teche è stato il favorito da quando il Partito Democratico Progressista lo ha nominato suo candidato alle elezioni presidenziali di gennaio.

Sebbene il Kuomintang, noto come Campo Blu, e il Partenariato Trans-Pacifico, il Campo Bianco, abbiano accettato di collaborare alla corsa, non sono stati in grado di decidere come scegliere il loro candidato presidenziale e vicepresidente.

Hsiao Hsu-cun, direttore esecutivo della Fondazione Ma Ying-jeou, ha dichiarato lunedì che l’ex presidente ha sostenuto la proposta di partenariato transpacifico, ritenendo che i sondaggi di opinione pubblica siano un modo equo per determinare la classifica di un potenziale biglietto congiunto.

Lai, il favorito di Taiwan, afferma che il sostegno giapponese potrebbe aiutare a scoraggiare Pechino

“Scrutinio [across Taiwan] “La metodologia praticata dal Kuomintang e da altri partiti politici è da tempo il metodo più accettabile per il pubblico”, ha detto, spiegando perché Ma sostiene il metodo dello scrutinio.

Durante i primi colloqui di metà ottobre, il KMT ha chiesto primarie aperte per determinare se lui o lui Il candidato del Partito del Partenariato Trans-Pacifico Ko Win Jie – entrambi dietro Lai – dovrebbero essere in cima al biglietto congiunto del partenariato KMT-Trans-Pacific.

Quella proposta è stata respinta dal partito di opposizione più piccolo, e all’inizio di questo mese il KMT ne ha presentato un’altra che attribuiva lo stesso peso tra un sondaggio condotto a Taiwan sui candidati e il sostegno dei due partiti nei sondaggi di opinione.

Tuttavia, il TPP ha insistito sul fatto che il voto da tutta Taiwan dovrebbe essere abbastanza buono perché è il modo più semplice e veloce per determinare la classifica di un potenziale candidato, data l’imminente scadenza del 24 novembre per la registrazione dei candidati presidenziali e dei loro compagni di corsa.

Ciò significa che se i due partiti riescono a formare un biglietto comune, dovranno decidere se lui o Ko sarà il candidato principale.

Kuo Wen-ji, candidato al più piccolo Partito popolare di Taiwan. Foto: Agenzia France-Presse

Si ritiene che il metodo preferito dal TPP sia più propenso a favorire il candidato Ko – che ha ottenuto risultati migliori di Ho nei cinque sondaggi condotti – mentre è più probabile che il metodo del KMT favorisca il partito più grande perché è più probabile che ottenga maggiore sostegno attraverso Paese. Al Jazeera.

Hsiao ha detto che Ma era fiducioso che Hu sarebbe stato in grado di ottenere il sostegno come candidato principale, motivo per cui l’ex presidente ha sostenuto il metodo dello scrutinio.

Ha detto che la maggior parte dei sondaggi d’opinione hanno scoperto che solo il biglietto combinato “Blu e Bianco” potrebbe battere Lai del DPP.

Gli Stati Uniti e la Cina possono darsi reciprocamente le rassicurazioni che desiderano su Taiwan?

“Ammettiamo la realtà”, ha detto, aggiungendo che coloro che si opponevano alla partnership “stavano letteralmente sostenendo Lai”, e coloro che chiedevano chi avrebbe potuto candidarsi senza un accordo “stavano segretamente aiutando Lai”.

In risposta, Hu ha affermato di rispettare le opinioni di “tutti” e ha espresso la speranza che le due parti possano “raggiungere una conclusione il più presto possibile”.

Anche il presidente del KMT Eric Chu Liluan ha affermato di rispettare la proposta di Ma, che ha anche il sostegno di Han Kuo-yu, il candidato presidenziale perdente del partito per il 2020 che gode ancora di un sostegno significativo tra i sostenitori della linea dura.

“L’obiettivo comune del KMT e del Partenariato Trans-Pacifico resta quello di spodestare il DPP nelle elezioni presidenziali del 2024”, ha detto Zhou, aggiungendo che le due parti stanno ancora negoziando.

Hu Yue, un candidato del KMT, ha detto che spera che le due parti possano raggiungere presto un accordo. Foto: Agenzia France-Presse

Lunedì, Ko ha detto di essere disposto ad accettare un sondaggio d’opinione non solo per confrontare il livello di sostegno tra lui e Ho, ma anche per confrontare quanta influenza ha il biglietto congiunto che lui o Ho dirige contro Lai e Hsiao Pi-Khiem. Hsiao, l’ambasciatore de facto dell’isola negli Stati Uniti, è visto come il vice preferito di Lai.

Il 13 gennaio si terranno sull’isola le elezioni presidenziali, insieme alle elezioni legislative.

READ  Emirati, il grido di dolore della principessa Latifa: "Mio padre mi tiene in ostaggio a Dubai"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *