L’Australia cancella il programma “Golden Visa” per i ricchi e lo sostituisce…

L’Australia cancella il programma “Golden Visa” per i ricchi e lo sostituisce…

Il governo australiano ha riscontrato che il programma di visti non ha ottenuto i risultati economici desiderati

L’Australia ha deciso di abolire un programma chiave di visti che dava ai ricchi investitori stranieri il diritto di vivere nel paese. secondo BBCIl programma, chiamato “Golden Visa”, è stato interrotto dopo che il governo australiano ha scoperto che il programma dei visti non stava ottenendo i risultati economici desiderati. Introdotto nel 2012, il “Golden Visa” ha fornito agli individui con patrimoni elevati (HNI) un modo per ottenere la residenza permanente in Australia.

“È chiaro da anni che questo visto non fornisce ciò di cui il nostro Paese e la nostra economia hanno bisogno”, ha detto lunedì in una dichiarazione il ministro degli Interni Clare O'Neill.

Dopo aver annullato questo programma, il governo australiano si concentrerà invece sul rilascio di più visti ai lavoratori qualificati, che sono in grado di “dare un contributo significativo all'Australia”.

Cos’è il sistema dei visti d’oro?

Secondo News.com.auIl visto consentiva ai cittadini stranieri di rimanere in Australia per un massimo di cinque anni se avevano investito almeno 5 milioni di dollari in investimenti approvati. Di questo importo può essere investito al massimo il 60% in immobili non residenziali, obbligazioni societarie e azioni. Il programma è progettato per attrarre più aziende e investitori stranieri nel paese.

Secondo il Dipartimento degli Affari Interni, dal 2012 più di 100.000 migranti stranieri hanno utilizzato un programma BIIP per ottenere la residenza in Australia. Di questi, l’85% sono milionari cinesi. A differenza di altri regimi di visto, il Golden Visa non richiedeva che le persone parlassero inglese e non aveva limiti di età.

READ  Ciò che rende Penang Hill così importante per Penang e la Malesia

Critiche al sistema dei visti d’oro

I critici hanno sostenuto che il sistema consentiva solo a ricchi cittadini stranieri di depositare fondi illegali in Australia. Una revisione condotta nel 2016 ha dimostrato che la politica aveva “il potenziale di riciclaggio di denaro e altre attività nefaste”.

Un'indagine del governo australiano ha anche rivelato che non solo si stava abusando del programma Golden Visa, ma esso consentiva anche alle persone con “meno senso degli affari” di risiedere nel paese.

Clancy Moore, CEO di Transparency International Australia, ha dichiarato: BBC, “Per troppo tempo, funzionari corrotti e criptocrati hanno utilizzato i visti d’oro come un modo per depositare il loro denaro illecito in Australia e nascondere i loro proventi alla criminalità”.

Simili programmi di visti per investimenti in Canada, Gran Bretagna e Singapore sono stati eliminati a causa delle accuse di sfruttamento da parte di individui facoltosi e di non portare benefici ai paesi stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *