La fine del 2020 sarà amara per i Giochi Europei in completo isolamento

Ci sono restrizioni e interruzioni nei giochi in tutta Europa per trascorrere il Natale senza divertimento.

Questa è la fine di una pessima stagione che l’industria dell’intrattenimento (letteralmente) in tutta Europa dovrà affrontare: ma l’inizio del 2021 sarà dovuto anche a molti Quarantena Che ha smesso di giocare nella maggior parte dei giochi Old Epirus

In effetti, il gioco non si ferma Italia (Poiché il gioco è noto per essere bandito da tutte le vendite al dettaglio almeno fino al 15 gennaio dell’anno successivo), con le restrizioni natalizie che si monitorano a vicenda da un paese all’altro.
a Polonia Ha appena ordinato una chiusura di quattro settimane dal 28 dicembre, che ha portato alla chiusura di tutti i centri di hosting e intrattenimento. a Gran Bretagna Già oggi è principalmente escluso (livello 3) in tutti e quattro i paesi della sua composizione, con Wells Ciò ha creato fino a quando l’intera messa è iniziata sabato scorso, mentre alcune partiInghilterra Sono attualmente in una nuova quarantena di livello 4 con ulteriori restrizioni e Scozia Che sarà completamente squalificato il 26 dicembre.
a Olanda E per Germania C’è un blocco obbligatorio entro gennaio e il governo austriaco chiede un terzo blocco dopo Natale. laggiù Francia C’è un coprifuoco tra le 20:00. E alle 6:00 verrà sollevato alla vigilia di Natale, ma non a Capodanno.
a Hellas Chiuso fino al 7 gennaio e ci sono un numero limitato di incontri di Natale in Spagna con un massimo di 10 persone, tranne per il fatto che c’è già il coprifuoco dalle 23:00. Fino alle 6:00 di oggi. Belgio Hanno allentato le regole della vigilia e della vigilia di Natale, ma le gallerie sono ancora chiuse. Ospitalità e intrattenimento in ceco Ha chiuso la scorsa settimana. laggiù Danimarca Ha vietato la vendita di bevande alcoliche dopo le 22:00 fino al 3 gennaio, oltre a bar, ristoranti e discoteche. laggiù Svezia Rimane il giorno più liberale, ma ha ridotto la capienza dei ristoranti con un massimo di quattro posti a tavola, aggiungendo il divieto di consumo di alcol dopo le 20.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.