La cooperazione Cina-Africa promette un futuro migliore dopo il vertice BRICS-Xinhua

La cooperazione Cina-Africa promette un futuro migliore dopo il vertice BRICS-Xinhua

Un uomo scatta foto al media center del 15° vertice BRICS a Johannesburg, in Sud Africa, il 21 agosto 2023. (Xinhua/Li Yahui)

Guardando al futuro, la Cina lavorerà con l’Africa per migliorare la sinergia delle sue strategie di sviluppo e continuerà a sostenere l’Africa nel parlare con una sola voce negli affari internazionali per migliorare ulteriormente la sua posizione internazionale.

JOHANNESBURG, 26 agosto (Xinhua) – Le relazioni Cina-Africa sono state rinvigorite da un importante evento di dialogo co-presieduto giovedì dagli Stati membri dei BRICS Cina e Sud Africa, che questa settimana parteciperanno anche al 15° vertice BRICS.

Giovedì, in occasione del dialogo tra i leader Cina-Africa, la Cina ha presentato una serie di nuove iniziative e piani per favorire l’integrazione economica e la modernizzazione del continente, delineando un quadro incoraggiante per il futuro del sud del mondo.

Misure come l’Iniziativa per sostenere l’industrializzazione dell’Africa, il Piano cinese per sostenere la modernizzazione agricola in Africa e il Piano di cooperazione per lo sviluppo dei talenti Cina-Africa sono sulla buona strada per aiutare l’Africa a trasformare il suo settore manifatturiero, raggiungere l’autosufficienza alimentare e la formazione terziaria. Talenti di calibro.

L’ultimo impegno della Cina riafferma l’impegno di lunga data del Paese nel promuovere la stabilità, lo sviluppo e la prosperità nel continente e il benessere del popolo africano.

L’iniziativa industriale ha sottolineato che attraverso i nove programmi nel quadro del Forum sulla cooperazione Cina-Africa, nonché la cooperazione nell’ambito della Belt and Road Initiative e dell’Iniziativa per lo sviluppo globale, la Cina incanalerà maggiori risorse di aiuto, investimenti e finanziamenti nel contesto della spinta verso l’industrializzazione. .

Il piano agricolo afferma che la Cina aiuterà l’Africa a espandere le coltivazioni di grano e incoraggerà le imprese cinesi ad aumentare gli investimenti agricoli in Africa. Il programma mira ad aiutare l’Africa a raggiungere l’autosufficienza alimentare e uno sviluppo sostenibile indipendente, promuovere la produzione alimentare in Africa, migliorare la capacità dell’Africa di proteggere efficacemente la propria sicurezza alimentare e aiutarla a raggiungere obiettivi rilevanti nella modernizzazione agricola.

READ  L'ex presidente della Camera Kevin McCarthy ha annunciato il suo ritiro dal Congresso

Il piano per i talenti mira a formare ogni anno 500 presidi scolastici e insegnanti di alto livello negli istituti professionali e 10.000 membri del personale tecnico con competenze in cinese e competenze professionali per l’Africa.

Tutti questi sforzi riflettono molto sulla politica africana della Cina, basata sui principi di sincerità, risultati concreti, cordialità e buona fede, che la Cina ha praticato negli ultimi 10 anni.

La fiorente cooperazione economica e commerciale bilaterale costituisce anche la base per relazioni durature tra Cina e Africa che hanno resistito alla prova del tempo. La Cina è stata il principale partner commerciale dell’Africa negli ultimi dieci anni e la principale destinazione delle esportazioni africane. I dati ufficiali mostrano che il commercio bilaterale è cresciuto dell’11% per raggiungere i 282 miliardi di dollari nel 2022.

Questa foto aerea scattata il 4 maggio 2023 mostra una nave mercantile che trasporta mais importato dal Sud Africa in un porto nella provincia del Guangdong, nel sud della Cina. (Xinhua/Liu Dawei)

Le relazioni commerciali bilaterali continuano a godere di una crescita costante nonostante la ripresa economica globale squilibrata e il lento contesto economico globale. Gli ultimi dati della dogana cinese mostrano che il commercio tra Cina e Africa è aumentato del 7,4% su base annua raggiungendo 1,14 trilioni di yuan (circa 158,36 miliardi di dollari USA) nei primi sette mesi di quest’anno.

Guardando al futuro, la Cina lavorerà con l’Africa per migliorare la sinergia delle sue strategie di sviluppo e continuerà a sostenere l’Africa nel parlare con una sola voce negli affari internazionali per migliorare ulteriormente la sua posizione internazionale.

Come promesso, la Cina lavorerà attivamente anche al vertice del G20 del prossimo mese per sostenere l’Unione africana nell’ottenere la piena adesione al gruppo e per sostenere la creazione di accordi speciali per la riforma del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per soddisfare le aspirazioni dell’Africa come priorità.

READ  Дайджест: предпасхальное усиление локдаунов в Европе и Трамп, лишенный голоса в "Фейсбуке"

Entrambe le parti condividono anche una forte aspirazione all’autopromozione. La Cina sta cercando di realizzare il grande ringiovanimento della nazione cinese su tutti i fronti attraverso il percorso cinese di modernizzazione, mentre l’Africa sta compiendo sforzi a tutto campo per costruire una nuova Africa di pace, unità, prosperità e forza.

Vale la pena notare che il 15° vertice BRICS a Johannesburg era intitolato “BRICS e Africa: partenariato per una crescita reciproca accelerata, uno sviluppo sostenibile e un multilateralismo inclusivo”. Si prevede che la Cina e il Sud Africa, il paese ospitante di quest’anno, entrambi i principali membri del gruppo, svolgeranno un ruolo di primo piano per contribuire ad amplificare la voce del sud del mondo per uno sviluppo più equilibrato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *