La Cina scaccia una cannoniera filippina vicino alla contesa Scarborough Shoal

La Cina scaccia una cannoniera filippina vicino alla contesa Scarborough Shoal
La guardia costiera cinese ha dichiarato di aver allontanato una cannoniera della marina filippina vicino alla contesa Scarborough Shoal nelle Filippine. Mar Cinese Meridionale Martedì.

La Guardia Costiera ha affermato che la nave ha ignorato gli avvertimenti verbali, quindi l’ha seguita e monitorata prima di costringerla a lasciare l’area rivendicata dalla Cina.

“Le operazioni sulla scena sono state professionali, standard e legali”, ha affermato la guardia costiera cinese.

La dichiarazione aggiunge che la Cina continuerà a far valere i propri diritti marittimi e accusa le Filippine di violare la sovranità cinese.

Secondo la Reuters, il comandante dell’esercito filippino, generale Romeo Brawner, ha negato che la Cina abbia respinto la sua nave.

Le dichiarazioni favorevoli a Pechino del vicepresidente filippino indeboliranno la politica di Manila nel Mar Cinese Meridionale?

“Questo è stato verificato, ma non è successo niente del genere. Dal nostro punto di vista, è propaganda cinese.”

La disputa territoriale nel Mar Cinese Meridionale tra Cina e Filippine si è intensificata da quando una nave della Guardia Costiera cinese ha sparato con idranti contro navi filippine che rifornivano le forze di stanza nel Mar Cinese Meridionale. Un’altra barriera corallina contesa è Thomas Shoal II.

L’incontro – e le missioni di rifornimento in cui le truppe e le milizie cinesi hanno circondato e bloccato le navi filippine – hanno unito i legislatori di Manila attraverso le linee del partito per condannare le “continue molestie” della Cina.

14:15

Perdita di mezzi di sussistenza: pescatori coinvolti nel conflitto di Scarborough Shoal

Perdita di mezzi di sussistenza: pescatori coinvolti nel conflitto di Scarborough Shoal

La Cina ha affermato di aver eretto la barriera lì per impedire ai pescherecci filippini di entrare nella laguna di acque poco profonde e ha insistito affinché la barriera venisse rimossa volontariamente.

Le Filippine si sono anche lamentate dell’uso dei laser da parte della Cina nelle forze dell’ordine e degli incontri pericolosi in mare.

Nelle ultime settimane, la Cina si è scontrata anche con altri pretendenti al Mar Cinese Meridionale, compreso il Vietnam. I media vietnamiti hanno riferito in agosto che la guardia costiera cinese ha sparato con idranti contro un peschereccio vietnamita, rompendo il braccio di un pescatore e ferendo la testa di un altro pescatore.

Le Filippine riforniscono le forze Spratly nonostante i tentativi della Cina di “molestarle”.

Pechino rivendica “diritti storici” sulla maggior parte del Mar Cinese Meridionale, delimitato dalla cosiddetta linea dei nove trattini. Tuttavia, non ha specificato quali diritti avesse oltre alle sue pretese su varie caratteristiche del territorio, tra cui le isole Spratly, Paracel e Pratas e la Macclesfield Bank.

Nel 2016, Le Filippine hanno vinto una causa contro la Cina Nella Corte permanente di arbitrato dell’Aia, che ha respinto la maggior parte delle richieste della Cina e ha stabilito che Pechino aveva illegalmente impedito ai filippini di pescare nelle acque territoriali di Scarborough Shoal.

Il caso è stato portato ai sensi della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare, un trattato firmato da entrambi i paesi.

05:22

Perché la disputa nel Mar Cinese Meridionale rimane una delle questioni più urgenti nella regione?

Perché la disputa nel Mar Cinese Meridionale rimane una delle questioni più urgenti nella regione?

La Cina ha rifiutato di riconoscere l’arbitrato, affermando che la corte non ha l’autorità per pronunciarsi su questioni di sovranità. La corte non è stata d’accordo e ha affermato che il caso non sosterrebbe le pretese sovrane di entrambe le parti.

Il Mar Cinese Meridionale è ricco di risorse naturali, compreso il pesce. Le acque contengono anche circa 11 miliardi di barili di petrolio e 5,4 trilioni di metri cubi (190 trilioni di piedi cubi) di gas naturale, ha affermato la US Energy Information Administration.

READ  Boris Johnson convoquera le Parlement britannique pour une session d'urgence sur la crise afghane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *