I resti del relitto del sottomarino distrutto Titano sono stati ritrovati sul fondo dell’Atlantico

I resti del relitto del sottomarino distrutto Titano sono stati ritrovati sul fondo dell’Atlantico

Fonte immagine, Guardia Costiera degli Stati Uniti

Commenta la foto,

Il relitto del Titano è mostrato in una foto diffusa dalla Guardia Costiera degli Stati Uniti

La Guardia Costiera degli Stati Uniti ha detto che gli ingegneri hanno recuperato il resto del relitto e presunti resti umani del sottomarino Titan che esplose durante lo sfortunato viaggio del Titanic.

L’imbarcazione è stata distrutta durante un’immersione in un naufragio a giugno.

Tutti e cinque i passeggeri a bordo sono morti.

La ricerca del sottomarino scatenò una ricerca internazionale e catturò l’attenzione del pubblico fino a quando, diversi giorni dopo, fu ritrovato il primo relitto.

Ulteriori parti della barca sono state recuperate dal fondo del mare la settimana scorsa e trasportate in un porto degli Stati Uniti, hanno detto martedì i funzionari della Guardia costiera. I funzionari medici analizzeranno i resti umani.

Sebbene il Titan sia stato descritto come “sperimentale” dalla OceanGate – la società che lo ha costruito – il sottomarino ha effettuato diverse immersioni per raggiungere il relitto del Titanic, che si trova a 3.800 metri (12.467 piedi) sotto il livello del mare, nell’Oceano Atlantico.

L’amministratore delegato dell’azienda, Stockton Rush, era a bordo della sfortunata nave che esplose sotto l’estrema pressione dell’acqua.

Gli altri quattro passeggeri morti sull’aereo erano: l’uomo d’affari britannico-pakistano Shehzada Dawood, 48 anni; Suo figlio Suleiman, 19 anni; L’uomo d’affari britannico Hamish Harding (58 anni); E Paul-Henri Nargiolet (77 anni), ex sommozzatore della Marina francese.

Fonte immagine, Società Engro e Gruppo DH

Commenta la foto,

Shehzadeh Davut e suo figlio Suleiman sono morti nel sottomarino

I documenti giudiziari statunitensi rivelati dopo l’esplosione indicano che il signor Rush ha ignorato gli avvertimenti di sicurezza riguardanti il ​​sottomarino. OceanGate, che organizzava immersioni in località di tutto il mondo, ha sospeso tutte le operazioni dopo il disastro.

Il corpo del Titano è realizzato in fibra di carbonio, con piastre terminali in titanio e una piccola finestra ad un’estremità. La fibra di carbonio è più economica del titanio o dell’acciaio ed è estremamente resistente, ma è un materiale in gran parte non testato e insolito per le immersioni in acque profonde con passeggeri umani.

L’indagine internazionale sul disastro continua e la Guardia costiera ha dichiarato che un’udienza pubblica si terrà in un secondo momento.

Spiegazione video,

Guarda: come si è svolta la storia del sottomarino Titan… in 90 secondi

READ  Coronavirus India | Peruanos en medio de la pandemia en la India: “La gente pone sus autos afuera del hospital esperando a que pase un doctor” | COVID-19 | Nueva Delhi | aptz | MUNDO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *