ITsART: edizione “Netflix della Cultura Italiana”

Se già da un anno incombeva la notizia di un dispositivo digitale focalizzato sull’intrattenimento culturale, ora è un annuncio ufficiale: una piattaforma per il flusso della cultura italiana è arte È stato lanciato il 31 maggio.

Mentre l’Italia pensava a nuove modalità per condividere e aprire la cultura italiana al mondo, è stato l’annuncio della creazione della piattaforma, la scorsa primavera in occasione del primo contenimento legato al Covid-19, a deliziare le persone coinvolte . E come se il Ministero della Cultura rimanesse nella tradizione della partecipazione virtuale, ha affermato: “L’inventario ha dimostrato la grande creatività degli artisti che cercano di mantenere il contatto con il pubblico attraverso mezzi online, dimostrando l’enorme potenziale della presentazione digitale che, ovviamente , non dovrebbe essere un’alternativa ma dovrebbe integrare la visione della scena.”

Fatto: La nuova piattaforma denominata ITsART è stata lanciata l’ultimo giorno di maggio, mentre l’Italia attendeva con impazienza il suo lancio dalla primavera del 2020. Questo ambizioso progetto è stato ribattezzato “Netflix della cultura italiana”, per via della sua interfaccia simile a quella del Il gigante americano e il principio associato Il principio di poter accedere a contenuti audiovisivi globali comodamente dal proprio salotto. Tuttavia, questo è ciò che fa una grande differenza in questo caso specifico: ITsART mira a facilitare l’accesso alla cultura italiana, e quindi all’arte, alla musica, alla danza, al teatro e ad altre discipline.

ITsART عروض Offerte

Offrendo agli utenti di Internet un ampio contenuto (gratuito oa pagamento), la piattaforma ha avuto almeno 700 programmi dalle prime settimane del suo lancio. Offre anche uno spettacolo dal vivo o on demand, tra i quali possiamo citare concerti, prove orchestrali, spettacoli di danza o spettacoli dal vivo. Ma non è tutto, perché ITsART ama fornire contenuti pubblici anche direttamente dalle più importanti istituzioni culturali italiane, in particolare siti archeologici, accademie, teatri e persino musei. Pertanto, la piattaforma offre “un’ampia gamma di film e documentari grazie alla collaborazione con le principali società di produzione cinematografica” (secondo il sito ufficiale).

READ  Mama Roma, il primo hotel Mama Shelter in Italia, aprirà a luglio

La persona che lo stesso Dario Franceschini ha chiamato “Netflix della Cultura” ha ricevuto 10 milioni di euro per crearlo, nell’ambito del decreto noto per rilanciare la nazione sulla scia della crisi sanitaria del coronavirus. Questo palcoscenico virtuale offre quindi un accesso privilegiato alla cultura italiana, in tutto il mondo: la piattaforma è stata appena lanciata in Italia e nel Regno Unito, ma sarà successivamente accessibile da molti altri paesi. Diviso in tre sezioni (Scena, Luoghi e Storia), ITsART offre progetti e produzioni culturali con “enorme potenziale” (secondo il Ministero della Cultura), oltre all’accesso a tournée musicali, liriche, teatrali e cinematografiche, e un virtuale Museo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *