Italia: il nuovo allenatore di Moschino muore dieci giorni dopo il suo insediamento

Italia: il nuovo allenatore di Moschino muore dieci giorni dopo il suo insediamento

RIYADH: Noor Riyadh, il più grande festival di luci e arte, tornerà a illuminare la capitale saudita a partire dal 30 novembre, dopo lo strepitoso successo della precedente edizione.

Questa iniziativa, che fa parte di Riyadh Art, ospiterà più di 120 opere artistiche realizzate da 100 artisti provenienti da tutto il mondo nei campi delle arti dello spettacolo, dell’architettura, dell’ingegneria, della grafica e della medicina.

“La trasformazione di Riyadh in una città vibrante e globale è legata alla ricca scena artistica del nostro Paese. Riyadh Art e Noor Riyadh Festival lavorano per migliorare la qualità della vita nella capitale dell’Arabia Saudita celebrando la creatività locale e internazionale e rendendo l’arte accessibile”, ha affermato Khaled Al. Hazani, direttore esecutivo del Riyadh Art Program. a tutti.

“Dalle famiglie agli artisti emergenti, dagli studenti ai professionisti affermati, Noor Riyadh fornisce una piattaforma per lo scambio artistico, unisce residenti e visitatori nell’espressione creativa e intreccia una complessa narrazione culturale che risuona in tutto il mondo, riunendo le comunità e trascendendo i confini”. Aggiungere.

100 milioniDell’artista saudita Rashid Al Shasha’i al Nour Riyadh Festival 2022 (foto disponibile)

Il programma dell’evento si compone di due parti. Le attività del festival si svolgeranno in vari luoghi della città fino al 16 dicembre con lo slogan “Il volto luminoso della luna del deserto”, mentre fino al 2 marzo si terrà una mostra dal titolo “Identità spezzate, un futuro condiviso”.

Il festival esplora il concetto di deserto come spazio per costruire ponti, riconnettersi e trascendere le differenze umane. Il concept è stato ideato da un team di curatori guidati dal critico internazionale e direttore artistico Jérôme Sans, nonché dai curatori Pedro Alonzo, Alaa Trabzoni e Fahd Bin Nayef.

READ  Eurovision 2021: Paese vincitore Italia - 10° posto Grecia

Questo festival cittadino presenterà opere di artisti sauditi e internazionali, tra cui Angelica Marcoulle, Claudia Comte, Hoda Al Nasser, Marinella Senatore, Nevin Aladagh, Sarah Abu Abdullah, Shilpa Gupta, Shoplifter, Sophie Lali e Vivian Kakori.

“Come artista partecipante a Noor Riyadh, mi sento molto orgoglioso di far parte del più grande festival di luci del mondo. È una meravigliosa opportunità per mostrare il mio lavoro e interagire con un pubblico diversificato”, afferma l’artista saudita Hanaa Al-Milli. Notizie arabe.

“Il festival fornisce una piattaforma per artisti come me per condividere la propria visione artistica e le proprie idee attraverso un evento stimolante ma emozionante. Sono grato per l’opportunità di contribuire alla ricca tavolozza creativa del festival.

La collezione comprende anche nuove commissioni selezionate di artisti come Ayman Yousry Didban, Aziz Jamal, Erwin Wurm, José Davila e Younes Rahmoun.

Noor Riyadh si terrà in cinque sedi principali. La sede centrale sarà nel distretto finanziario di King Abdullah, mentre altre località saranno situate nell’area di Jax, Wadi Namar, Al Salam Park e Wadi Hanifa.

Immagine 1
Fantasmi di oggi e di domanidi Ahed Al-Amoudi, esposto al Nour Riyadh Festival 2022. (Foto disponibile)

La mostra di accompagnamento, che si terrà nel Jazz District, è curata da Neville Wakefield e Maya Al-Adhel. Riunisce le opere di artisti come Abdul Mohsen Al-Binali, Artur Weber, Bashayer Hawsawi, Cecilia Bengolia, Federico Acciardi, Leo Villareal, Sheikha Al-Mazrou e altri, e mira a visualizzare diverse personificazioni della luce come una costante attraverso diversi esperienze di luce. Artisti.

Come sempre, il programma del festival mira ad arricchire la società attraverso opere d’arte internazionali e locali. Comprenderà più di 1.000 visite guidate, 40 conferenze e 100 laboratori, oltre ad attività per famiglie e collaborazione con le scuole.

READ  Δημοσιογράφος παρενοχλήθηκε σεξουαλικά σε live μετάδοση από φίλαθλο της Φνοίίίεεείοίί

Il Festival della Luce è diventato un punto fermo nel calendario culturale di Riyadh. Nel 2022, Noor Riyadh ha ottenuto molti risultati, tra cui l’attrazione di 2,8 milioni di partecipanti e la creazione di sei Guinness World Records, inclusa la più grande celebrazione mondiale di arte luminosa.

Attraverso le sue varie iniziative, Riad Art cerca di migliorare la trasformazione culturale e la partecipazione della comunità nella regione trasformando la città in una “galleria senza mura”. Ciò è reso possibile attraverso 1.000 opere d’arte pubbliche in tutta la città, due eventi annuali e dieci programmi comunitari.

Questo testo è una traduzione di un articolo pubblicato su Arabnews.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *