Inizia a sviluppare una tecnologia di comunicazione ottica satellitare 100 volte più veloce in Corea: Dong-A Science

Seoul National University – una società privata ha iniziato la ricerca sulla comunicazione ottica satellitare

Le comunicazioni satellitari verso la Terra che utilizzano i laser possono trasmettere dati 100 volte più velocemente delle attuali onde radio. Fornito dalla NASA.

Le università locali e le aziende private hanno unito le forze per sviluppare una tecnologia di comunicazione ottica spaziale che colleghi la Terra e lo spazio. La comunicazione ottica spaziale è una comunicazione ad alta velocità che utilizza un laser per scambiare dati tra la Terra e i satelliti in orbita nello spazio. È teoricamente 100 volte più veloce dell’attuale metodo di connessione. I ricercatori hanno spiegato che se la tecnologia di comunicazione ottica spaziale si sviluppa senza intoppi, l’atterraggio lunare negli Stati Uniti, previsto per il 2025, può essere visto in trasmissioni 4K in tempo reale.

Il Centro di ricerca aerospaziale e spaziale della Seoul National University ha annunciato l’otto del mese di aver firmato un accordo di lavoro con le società private ST System e Metaspace per “sviluppare una tecnologia di comunicazione ottica spaziale ad alta velocità” e ha iniziato a sviluppare la tecnologia. Le due società sono società di investimento fondate da laureati del Dipartimento di Fisica e Astronomia della Seoul National University.

Attualmente, i satelliti e le sonde spaziali utilizzano le onde radio per comunicare con la Terra. È un metodo per trasmettere dati protetti da un satellite in orbita attorno alla Terra sotto forma di onde radio a una grande antenna parabolica installata su una stazione base a terra. Gli esperti notano che questo approccio raggiungerà presto i suoi limiti. “Con lo sviluppo di satelliti a grappolo e cubici, vengono lanciati innumerevoli satelliti in tutto il mondo”, ha affermato Kim Jeong-hoon, CEO di ST System.

READ  Gli astronomi scoprono finalmente una stella di neutroni nei resti di una famosa supernova | Astronomia

La società spaziale americana SpaceX ha lanciato satelliti dal 2018 per fornire Internet ad alta velocità al mondo e, entro il 2029, mira a raggiungere le 12.000 unità. Questo è più del numero di satelliti lanciati in orbita finora, circa 9.000. Il CEO Kim ha dichiarato: “Recentemente stiamo raccogliendo dati su larga scala in varie forme attraverso i satelliti, quindi è necessario un mezzo di comunicazione ad alta velocità per trasmetterli. alla Terra. .”

La comunicazione ottica spaziale è un metodo per sparare laser nell’atmosfera o nello spazio esterno. In teoria, i dati vengono scambiati 100 volte più velocemente delle onde radio. Se occorrono 9 settimane per inviare dati cartografici da Marte tramite onde radio, la trasmissione può essere completata in 9 giorni utilizzando il laser.

Il problema è che il laser è disperso nell’atmosfera. Recentemente, sono stati fatti tentativi per applicare la tecnologia dell'”ottica adattiva” per risolvere questo problema. “È una tecnologia che prima rileva il grado di dispersione del laser nell’atmosfera a questo punto, quindi corregge il valore di dispersione attraverso un algoritmo. Quando la stazione di terra effettiva contatta il satellite”, ha spiegato Lee Kang-hwan, professore in visita nel Dipartimento di Fisica e Astronomia della Seoul National University.

Il team di ricerca prevede di applicare questa tecnologia nell’unità di test delle comunicazioni ottiche spaziali che la NASA lancerà il quattro del prossimo mese. Il CEO Kim ha dichiarato: “La NASA sta reclutando idee per comunicazioni ottiche spaziali da ricercatori di tutto il mondo.

L'8 del mese, il Centro di ricerca astronomica e spaziale della Seoul National University ha firmato un accordo di lavoro con le società private ST System e Metaspace per sviluppare una tecnologia di comunicazione ottica spaziale ad altissima velocità.  Da sinistra, Kim Jong-hoon, CEO di ST System, Lim Myung-shin, direttore del Center for Space and Astronomy Research presso la Seoul National University, e Park Sun-chang, CEO di Metaspace.  Metaspazio fornito

L’8 del mese, il Centro di ricerca astronomica e spaziale della Seoul National University ha firmato un accordo di lavoro con le società private ST System e Metaspace per sviluppare una tecnologia di comunicazione ottica spaziale ad altissima velocità. Da sinistra, Kim Jong-hoon, CEO di ST System, Lim Myung-shin, direttore del Center for Space and Astronomy Research presso la Seoul National University, e Park Sun-chang, CEO di Metaspace. Metaspazio fornito

READ  Cosa vuoi ottenere i soldi? Non investire ancora se non hai letto questo articolo | TrueID di tendenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *