i risultati dell’Italia, due mesi dopo aver imposto la tessera sanitaria in azienda

Inserito

Aggiornare

FRANCIAINFO
Articolo scritto da

A. Micoczy, F. Heritage, L. Vergari Morelli, V. Parent – franceinfo

Televisioni francesi

All’inizio di ottobre l’Italia è stato il primo Paese in Europa ad aver imposto la tessera sanitaria obbligatoria sul lavoro, nel pubblico e nel privato. Quali risultati per le Transalpine?

Laddove il governo francese è ancora un po’ titubante, le autorità italiane hanno preso la loro decisione a ottobre in merito all’obbligo rigoroso della tessera sanitaria nelle aziende.Con questi controlli posso lavorare tranquillamente, mi sento più sereno“, esulta il capo di un’azienda. Dall’inizio di ottobre, tutti i dipendenti italiani devono avere tutti i vaccini contro il Covid-19 aggiornati o presentare un test negativo datato meno di 48 ore.

In alcune aziende è il capo che si occupa di controllare la validità delle tessere sanitarie dei propri dipendenti, pena una multa di 400 euro per dipendente sprovvisto di tessera. L’impresa può essere sospesa anche dall’ispettorato del lavoro. Due mesi dopo la sua attuazione, questa nuova disposizione una stato accettato dalla maggior parte degli italiani. L’87% dei dipendenti è in regola con la vaccinazione.

READ  In Italia, i nuovi migranti non vengono visti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *