Hong Kong è “fuori mappa” come hub dell’aviazione tra le restrizioni di viaggio

Ione MDS

Hong Kong ha smesso di operare come hub dell’aviazione internazionale poiché limita i voli in arrivo e mette in quarantena i passeggeri in arrivo, secondo un gruppo commerciale che rappresenta centinaia di compagnie aeree in tutto il mondo.

“Ora è davvero fuori mappa e penso che sarà difficile per Hong Kong riprendersi”, ha detto Willie Walsh, direttore generale dell’International Air Transport Association, in una conferenza stampa mercoledì. “Ritarderà in modo significativo la ripresa che stiamo vedendo altrove e ha portato a tempi difficili per tutte le compagnie aeree che operano lì”.

Il signor Walsh ha affermato che anche i requisiti di isolamento abbreviati della città per i passeggeri in arrivo – la quarantena è stata dimezzata a una settimana questo mese – scoraggerebbero i viaggiatori.

Il capo della International Air Transport Association (IATA) ha affermato che con la riapertura della maggior parte dell’Asia, rimane ottimista sul fatto che Hong Kong possa iniziare ad allentare le restrizioni alle frontiere.

Tuttavia, Hong Kong vieta ancora i voli anche dopo aver annullato alcune delle restrizioni di viaggio più severe al mondo. C’è stata una crescente frustrazione per la chiusura della città per la maggior parte degli ultimi due anni a causa delle restrizioni pandemiche.

Il signor Walsh ha aggiunto: “Le restrizioni erano molto severe e hanno portato direttamente alla cancellazione di molti servizi con le compagnie aeree – e ho trovato molto difficile, se non impossibile, lavorare lì”.

L’International Air Transport Association (IATA) ha avvertito che i luoghi che continuano a cercare di proteggere la malattia, piuttosto che gestirla, rischiano di perdere enormi benefici economici e sociali ripristinando i viaggi internazionali. Il gruppo rappresenta quasi 300 compagnie aeree che rappresentano l’83% del traffico aereo globale.

READ  La regina Elisabetta appare all'improvviso all'apertura della metropolitana di Londra خط

Questo mese è stato imposto un divieto a Singapore Airlines Limited, Emirates Airlines, Cathay Pacific Airways Limited, Qatar Airways QCSC, Korean Air Lines e Malaysia Airlines dopo che un cosiddetto meccanismo di interruttore automatico è stato violato a Hong Kong. La sosta può essere interrotta se vengono rilevati tre o più casi di Coronavirus 2019 (COVID-19) sullo stesso volo, o se c’è un’infezione confermata e un altro passeggero non compatibile.

Hong Kong ha allentato una serie di misure di viaggio il 1° aprile, inclusa la revoca del divieto totale sui voli in arrivo da nove paesi, inclusi Stati Uniti, Regno Unito e Australia, e la riduzione della quarantena dei viaggiatori in arrivo a una settimana.

Walsh ha affermato che il feedback che la IATA ha ricevuto dalle compagnie aeree è che le quarantene rimangono frustranti e le persone non voleranno nell’ambiente attuale a meno che non sia davvero necessario. – Bloomberg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.