Gli Stati Uniti formano “investigatori sulle malattie” in Madagascar

Gli Stati Uniti formano “investigatori sulle malattie” in Madagascar

Gli Stati Uniti stanno lavorando per rafforzare la capacità del personale sanitario in Madagascar di prevenire, individuare e rispondere alle emergenze sanitarie, migliorare la salute del popolo malgascio e ridurre le minacce globali alla salute pubblica.

Nel corso di una cerimonia presso l’Istituto nazionale di sanità pubblica e comunitaria, Anna Bowen, consulente residente per la President’s Malaria Initiative (PMI) presso i Centri statunitensi per il controllo delle malattie (CDC), si è unita ai funzionari del Dipartimento di sanità pubblica per assegnare certificati a 20 dipendenti del dipartimento epidemiologi sul campo.

“Questi neolaureati, provenienti da tutti e quattro gli angoli del Madagascar, aiuteranno a prevenire, individuare e rispondere alle emergenze sanitarie pubbliche in modo più efficace e a proteggere la salute della popolazione malgascia”, ha affermato Bowen durante la cerimonia. “Questi laureati fanno già parte della forza lavoro del Ministero della Salute e continueranno a contribuire a un sistema sanitario più forte per tutta la loro carriera”.

I neolaureati si uniscono ad altri 37 che in precedenza hanno completato 12 settimane di formazione nell’ambito del Programma di formazione globale sull’epidemiologia sul campo (FETP) finanziato dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) e dal PMI. Questi specialisti hanno già individuato più di 130 casi di poliomielite non diagnosticati, identificato 16.500 bambini con dosi di vaccinazioni incomplete e indagato sulle anomalie nei dati sanitari per migliorare i risultati.

In stretta collaborazione con il Ministero della Sanità Pubblica e il CDC, “rilevatori di malattie in prima linea” certificati stanno aiutando il Ministero e l’OMS a identificare e rispondere a centinaia di casi sospetti di poliomielite. Il programma FETP forma gli operatori sanitari in 80 paesi nella raccolta, analisi e interpretazione dei dati e nella risposta rapida alle epidemie.

READ  Ray Epps: bersaglio delle teorie del complotto antisommossa del Campidoglio che è stato accusato il 6 gennaio

Gli Stati Uniti sono fianco a fianco con il Madagascar come “mpirahalahy mianala” per contribuire a migliorare la salute e il benessere del popolo malgascio. Attraverso USAID, il governo degli Stati Uniti rimane il principale partner bilaterale per il settore sanitario in Madagascar, fornendo 72 milioni di dollari per sostenere le priorità sanitarie nel 2022.

Distribuito dal Gruppo APO per conto dell’Ambasciata degli Stati Uniti in Madagascar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *