centrali idroelettriche che sono diventate un peso per il Paese; Cosa dovrebbe fare l’India? | L’India ignora gli impatti sociali e ambientali dei progetti idroelettrici

Le dighe idroelettriche inquinano l’ambiente e accelerano il verificarsi di disastri naturali. Himanshu Thackeray, capo della rete delle dighe, dei fiumi e dei popoli dell’Asia meridionale, ha dichiarato:

La Corte Suprema ha istituito una commissione per studiare le inondazioni di Kedarnath nell’Uttarakhand, che hanno causato più di 5.000 vittime nel 2013. In particolare, ha ordinato uno studio per verificare se le dighe qui aumentino significativamente i danni causati dai disastri naturali.

Progetti idroelettrici

Il numero totale di dighe in India è 4.407. L’India è il terzo Paese con il maggior numero di dighe, rispetto alla Cina (23841) e agli Stati Uniti (9263). La capacità idroelettrica generata da questa capacità è di 146 gigawatt. Il 78% o 112 GW di questo si trova nell’Himalaya. 38 grandi centrali idroelettriche sono in costruzione a novembre 2020.

Il governo ha fissato un obiettivo di 450 GWh di impianti di energia rinnovabile entro il 2030. Finora sono stati installati solo 146 GW di centrali elettriche, di cui il 31% di impianti idroelettrici e il 69% di energia solare ed eolica.

L’energia idroelettrica non è una trasformazione in un ambiente verde

Le piante in decomposizione sotto le dighe emettono metano, secondo vari studi. Inoltre, i fiumi che sfociano nelle dighe trasportano grandi quantità di azoto e acidi fosforici da materia organica, limo, prodotti agricoli, fertilizzanti e rifiuti umani.

READ  Questa è la risposta a tutte le auto elettriche: energia più pulita per il futuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *