Vittoria emotiva per Shiffrin a Courchevel – Strong ÖSV team – Magazin Sport Nachrichten –


Shiffrin è appena avanti dopo il primo giro
© APA (AFP)

Lunedì la Coppa del Mondo di sci alpino ha visto l’emozionante ritorno alla vittoria di Mikaela Shiffrin. L’americana ha vinto il secondo slalom gigante a Courchevel e quindi per la prima volta dal SuperG di Bansko il 26 gennaio e dopo la morte del padre Jeff. Il successo è stato confortevole con 0,82 secondi di vantaggio sulla vincitrice della Coppa del Mondo italiana Federica Brignone, l’eroina francese Tessa Worley è arrivata terza (+1,09). Forti anche le donne dell’ÖSV.

La truppa rosso-bianco-rossa ha consegnato davanti alle azzurre (9 ° Sofia Goggia / + 2.27, 14 ° Elena Curtoni / + 3.27, ndr) con tre dieci primi posti e cinque corridori che guidano 13 il miglior risultato di squadra. Mentre Katharina Liensberger è stata la migliore al sesto posto sabato, questa volta è stata quinta (+1.54). La donna del Vorarlberg è migliorata dall’ottava posizione con il miglior tempo. Brunner è sesto (+1.81), ottava la sua collega tirolese più vicina Ricarda Haaser (+2.26).

La carinziana Katharina Truppe (+2.47) e la stiriana Ramona Siebenhofer (+3.20) hanno concluso la giornata di successo dell’ÖSV rispettivamente al dodicesimo e al tredicesimo posto, il che significa che il risultato è stato leggermente migliore rispetto a sabato. Cinque le atlete nella top 14 del primo slalom gigante di Courchevel in pessime condizioni con nevicate e scarsa visibilità. Questa volta punti in Coppa del Mondo anche per Franziska Gritsch (18./+3.83), Elisa Mörzinger (24./+4.74) ed Eva-Maria Brem (28./+5.08).

READ  LIVE TJ - CROTONE-JUVENTUS 1-1

Linksberger è salito anche al sesto posto nella classifica generale di Coppa del Mondo, ancora guidato da Petra Vlhova. Lo slovacco si è ritirato nella prima manche e non è salito sul podio per la prima volta in questa stagione. “Sono molto felice. Sono davvero felice che sia andata così bene”, ha detto Liensberger. “Ho fatto delle buone curve su cui posso appoggiarmi. Che sia andata bene è ovviamente bello. Ho cercato di accelerare dall’inizio”.

Brunner è arrivato quarto dopo il round, ma il suo attacco al suo secondo podio di Coppa del Mondo nello slalom gigante è fallito a causa di un errore nel secondo round. “Sono stato troppo brusco sull’ultima pista, poi è stata una lotta. Non puoi accelerare lì”, ha detto il 26enne. Con due sesti posti, potrebbe ancora essere soddisfatta. “La curva di forma punta verso l’alto.” A Semmering, a fine dicembre, vuole attaccare di nuovo il fronte.

Sabato Haaser è migliorata notevolmente nella stazione sciistica francese, arrivando decima. “Sono già soddisfatto, a Sölden e Lech ero ancora nella terra di nessuno. Adesso sto già bene”. Ora le prestazioni devono essere stabilizzate, quindi il 27enne. Mentre Truppe ha mostrato costanza nella sua 101a gara di Coppa del Mondo, sabato è stata undicesima, Siebenhofer ha anche visto una buona preparazione per l’inizio veloce del fine settimana in Val d’Isère.

Shiffrin, Brignone e la loro connazionale Marta Bassino, che era in mezzo, sono stati separati solo di 0,14 secondi dal primo set. Il vincitore dell’apertura di stagione a Sölden e domenica è stato eliminato nella decisione con più di un secondo vantaggio nell’ultima frazione, poiché Brignone era già sulla neve sul ripido pendio. “Pensavo che dovevi alzarti e continuare a guidare in modo intelligente. È come un regalo per me”, ha detto il 30enne.

READ  Thema lancia in Italia il suo servizio OTT "lebouquetafricain.tv" - Immagine

Mentre Worley si è assicurato il suo primo podio dal quinto posto da quando Sölden ha preso il via nel 2019, Shiffrin è stato ovviamente al centro dell’attenzione. Con la sua 67esima vittoria in Coppa del Mondo, ha pareggiato il segno di Marcel Hirscher e ora è terza nella classifica mista di tutti i tempi con il Salisburgo, dietro allo svedese Ingemar Stenmark (86) e alla connazionale Lindsey Vonn (82). Ha vinto la sua ultima delle undici gare di slalom gigante il 28 dicembre 2019 a Lienz.

Dopo il suo successo, la 25enne è rimasta senza parole per molto tempo e le emozioni sono aumentate a causa delle circostanze che l’hanno accompagnata. “E ‘un momento molto speciale. Non sapevo davvero se potevo davvero guidare a questo livello”, ha detto in un’intervista con l’ORF dopo che il cinque volte campione del mondo di slalom Levi ha finito. secondo, quinto e quarto sabato. “Sono molto orgoglioso del mio sci e della mia squadra. È stata una giornata davvero fantastica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *