Un segreto per aiutarti a pensare meglio e risolvere i problemi.

Crediti immagine: Brooke Cagle.

Risolvere i problemi a scuola, al lavoro oa casa è un compito che merita di essere preso molto sul serio.

I neuroscienziati in Israele hanno scoperto un metodo tanto semplice quanto efficace.

Oggi partecipiamo Questo è un grande segreto Due righe sotto. Lo testano e ci lasciano i loro commenti alla fine della nota.

Decenni di ricerche hanno indicato che l’anatomia unica del sistema olfattivo supporta la connessione di “odore, emozione e memoria”. Ciò significa che, a differenza di tutti gli altri sensi, gli input degli odori non viaggiano prima attraverso il talamo prima di raggiungere la corteccia. Va direttamente al sistema limbico, un’area del cervello solitamente associata all’elaborazione delle emozioni e della memoria.

Cosa significa e come mi aiuta a risolvere i problemi?

Un gruppo di neuroscienziati israeliani, guidati dal professor Noam Sobel, ha dimostrato che inalare il naso può aiutarci a pensare meglio. Semplice e potente, come fare un respiro profondo prima di provare a risolvere problemi di qualsiasi tipo.

Scienziati in Israele hanno recentemente pubblicato uno studio che mostra che il nostro sistema olfattivo può plasmare lo sviluppo delle funzioni cerebrali. Questo è ben oltre il modo in cui la maggior parte di noi pensa ai benefici del naso e delle vie respiratorie in termini di odore e respirazione.

Gli scienziati hanno stabilito che l’inalazione, in particolare, aiuta a risolvere i problemi.

Questa potrebbe essere la parola “ispirazioneOra possiamo capire l’ispirazione come l’atto di respirare profondamente e rivitalizzare parti della mente che non sono state attivate prima.

L’olfatto è il senso più antico sviluppato tra gli esseri umani. Gli scienziati hanno teorizzato che, a causa della sua precedenza su altre funzioni sensoriali, il profumo “dà il tono” efficacemente allo sviluppo del cervello e successivamente all’elaborazione sensoriale.

READ  Spaceflight porterà i carichi utili di Orbit Fab e GeoJump in orbita lunare il prossimo anno - TechCrunch

Il professor Sobel ipotizza che l’inalazione, da sola, possa preparare il cervello alla percezione. In sostanza, prepara il cervello a ricevere informazioni. Pensiamo meglio quando siamo ispirati.

Per verificare questa ipotesi, il laboratorio di Sobel ha chiesto ai partecipanti allo studio di eseguire compiti cognitivi non emotivi.

Nel frattempo, gli scienziati hanno misurato il flusso d’aria nasale e registrato l’attività cerebrale utilizzando l’elettroencefalografia (EEG).

Gli scienziati hanno scoperto che i partecipanti tendevano inconsciamente a iniziare i loro sforzi cognitivi con un’inalazione nasale.

Quando il compito più semplice veniva segretamente suggerito per abbinare specificamente l’inspirazione o l’espirazione dei partecipanti, i risultati erano più forti. L’inalazione all’inizio dell’attività ha riportato prestazioni decisamente migliori.

Usa il naso per pensare meglio e risolvere i problemi

In particolare, l’inalazione orale simultanea non ha avuto alcun effetto sulle prestazioni cognitive.

Sebbene il vantaggio di sincronizzare la respirazione con l’attività da svolgere sia ben noto, ad esempio dagli atleti, i benefici dei compiti intellettuali non sono ben noti.

Se respiriamo meglio, penseremo meglio. Questo studio può indicare la strada per lo sviluppo di esercizi di respirazione che migliorano l’apprendimento e la concentrazione. Allo stesso tempo, potrebbero essere sviluppati metodi per aiutare sia i bambini che gli adulti con deficit di attenzione e disturbi dell’apprendimento.

Inspira per risolvere i problemi.

Vuoi saperne di più sulla tecnologia israeliana?

Se hai risposto “sì” Unisciti a noi anche su Twitter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *