Tunisia .. Scontri tra sicurezza e manifestanti a Siliana

Testimoni hanno affermato che venerdì la polizia ha sparato lacrimogeni per disperdere i manifestanti arrabbiati nella città settentrionale di Siliana dopo che un poliziotto ha picchiato e insultato un pastore in un incidente che ha scatenato la rabbia nel paese per celebrare il decimo anniversario della transizione alla democrazia.

Testimoni hanno detto che i manifestanti hanno bruciato pneumatici, bloccato strade e lanciato pietre contro la polizia mentre le forze di sicurezza inseguivano i manifestanti e lanciavano lacrimogeni.

Dieci anni fa, massicce proteste contro la corruzione, l’ingiustizia e il regime repressivo hanno rovesciato il defunto presidente Zine El Abidine Ben Ali dopo che il fruttivendolo Mohamed Bouazizi si è bruciato dopo che una poliziotta aveva confiscato il suo veicolo a Sidi Bouzid. Successivamente, si verificarono rivolte nei paesi della regione all’interno di quella che divenne nota come la Primavera Araba.

Un video clip pubblicato sui social media ha mostrato un poliziotto che rimprovera e picchia un pastore, alcune delle cui pecore erano entrate nella sede dello stato. Il videoclip ha scatenato un’ondata di rabbia sui social media e gli attivisti hanno affermato che era inaccettabile insultare la dignità di qualsiasi cittadino un decennio dopo che i tunisini si erano ribellati contro l’ingiustizia e l’oppressione.

Il pubblico ministero ha aperto un’indagine sull’incidente. Fonti della sicurezza hanno detto che le autorità hanno trasferito il poliziotto e aperto un’indagine amministrativa.

La città costiera di Sousse è stata testimone di scontri notturni tra forze di polizia e giovani che lanciavano pietre contro le forze di sicurezza. La polizia ha lanciato lacrimogeni.

E i media locali hanno affermato che gli scontri sono stati limitati anche nell’area di Karm della capitale, osservando che la polizia ha arrestato un certo numero di giovani, che secondo loro stavano cercando di seminare caos e rivolta.

READ  Modificare per visualizzare la terza persona? Notizie JVL

Sebbene la Tunisia sia un modello per una transizione pacifica del governo in una regione in crisi, la sua posizione economica sta peggiorando poiché soffre di proteste crescenti ed è sull’orlo della bancarotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *