Scienziati coreani sviluppano una tecnologia per chip semiconduttori sub-nanometrici

Scienziati coreani sviluppano una tecnologia per chip semiconduttori sub-nanometrici

Gli scienziati del Korea Advanced Institute of Science and Technology hanno sviluppato la tecnologia necessaria per produrre semiconduttori su scala sub-nanometrica. Immagine gentilmente concessa da KAIST

Seul, 2 febbraio (Yonhap) – Un team di scienziati del Korea Advanced Institute of Science and Technology ha dichiarato venerdì di aver sviluppato le tecnologie necessarie per semiconduttori di dimensioni sub-nanometriche.

Il team, guidato dal professor Lee Ka-young, ha affermato che la nuova tecnologia fa uso di un nuovo materiale chiamato bisolfuro di molibdeno bipolare (MoS2), invece del tradizionale silicio.

Due produttori di chip asiatici, Samsung Electronics e Taiwan Semiconductor Manufacturing Company, stanno adottando la tecnologia più recente e utilizzando il processo a 3 nm.

Le due società, e la loro rivale statunitense Intel, inizieranno la produzione di massa di chip basati sul processo a 2 nanometri, lavorando anche su scala sub-nanometrica.

Un nanometro equivale a un miliardesimo di metro. Lo spessore di un capello umano varia tra 50.000 e 100.000 nanometri.

I produttori di chip cercano di realizzare prodotti più compatti perché più piccoli sono i transistor sul chip, maggiori sono le loro prestazioni e minore il consumo energetico.

“Il mondo ora è in competizione per sviluppare nodi di chip per computer da 1 nm e più piccoli. In contrasto con questo sviluppo, il silicio tradizionale non è un buon materiale a causa di problemi come gli effetti del canale corto”, ha detto Lee a UPI News Korea.

“Il MoS2 è superiore in quanto può affrontare in modo efficiente tali problemi grazie alla sua struttura unica. Tuttavia, gli scienziati hanno faticato a realizzare un semiconduttore bipolare utilizzandolo. In questo contesto, abbiamo dimostrato semplici strategie per ottenere dispositivi MoS2 bipolari ad alte prestazioni. ” Lei disse.

READ  ChromeOS offre la personalizzazione delle scorciatoie da tastiera

Gli effetti di canale corto si verificano nei circuiti integrati di grandi dimensioni realizzati con dispositivi molto piccoli, influenzando negativamente le loro prestazioni a causa di problemi come la corrente di dispersione.

Un semiconduttore bipolare significa che è progettato per trasportare cariche positive e negative, che è la caratteristica fondamentale necessaria per i chip.

Lee ha aggiunto che le nuove scoperte del suo team avranno un altro vantaggio chiamato multifunzionalità, poiché il dispositivo basato su MoS2 può fungere da transistor, diodo e fotorivelatore.

La ricerca è recentemente apparsa sulla rivista scientifica peer-reviewed American Chemical Society Nano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *