Samsung seleziona 22 progetti di ricerca per sviluppare la tecnologia del futuro… Supporta 34 miliardi di KRW

L’11 di questo mese, Samsung Electronics ha annunciato 22 progetti di ricerca per la seconda metà del 2021 che saranno supportati dal Samsung Future Technology Promotion Project.

Samsung Foundation for Future Technology Promotion e Samsung Electronics Future Technology Development Center hanno annunciato che sosterranno un totale di 34,07 miliardi di won in spese di ricerca nella seconda metà di quest’anno, tra cui 10 aree scientifiche di base, 17,27 miliardi di won, 6 materiali e 9,2 miliardi. e 6 campi ICT 7,6 miliardi di won.

“Samsung Future Technology Enhancement Project” è un progetto di supporto alla ricerca scientifica e tecnologica implementato da Samsung Electronics con un sussidio di 1,5 trilioni di dollari vinti dal 2013 con l’obiettivo di sviluppare la scienza di base in Corea e coltivare scienziati e ingegneri di livello mondiale. Nella prima e nella seconda metà di ogni anno vengono selezionati i progetti da sostenere rispettivamente nelle scienze di base, nei materiali e nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Membri della facoltà selezionati per la seconda metà del Samsung Future Technology Support Project nella seconda metà del 2021 (prima fila da sinistra, professore POSTECH Kim Tae-kyung, professore UNIST Park Kyung-duk, professore della Gachon University Kim Ik-su, seconda fila Da sinistra: Professore KAIST Jin Guk Kim, Professore GIST Lee Jong-seok, Professore Heo Chung-gil della Seoul National University, Professore POSTECH Byeong Don Professor)

Scienze di base: uno studio sull’approccio di base al trattamento delle malattie


Nelle scienze di base, sono stati selezionati un totale di 10 progetti, come pionieri di nuovi campi accademici o trattamento di malattie nei campi della matematica, della fisica, della chimica e della vita.

Il professor Taekyung Kim del Dipartimento di scienze della vita di POSTECH sfida lo studio della “memoria”, un’area familiare ma sconosciuta, “tracciando e ricostruendo tracce di memoria basate sul potenziale di lavoro del genoma”. Attraverso l’analisi genetica, intendiamo scoprire geni che esprimono precocemente che sono espressi in diversi modelli in base alla disposizione spazio-temporale delle informazioni sulla memoria e sviluppare una nuova tecnica di rilevamento dell’attività neurale basata sul genoma.

READ  Modellare il cervello umano con l'apprendimento automatico

Il professor Park Kyung-duk del Dipartimento di Fisica dell’Ulsan Institute of Science and Technology (UNIST) sta conducendo ricerche sul controllo del movimento degli eccitoni (una condizione in cui elettroni e lacune sono legati insieme da una forza elettrica per apparire come un unico particella) in un’area inferiore a 1 nanometro cubo (nanometro cubo) . Si prevede che sarà in grado di osservare nuovi fenomeni fisici nel campo della fisica molecolare e delle nanoscienze.

Il professor Kim Ik-soo del Dipartimento di Microbiologia della Gachon University prevede di condurre una ricerca che registrerà e traccerà tutti i diversi processi di differenziazione cellulare. Si prevede che offrirà una soluzione per il trattamento di varie malattie, come la modifica del percorso attraverso il quale le cellule degenerano e si trasformano in malattie.


Materiali: ricerca sul trattamento delle malattie genetiche, risoluzione di problemi di riscaldamento di dispositivi elettronici, ecc.


Nel campo dei materiali, sono supportati sei progetti in un’ampia gamma di aree di ricerca, come le terapie per le malattie genetiche e la risoluzione dei problemi di calore nei dispositivi elettronici.

Il professor Jin-Gook Kim della Graduate School of Medical Sciences del Korea Advanced Institute of Science and Technology (KAIST) sta conducendo ricerche sul trattamento delle malattie rare scoprendo geni che possono aumentare l’espressione proteica legandosi a specifiche regioni dell’RNA messaggero. Se implementato con successo, dovrebbe essere utilizzato nello sviluppo di nuovi farmaci come la demenza frontotemporale e la sindrome di Angelman (una malattia genetica rara caratterizzata da ritardi nello sviluppo, risate incontrollabili, anomalie facciali, convulsioni e convulsioni).

Il professor Jong-seok Lee del Dipartimento di scienze fisiche e ottiche del Gwangju Institute of Science and Technology (GIST) sta conducendo ricerche per comprendere e rimuovere efficacemente il movimento di calore che si verifica nell’interfaccia su scala nanometrica. Si prevede che fornirà un indizio importante per risolvere il problema del calore, che sta diventando sempre più importante con la miniaturizzazione di dispositivi elettronici come i semiconduttori.

READ  La scoperta della fisica porta a materiali ottici balistici

Tecnologia dell’informazione e della comunicazione: ricerca le tecnologie chiave dei settori futuri come le comunicazioni di prossima generazione, la guida autonoma, ecc.


Nel campo delle TIC, sono stati selezionati sei compiti, tra cui le comunicazioni di nuova generazione e la guida autonoma.

Il professor Heo Chung-gil del Dipartimento di informatica e ingegneria della Seoul National University prevede di sviluppare una tecnologia che controlli rapidamente l’integrità di sistemi software complessi. Se la tecnologia viene sviluppata con successo, dovrebbe essere utilizzata in aree come la guida autonoma, i sistemi medici e la finanza, dove anche un semplice errore può causare enormi perdite.

articoli Correlati

Il professor Byung Don-jung del Dipartimento di ingegneria elettronica ed elettrica presso POSTECH prevede di sviluppare un dispositivo RF (radiofrequenza) ad alto rendimento accelerando gli elettroni vicino alla velocità della luce. Attraverso questa ricerca, si prevede che sarà garantita la tecnologia di base necessaria per le nuove industrie in futuro, come le comunicazioni 6G e il radar a guida autonoma.

Nel frattempo, il Samsung Future Technology Promotion Project ha sostenuto un totale di 705 progetti, di cui 239 nelle scienze di base, 230 nei materiali e 236 nelle TIC, dal 2013 ad oggi, compreso questo progetto di ricerca. L’importo del sostegno è di 921,5 miliardi di won e più di 13.000 ricercatori hanno ricevuto sostegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *