Ribery alla Sampdoria!

Per un altro anno Franck Ribery continuerà ad affascinare gli stadi italiani. Nonostante il francese abbia 38 anni, sente di avere ancora molto da offrire nel calcio. Qualcosa che interessa alla Sampdoria mentre si prepara ad annunciare il giocatore navigato.

Non importa quanti anni siano passati, la palla non si dimentica facilmente. Soprattutto se non dicono Franck Ribery. Dopo tanti anni pieni di calcio, lo “spirito” del francese esige più calcio. E la Samp è pronta a dargli esattamente quello che vuole.

38 è solo il numero di Ribery!

Senza contratto, la leggenda del Bayern Monaco cerca la squadra che gli dia un’altra chance ai massimi livelli. Alla Fiorentina potrebbero aver erroneamente rifiutato di trattenere il francese, lascialo libero dopo due anni. Qualcosa che ha molto deluso il giocatore, e si è sentito tradito dalla squadra.

Tuttavia, i genovesi ritengono che trarranno beneficio solo dall’acquisizione di Ribery. La sua esperienza è un tassello che aiuterà molto nello sviluppo dei giocatori più giovani del roster. Ma anche in termini competitivi, il francese resta un’unità preziosa. A Firenze è riuscito a segnare 51 partite, con 5 gol e 10 assist, ottimi numeri per l’età avanzata di 38 anni.

Quindi sembra che la Samp si assicurerà la firma di Ribery e dei suoi servizi per almeno una stagione. Un passo fondamentale del Genoa, che punta a battere la nuova stagione. La Sampdoria sarà la nona squadra in carriera dell’ex nazionale francese, dopo Bologna, Alli, Brest, Metz, Galatasaray, Marsiglia, Bayern Monaco e Fiorentina. Vale la pena notare che molte squadre saudite hanno fatto offerte con contratti ricchi e il giocatore le ha rifiutate. La sua priorità era quella di tornare a giocare in Italia e non partire per gli ultimi timbri facili in serie A.

READ  Indossare una maschera è obbligatorio all'aperto in Italia e Spagna e i luoghi culturali dovrebbero essere chiusi in Belgio

Segui sportsking.gr su Google News Per essere il primo a conoscere le novità dei maggiori campionati europei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *