Rapporto Moody Davitt – Rapporto Moody Davitt

Rapporto Moody Davitt – Rapporto Moody Davitt

Fare clic sull’immagine per scaricare il rapporto completo sulle chiavi di inoltro

internazionale. Un importante rapporto sulle tendenze di viaggio preparato dall’analista di dati di viaggio ForwardKeys identifica le destinazioni chiave da tenere d’occhio nel 2024. Medio Oriente, Africa e Sud America.

Il Global Travel Trends 2023 Report, pubblicato oggi, esamina i modelli emergenti del turismo globale e l’evoluzione del comportamento dei viaggiatori che daranno forma al settore fino al 2023.

Il rapporto indica che quest’anno ha rappresentato una pietra miliare, poiché molte destinazioni e compagnie di viaggio rimangono concentrate sulla ripresa dall’impatto del Coronavirus (Covid-19).

Anche se la velocità della ripresa varia da regione a regione, si prevede che sarà completata entro la fine del 2024, anche per i paesi che hanno recentemente revocato le restrizioni ai viaggi.

Nel 2022, i Caraibi e l’Europa meridionale sono state le destinazioni più popolari, poiché la domanda repressa di destinazioni soleggiate e balneari ha incrementato gli arrivi di turisti internazionali. Tuttavia, nel 2023 emergeranno stili di viaggio più diversificati.

Repubblica Dominicana, Messico e Grecia mantengono posizioni elevate, ma il mix è complessivamente più diversificato, con il Medio Oriente e l’Africa ben rappresentati tra i paesi con le migliori performance.

Quest’anno la Colombia si colloca al secondo posto, superando del 5% i livelli del 2019 in termini di arrivi turistici internazionali. Ciò rappresenta un ritorno alla crescita e una significativa sovraperformance rispetto alle destinazioni simili in Sud America. Questa crescita è dovuta alla migliore reputazione del paese in termini di sicurezza turistica, unita a un’accessibilità relativamente elevata e a miglioramenti significativi nella connettività.

Il rapporto ha individuato che la tendenza principale individuata nel 2023 è l’aumento del turismo urbano, una tendenza che è cambiata rispetto agli ultimi due anni, quando si registrava una chiara preferenza per le destinazioni soleggiate e balneari.

Clicca sull’immagine per espandere la tabella

Clicca sull’immagine per espandere

Il quadro è cambiato nel 2023, quando il turismo verso le destinazioni urbane era in aumento, con una crescita del 52% rispetto ai livelli del 2022, superando significativamente le destinazioni sole e spiaggia, che hanno registrato una crescita del 26% nello stesso periodo.

READ  โป๊ปฟรานซิส เรียกร้อง กองทัพเมียนมา ยุติปราบปราม ปชช.-วอนนานาชาติช่วย

Nonostante le temperature estreme, gli incendi e le inondazioni dovute ai cambiamenti climatici nell’estate del 2023, il rapporto ha rilevato che tali fattori “non hanno avuto un impatto significativo sui modelli di viaggio”.

Tuttavia, si prevede che il cambiamento climatico avrà un impatto a lungo termine sulle preferenze di viaggio. Con l’aumento delle temperature, è probabile che la domanda estiva nelle destinazioni più calde diminuisca, mentre le aree più fresche diventeranno più attraenti per i viaggiatori.

La regione dell’Asia del Pacifico ha visto una ripresa più rapida della domanda di esperienze di viaggio di lusso rispetto ai viaggi ordinari.

Ciò suggerisce che, nonostante le preoccupazioni sul costo della vita, i consumatori sono ancora disposti a pagare di più per esperienze di viaggio di alto livello.

Altre tendenze sono il ritorno dei viaggi di gruppo familiare in cui viaggiano insieme da tre a cinque passeggeri. Ciò ha visto la ripresa più rapida in tutte le regioni, in particolare nelle Americhe, dove ha già superato i livelli pre-Covid del 2019.

“Nel 2023, molte destinazioni e compagnie di viaggio sono rimaste concentrate sulla ripresa post-Covid-19”, ha affermato Olivier Ponti, Vice President of Insights di ForwardKeys. La velocità di questa ripresa varia da regione a regione, ma entro la fine del 2024 sarà completa, anche per quei paesi che hanno recentemente revocato le restrizioni ai viaggi.

“Ciò riporta le destinazioni alle problematiche che avevano a che fare prima della pandemia. Dove vogliono andare il turismo? Che tipo di turismo? Per qualsiasi ragione? Ma poiché le domande persistono, il contesto è cambiato, modellato da eventi geopolitici, progressi tecnologici e crescenti preoccupazioni sulla sostenibilità.

READ  Terremoto a Taiwan, sosia di Kobe Bryant in Cina, nonna singaporiana di 34 anni: i punti salienti di SCMP 7 di questa settimana

Ha osservato che la “crescita a tutti i costi” non è più praticabile e ha aggiunto: “Le destinazioni e le compagnie di viaggio devono concentrarsi su nuovi modelli di turismo che siano socialmente, economicamente e ambientalmente responsabili. In questo contesto, l’accesso a dati di viaggio accurati e tempestivi ha un valore inestimabile per raggiungere il successo.✈


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *