La salute del Mar Baltico peggiora, dicono gli esperti

La salute del Mar Baltico peggiora, dicono gli esperti

Una vista del traghetto Marco Polo della TT Line incagliato mentre la Guardia Costiera ripulisce il petrolio fuoriuscito nel Mar Baltico al largo della costa di Horvik, Svezia, 31 ottobre 2023. [Photo/Agencies]

Il Mar Baltico si trova ad affrontare sfide senza precedenti a causa della crisi climatica e della perdita di biodiversità, senza alcun miglioramento della salute del mare registrato tra il 2016 e il 2021, avverte un rapporto, una situazione aggravata dalla fuoriuscita di petrolio dal traghetto Marco Polo recentemente danneggiato. Si è arenata al largo delle coste svedesi il 22 ottobre.

Gli esperti della Commissione per la protezione dell’ambiente marino del Baltico hanno avvertito questa settimana che le popolazioni ittiche hanno raggiunto livelli pericolosamente bassi e che l’inquinamento, lo sfruttamento del territorio e l’esaurimento delle risorse continuano a mettere a dura prova il mare.

Il rapporto della commissione sullo stato del Mar Baltico nel 2023 ha rivelato che le condizioni generali in mare non sono migliorate, con alcuni indicatori che mostrano un effettivo declino, ha riferito The Guardian.

La guardia costiera svedese ha recuperato circa 50 metri cubi di petrolio versati nel Mar Baltico dopo che un traghetto si è incagliato al largo della costa meridionale del paese, e mira a salvare la nave questa settimana per evitare ulteriori perdite.

“I risultati servono a ricordare che il Mar Baltico si trova ad affrontare sfide cruciali causate dalle attività umane”, ha affermato Janika Haldane, vicesegretaria esecutiva della Commissione e coordinatrice del rapporto. le pratiche sostenibili dal punto di vista ambientale e l’impegno a lungo termine non possono essere sottovalutati”.

Nel 2021 la Commissione ha sviluppato un piano d’azione volto a migliorare la salute generale dell’ecosistema nella regione baltica.

“I risultati delle valutazioni attuali continuano a indicare che il tasso di recupero della biodiversità oggi è molto lento”, ha affermato Haldane. “Il deterioramento della situazione descritto in questo rapporto è direttamente correlato alle nostre attività e priorità come società.

“Garantire che l’ecosistema del Mar Baltico mantenga e migliori la sua funzione dipende interamente da quanto bene riusciremo a gestire le nostre attività per garantire che siano veramente sostenibili e migliorare la resilienza dell’ecosistema, sia nel prossimo futuro che a lungo termine”.

Il mese scorso l’Unione Europea ha raggiunto un accordo sulle quote di pesca nel Mar Baltico per il prossimo anno.

Virginius Sinkevicius, commissario europeo per l’Ambiente, gli oceani e la pesca, ha affermato che l’accordo sulle possibilità di pesca è importante, ma il blocco “non deve essere timido nell’affrontare la sfida più urgente che ci aspetta: la situazione ambientale del Mar Baltico”.

“I nostri pescatori attendono misure concrete dai loro paesi per migliorare le condizioni del Mar Baltico”, ha affermato. “L’ho detto durante la riunione ministeriale di settembre a Palanga e l’ho ripetuto ancora una volta davanti ai ministri: è ora di salvare il Mar Baltico. Gli stock ittici e la biodiversità continueranno a soffrire se non iniziamo subito ad affrontare la sua situazione ambientale.”

READ  Cameron accusato di ipocrisia dopo l'annuncio del banco alimentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *